Connect with us

Disney +

The Mandalorian 2 | l’adrenalinico trailer anticipa l’uscita su Disney +

Published

on

Siete pronti ad accogliere nuovamente il Mandaloriano in compagnia del tenero Baby Yoda nella nuova stagione della serie The Mandalorian 2? Il loro viaggio li vedrà affrontare nemici e trovare nuovi alleati, mentre cercano di attraversare una galassia pericolosa nell’era dopo il crollo dell’Impero Galattico.
Se vi fosse sfuggita la notizia, a partire dal 30 ottobre sarà disponibile in streaming esclusivamente nella piattaforma di Disney +.

La sinossi di The Mandalorian 2

Oltre ad esplorare la società mandaloriana e il rapporto tra ciò che sopravvive agli abitanti di Mandalore e gli Jedi, sembra che la prossima stagione includerà anche altri Gamorreani. Sia il trailer precedente che il promo stuzzicano un apparente incontro di boxe tra due umanoidi simili a maiali dalla pelle verde. Ma la gara finisce dopo che una rissa è esplosa sugli spalti tra il personaggio titolare e alcuni cacciatori di taglie che volevano mettere le mani sull’inseparabile aiutante verde di Djarin, Baby Yoda.

Ahsoka Tano dovrebbe apparire in questa stagione, con molti fan di Star Wars che vogliono scoprire di più sul destino del personaggio preferito dai fan dopo che gli eventi finali di Star Wars: Rebels l’ hanno mostrata alla ricerca di Ezra Bridger. L’attrice Rosario Dawson dovrebbe interpretare l’ex Jedi Padawan di Anakin Skywalker per la prima volta in assoluto in live-action.

Leggi anche: The Mandalorian | quello che sappiamo sulla seconda stagione

babyyoda2 newscinema

Leggi anche: The Mandalorian, come il western e i film sui samurai hanno influenzato la serie

Il cast della seconda stagione della serie

The Mandalorian interpretata da Pedro Pascal, insieme alle guest star Gina Carano, Carl Weathers e Giancarlo Esposito. I registi della nuova stagione sono Jon Favreau, Dave Filoni, Bryce Dallas Howard, Rick Famuyiwa, Carl Weathers, Peyton Reed e Robert Rodriguez. Lo showrunner Jon Favreau è il produttore esecutivo insieme a Dave Filoni, Kathleen Kennedy e Colin Wilson, con Karen Gilchrist e Carrie Beck nel ruolo di co-produttrici esecutive. Gli sceneggiatori di questa stagione sono Jon Favreau, Dave Filoni e Rick Famuyiwa.

Il mio amore più grande?! Il cinema. Passione che ho voluto approfondire all’università, conseguendo la laurea magistrale in Scienze dello spettacolo e della produzione multimediale a Salerno. I miei registi preferiti: Stanley Kubrick, Quentin Tarantino e Mario Monicelli. I film di Ferzan Ozpetek e le serie tv turche sono il mio punto debole.

Disney +

WandaVision | 10 teorie dei fan di Ultron sul futuro dell’MCU

Published

on

Il terzo episodio di WandaVision (clicca qui per vedere il trailer della serie disponibile su Disney+) è pieno zeppo di easter eggs e riferimenti sia ai fumetti che al Marvel Cinematic Universe. E se proprio dobbiamo dirla tutta, uno dei suoi migliori riferimenti non è stato neanche nascosto chissà quanto. Alla fine di “Now In Color”, Geraldine pronuncia il nome di Ultron, uno dei maggiori cattivi Avengers della Fase Uno dell’MCU .

Il cattivo centrale di Avengers: Age Of Ultron ha avuto un ruolo chiave nella tragica vita di Wanda Maximoff, e potrebbe ancora dar credito ad alcune divertenti teorie ipotizzate dai fan. È possibile che Ultron possa tornare dai morti, come ha fatto Vision nello show.

10vision newscinema compressed

10.Papà Sitcom

WandaVision nei suoi primi tre episodi è stata un’affascinante esplorazione dei tropi e dei format delle sitcom. Ultron potrebbe tornare come manifestazione della presunzione della sitcom, secondo l’utente marveltx. È possibile che Ultron appaia come una manifestazione dei suoi poteri, in una forma diversa. Ciò aprirebbe la porta a James Spader, che ha doppiato Ultron. Questa volta però potrebbe semplicemente interpretare se stesso, o come suggerisce un utente nel thread di Reddit, il suocero di Wanda in TV.

9vision newscinema compressed

9. Abitava Nella Pietra Della Mente

Il ritorno di Ultron nell’MCU è stato la fonte di molte teorie speculative, anche prima dell’inizio di WandaVision . Uno riguarda il modo in cui sembrava morire. Alla fine di Avengers: Age Of Ultron, Vision affronta quello che sembra essere l’ultimo drone sopravvissuto, contenente la coscienza di Ultron. Vision per tanto, sembra distruggere il drone e apparentemente Ultron, per sempre.

Ma è possibile che Ultron abbia trasmesso la sua coscienza a Vision e alla Pietra Mentale prima o durante questo processo, permettendogli di sopravvivere. La morte di Vision in Avengers: Infinity War potrebbe averlo liberato.

Leggi anche: WandaVision | Alla scoperta dell’incredibile coppia Marvel su Disney+

8vision newscinema compressed

8. L’avvoltoio Lo Ha Risuscitato

Spider-Man: Homecoming è stata la più grande fonte di teorie su Ultron prima di WandaVision. Due aspetti principali del film si collegano direttamente a Ultron.

Uno è Adrian Toomes, l’Avvoltoio e potenziale membro dell’MCU Sinister Six . Toomes raccoglie gli avanzi di tecnologia avanzata lasciati dopo la battaglia di New York. Ha anche un paio di armi derivate direttamente da Ultron. Senza dimenticare che un membro dell’equipaggio di Toomes, Brice, ha sparato in pubblico con un blaster Ultron. È possibile che qualche aspetto della coscienza di Ultron sia sopravvissuta nelle parti recuperate.

7vision newscinema compressed

7.Non Tutti I Droni Sono Stati Distrutti

Questo porta direttamente alla teoria più importante e possibile sul ritorno di Ultron. Non tutti i droni sono stati distrutti su Sokovia. Una delle tante teorie sul possibile ritorno di Ultron riguarda un drone sopravvissuto alla battaglia di Sokovia nonostante gli innumerevoli sforzi dei Vendicatori.

Durante uno scontro su un ponte a Sokovia, Capitan America ne colpisce un drone, apparentemente fatale. Data la forza dei droni, è possibile che Ultron sia sopravvissuto alla caduta e sia rimasto in vita da qualche parte nel mondo.

6vision newscinema compressed

6. Controllo dei Danni

Non solo Adrian Toomes ha messo le mani sulla tecnologia Ultron in Spider-Man: Homecoming , ma anche Damage Control. Uno dei migliori easter egg nel primo film di MCU Spider-Man è il capo di Ultron.

Peter Parker scopre la testa in possesso della squadra di pulizia governativa Damage Control. La cosa più inquietante di questa scoperta è che gli occhi di Ultron sono rossi in questa scena. L’unica volta che i fan hanno visto Ultron con gli occhi rossi nell’MCU è stato quando era vivo e cosciente.

Leggi anche: WandaVision | tutti i dettagli che vi siete persi nel trailer della serie tv

5vision newscinema compressed

5. Copia di Backup

È anche possibile che Ultron abbia conservato una copia di backup di se stesso. Stava tentando di accedere al world wide web in Age Of Ultron e alla fine ha fallito, ma ciò non significa che non abbia creato cloni digitali della sua coscienza e ne abbia eseguito il backup su vari dischi rigidi.

Quel tipo di ridondanza lo renderebbe praticamente impossibile da sconfiggere. Ognuno dei suoi droni era essenzialmente un clone, e ognuno di loro avrebbe potuto avere un backup del disco rigido, rendendo la sua sopravvivenza molto più sicura.

4vision newscinema compressed

4. Kang The Conqueror Lo Resuscita

L’utente di Reddit The God-TK ipotizza che Kang The Conqueror abbia la capacità di riportare in vita Ultron. Kang The Conqueror apparirà in Ant-Man And The Wasp: Quantumania (interpretato da Jonathan Majors di Lovecraft Country , un altro spettacolo con la passione per i dettagli nascosti ).

Kang potrebbe essere trascinato nell’MCU dagli eventi di Avengers: Endgame , in cui il tempo è stato disturbato, o forse anche da WandaVision , dove la realtà vacilla. Poteva resuscitare o impedirgli di morire in primo luogo, per aiutarlo a raggiungere il suo obiettivo di rivedere il tempo.

3vision newscinema compressed

3. Jocasta

L’utente di Reddit MCKimmyKim scrive che Ultron riesce a sopravvivere grazie alla sua sposa dei fumetti, Jocasta. In effetti, lei deve ancora fare la sua apparizione nell’universo cinematografico Marvel, anche se è apparsa in uno degli easter egg più nascosti presenti in Age Of Ultron . Quando Tony Stark sta cercando tra i programmi per sostituire JARVIS, ne passa uno chiamato Jocasta.

È possibile che il programma Jocasta sia a sua volta cosciente e mantenga in parte o tutto il programma di Ultron? Jocasta è un elemento abbastanza importante dei fumetti, una creazione non dissimile dalla Sposa di Frankenstein, un mostro horror della Universal degno di un reboot.

Leggi anche: Paul Bettany | Chi è l’attore dietro la Visione della Marvel

2vision newscinema compressed

2. Adam Warlock

L’utente di Reddit TheLazerShell suggerisce che il personaggio ‘incriminato’ di questo focus, potrebbe tornare tramite l’eroe cosmico Adam Warlock . Proprio lui è stato preso in giro nel film Guardiani della Galassia Vol. 2 , dettaglio che alcuni fan potrebbero aver perso. L’eroe Marvel cosmicamente potente è stato inserito nella scena post-credits per un uso successivo, e questa teoria lo vedrebbe responsabile del suo ritorno.

La teoria suggerisce che Ultron abbia caricato un virus nel Quinjet con il quale intendeva fuggire, che è stato poi perso nello spazio da Hulk. Alla fine, questa nave viene successivamente ritrovata e restaurata, insieme a Ultron e tutto il resto, proprio da Adam Warlock.

1vision newscinema compressed

1. Ritorna Attraverso Il Multiverso

Il modo più semplice per il ritorno del protagonista di questo articolo, come è stato suggerito in teorie precedenti, è forse attraverso il Multiverso. L’MCU si sta tuffando a capofitto nel concetto del Multiverso e molti dei principali cattivi delle passate serie di film di Spider-Man stanno tornando per Spider-Man 3 , come Doctor Octopus ed Electro. Se nei film possono apparire numerose versioni di Doctor Ocotpus, possono farlo anche diverse versioni di Ultron. Ha molte, molte iterazioni nel fumetto a cui l’MCU potrebbe continuare a disegnare.

Continue Reading

Disney +

I cinque film per Natale 2020 da vedere su Disney+

Published

on

soul jamie foxx joe gardner pixar

Il Natale 2020 sarà un Natale diverso in tutto il mondo. Un natale senza cenoni allargati, senza bagordi con gli amici fino a tarda sera. Forse anche per questo, le piattaforme di streaming si stanno attrezzando per garantire una grande varietà di contenuti di intrattenimento per questo dicembre. Ecco allora le ultime novità disponibili su Disney+ per passare le festività all’insegna della leggerezza.

Noelle

A leggere la prevedibilissima trama, Noelle potrebbe sembrare il classico film di Natale: il ruolo di Babbo Natale passa di padre in figlio, solo che stavolta il figlio non sembra volerlo fare e allora, forse, per la prima volta toccherà ad una donna, interpretata da Anna Kendrick e sempre marginalizzata. È invece un titolo in grado di raccontare in maniera efficace i veri mutamenti sociali, il cambiamento del sentire comune. E, inoltre, di essere terreno di scontro di idee diverse (in questo caso, di aziende diverse) Così Noelle porta avanti la battaglia sempre più dura tra piattaforme. Se infatti solitamente il cattivo che vuole rovinare il Natale impedendo la consegna dei regali è un villain mosso dal risentimento, in Noelle è in realtà l’azienda che guida una delle piattaforme rivali: Amazon. I droni di Amazon Prime e il sistema tecnologico di consegna dei regali organizzato sono il simbolo del male, quello che i buoni devono combattere per far vincere la felicità.

noelle film trailer 1210x642 1

LEGO Star Wars Holiday Special

Dura poco meno di 50 minuti lo special natalizio della serie animata Lego Star Wars, crossover tra l’universo di Lucas (ora di Disney) e il mondo dei mattoncini: un’operazione di co-branding nata con le scatole di Lego da acquistare, fiorita nel mondo dei videogiochi e in fretta sbarcata nell’animazione con cortometraggi e poi con vere e proprie serie televisive. Questo special natalizio ha tutte le caratteristiche di ogni cosa che la Lego tocchi o metta in scena, cioè il fare della parodia, un umorismo fondato sulla velocità e la rapidità dei mediometraggi migliori. Soprattutto è un greatest hits di tutto ciò che gli appassionati amano di Guerre stellari.

lego star wars special trailer 1200

Fata madrina cercasi

Il 4 dicembre debutterà sulla piattaforma streaming di Disney il film Fata Madrina Cercasi, scritto da Kari Granlund e Melissa Stacke e diretto da Sharon Maguire. In un mondo magico chiamato Madrinaland, una giovane fata madrina in formazione di nome Eleanor (Jillian Bell) scopre che la sua professione di fata madrina potrebbe scomparire. Determinata a dimostrare che le fate madrine sono ancora necessarie, Eleanor cerca di aiutare Mackenzie, una ragazzina il cui desiderio era stato ignorato. La bambina, ormai diventata una donna, ha perso il marito ed è rimasta sola, disillusa dalla possibilità di essere per davvero felici e contenti.

unnamed 1

Soul

Il giorno di Natale, Disney+ regalerà ai suoi abbonati la possibilità di lasciarsi scaldare il cuore dal film di animazione più atteso del 2020: Soul, realizzato dai Pixar Animation Studios e diretto da Pete Docter (già creatore di Inside Out) e Kemp Powers  (già autore di One Night In Miami). I temi Pixar ci sono tutti. La maniera di trasfigurare il simbolico e spirituale in tecnologico anche. E pure quella capacità fuori dai canoni di lavorare sulla tenerezza e sull’umanità. Soul è il film speculare di Inside Out. Non una bambina ma un adulto; non un viaggio all’interno della mente, tra i sentimenti, ma uno al di fuori del corpo, alla scoperta dell’anima; non una metafora di come funzioniamo ma di cosa vogliamo fare di noi stessi.

soul

Lo schiaccianoci e i quattro regni

Lo schiaccianoci e i quattro regni (The Nutcracker and the Four Realms) è un film del 2018 (ma approdato in streaming solo di recente) diretto da Lasse Hallström e Joe Johnston , on protagonisti Keira Knightley, Mackenzie Foy, Helen Mirren e Morgan Freeman. La pellicola è un libero adattamento cinematografico del racconto Schiaccianoci e il re dei topi di E. T. A. Hoffmann e del balletto Lo schiaccianoci di Cajkovskij. Clara è una ragazzina molto furba, in grado di costruire delle fantastiche invenzioni. Tuttavia, in seguito alla morte della madre Marie, la ragazza si ritrova in rotta con suo padre, il quale è divenuto serio e distante e sembra non prestare più attenzione ai suoi figli. Il giorno della vigilia di Natale, Clara riceve uno strano carillon lasciatole da sua madre.

lo schiaccianoci e i quattro regni teaser finale 1
Continue Reading

Disney +

The Mandalorian | la recensione della première della seconda stagione

Published

on

the mandalorian season 2 1604051753

La première della seconda stagione della serie conferma lo stile inconfondibile di The Mandalorian. La serie torna con il più lungo episodio fino a questo momento, intitolato Lo sceriffo (The Marshal). Nessuno sconvolgimento nel ritmo, nell’approccio o nella scrittura della serie, basata ancora su di un efficace struttura a scatole cinesi di quest ambientate in uno scenario fanta-western sempre vivido e credibile. 

Torna The Mandalorian

La serie creata da Jon Favreau e Dave Filoni (i due già dietro all’apprezzatissima serie animata The Clone Wars, recentemente giunta al termine) è una space opera in grado di catturare (più della nuova trilogia cinematografica) il senso di Guerre Stellari e la magia dei film originali di George Lucas. Pur avendo un unico protagonista che occupa la scena, la serie è comunque capace di ricreare un universo vivo e pulsante, abitato da creature e personaggi secondari potenzialmente protagonisti di altre infinite storie che non vengono mostrate. Ed era proprio questa la forza della trilogia originale: lasciare la possibilità allo spettatore di immaginare mille altre trame rispetto a quella raccontata.

open uri20150608 27674 lvo5ni 9a4ab423

Il minimalismo

Ancora una volta è il minimalismo dei gesti a fare la differenza. Il primo episodio riprende immediatamente la caratterizzazione dei personaggi, ci ricorda in pochissimi secondi il carattere di Din (giusto, ma spietato all’occorrenza) e la sua forza e così al Bambino (ovvero “baby Yoda”) basta una espressione timorosa e tenera per conquistare nuovamente lo spettatore. Così l’episodio può cominciare sul serio: Din arriva a Mos Pelgo, un insediamento in pieno deserto gestito dallo sceriffo Cobb Vanth (Timothy Olyphant). L’uomo indossa l’armatura di Boba Fett, sottratta a sua volta presa dai Jawa. È grazie a questa, se Cobb riesce a garantire la pace e la sicurezza del posto. Il credo di Din tuttavia gli impone di reclamare l’armatura. I due trovano un accordo: se il mandaloriano lo aiuterà a uccidere un drago Krayt che minaccia la città, l’armatura sarà sua. Per fare ciò, dovrà formarsi una singolare alleanza con i Sabbipodi, che culminerà in un grande scontro con la creatura.

Narrazione episodica

La prima puntata della seconda stagione conferma quindi la decisione di emanciparsi dalla necessità di un vero e proprio intreccio, optando invece per una narrazione episodica. Quella stessa piccola storia che occupa la puntata si divide poi a in momenti più piccoli, azioni e reazioni semplici e lineari. Anche in questo caso la missione principale è da subito messa da parte: sappiamo già che uccidere il mostro non avrà effetto sulla ricerca del protagonista e che le conseguenze delle sue azioni (recuperare l’armatura) saranno secondarie. Fino a questo momento The Mandalorian ha saputo sempre dimostrare di aver fatto la scelta giusta.

Continue Reading
Advertisement

Facebook

Advertisement

Popolari