Connect with us

Speciali

Timothy Olyphant | Focus su un caratterista dei giorni nostri

Published

on

timothy olyphant newscinema

Apparso nel primo e atteso episodio della seconda stagione di The Mandalorian, Timothy Olyphant si muove in una sorta di limbo che spesso lo avvicina ai grandi caratteristi di un tempo. Di ruoli principali ne ha vestiti tanti, e sempre al meglio, ma anche quando ha avuto l’occasione di fare una piccola partecipazione o un cammeo non ha deluso i suoi affezionati.

Leggi anche: Fargo 4 | il teaser trailer della serie con un cast a dir poco selvaggio

Di seguito cercheremo di estrapolare alcune delle sue prove top, così da dare un’immagine il quanto più completa e soddisfacente del suo percorso artistico, a partire dagli inizi della carriera sino ai giorni nostri.

Scream 2 (1997)

Il secondo capitolo della saga ideata da Wes Craven segna un tassello fondamentale per Timothy Olyphant, non tanto per la portata del progetto, quanto per il suo personaggio, senza dubbio uno dei più memorabili del franchise.

scream2 timothy olyphant newscinema
Timothy Olyphant e Neve Campbell in Scream 2

Affascinante, carismatico e fan di Quentin Tarantino, Mickey Altieri è uno degli amici più cari della protagonista, Sidney Prescott. Nel corso della storia, il personaggio subirà dei cambiamenti fino a svelare il tanto atteso colpo di scena. Non diciamo di più per evitare spoiler a chi ancora non avesse mai visto il film…

Deadwood (2004-2006; 2019)

Dal 2004 al 2006 l’attore nato a Honolulu è il volto protagonista della serie western targata HBO. Al suo fianco sono schierati nomi del calibro di Ian McShane, John Hawkes e Kim Dickens.

deadwood olyphant newscinema
Ian McShane, Timothy Olyphant e John Hawkes in Deadwood

Ambientata nel 1876, la storia segue le vicende dell’ex sceriffo Seth Bullock (Olyphant), del proprietario del saloon Al Swearengen (McShane) e di tutte le altre figure che popolano la piccola cittadina che dà il nome alla serie. Deadwood ha ricevuto numerosi riconoscimenti e ha trovato la sua conclusione con l’omonimo film per la tv diretto da Daniel Minahan.

Hitman – L’assassino (2007)

Per quanto ormai poco conosciuto, Hitman – L’assassino è probabilmente il primo e più importante ruolo da protagonista indiscusso. L’Agente 47 è un killer professionista, addestrato e modificato geneticamente sin dalla nascita allo scopo.

thimothy olyphant hitman newscinema
Timothy Olyphant e Olga Kurilenko in Hitman

Per la parte Timothy Oliphant ha “battuto” un paio di notevoli action heroes quali Vin Diesel (che resta come produttore esecutivo) e Jason Statham. La pellicola diretta da Xavier Gens è l’adattamento cinematografico dell’omonimo videogioco ed è un concentrato di adrenalina e situazioni al limite dell’incredulità.

Justified (2010 – 2015)

Raylan Givens è il ruolo della vita. Creata da Graham Yost, la serie è basata sul personaggio immaginario nato dalla penna di Elmore Leonard ed è tra i prodotti di genere del piccolo schermo più riusciti e seguiti di sempre. Olyphant torna a vestire i panni di un uomo di legge – questa volta è un Marshall – in un’ambientazione che, per quanto moderna, somiglia moltissimo al western.

timothy olyphant justified newscinema
Timothy Olyphant e Walton Goggins in Justified

Nel corso delle sei stagioni (ciascuna delle quali composta di 13 episodi) sono tantissimi i volti noti che si alternano, in ruoli più o meno ricorrenti, da Jeremy Davis a Sam Elliott, da Jonathan Tucker ad Amy Smart.

Leggi anche: C’era una volta…a Hollywood, recensione in anteprima del nuovo film di Tarantino

Santa Clarita Diet (2017-2019)

Santa Clarita Diet rappresenta la più recente serie tv di cui Timothy Olyphant è protagonista, insieme alla spumeggiante Drew Barrymore. I due interpretano una coppia alqanto particolare, dal momento che lei è una morta vivente.

santa clarita diet timothy olyphant newscinema
Drew Barrymore e Timothy Olyphant in Santa Clarita Diet

Il progetto, distribuito da Netflix, è strutturato in forma di comedy, con episodi della durata di 30 minuti massimo, ed è assolutamente esilarante. Merito soprattutto di una scrittura vivace, ironica, geniale, e di un parterre attoriale senza macchia… Se non quelle derivanti dai morsi di zombie!

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Serie tv

La Regina degli Scacchi | la precoce consacrazione di Anya Taylor-Joy

Published

on

tqg 107 unit 01210rc

La Regina degli Scacchi (o The Queen’s Gambit, come si chiama in originale, in riferimento ad una mossa degli scacchi) è una delle serie migliori dell’anno: conferma un’inversione di tendenza nella qualità media delle serie Netflix e lancia definitivamente una giovanissima attrice come Anya Taylor-Joy nel novero delle grandi interpreti. 

La regina degli scacchi

La regina degli scacchi adatta il romanzo del 1983 di Walter Tevis in cui tanti avevano visto potenzialità per un film: Bernardo Bertolucci era uno di questi, ma anche Walter Hill e Heath Ledger, che dodici anni fa avrebbe voluto debuttare alla regia proprio con questa storia. Una storia di una estenuante ascesa fatta di mille ostacoli e ripartenze, la costruzione di una campionessa (da quando è bambina fino ai 20 anni) che è anche una donna sui cui pesano tanti piccoli traumi e problemi, ma che tuttavia ha una predisposizione naturale per gli scacchi che la porta a essere un prodigio già da minorenne. Non è difficile riconoscere in questo modello quello di Rocky: la parabola di qualcuno con una vita difficile, che però ha una forza d’animo inscalfibile che lo spinge a cambiare se stesso e il mondo che lo circonda.

image

Protagonista e villain allo stesso tempo

Dietro alla nuova serie Netflix c’è Scott Frank, l’artefice dei film migliori degli ultimi 30 anni senza mai diventare noto (nella sua carriera ha scritto cose come Out Of Sight, Minority Report, Io & Marley e Logan). Frank si era innamorato dell’idea di mettere in scena una storia sulla fatica di essere un genio già nel 1991, con il suo copione d’esordio (Il mio piccolo genio, prima regia di Jodie Foster). Per sua stessa ammissione, quel primo esperimento non riuscì bene: quel che aveva in mente era piuttosto qualcosa come La regina degli scacchi, una storia in cui la protagonista fosse anche l’antagonista. E ora l’ha potuta realizzare, rifiutando di fare un film e preferendo la serie, e trovando in Anya Taylor-Joy l’attrice perfetta per il ruolo.

197180

Il futuro di Anya Taylor-Joy

Anya Taylor-Joy è attualmente impegnata sul set di The Northman di Robert Eggers –regista del film di debutto della stessa attrice – e ha recentemente finito di girare come protagonista insieme a Thomasin McKenzie il prossimo horror di Edgar Wrighr, Last Night in Soho. La giovane interprete, infatti, è già diventata una piccola icona del genere horror/fantasy contemporaneo: dopo essere stata feticcio di M. Night Shyamalan, prima con Split e poi con Glass, e dopo aver convinto tutti in The Witch. Sono stati proprio questi successi a fare di Anya Taylor-Joy un volto spendibile anche per operazioni più commerciali e meno autoriali (vedasi Nuovi Mutanti, lo spin-off della saga di X-Men diretto da Josh Boone, in cui la Taylor-Joy interpreta Illyana Nikolievna Alexandria Rasputina).

Ma il ruolo che davvero potrebbe essere quello di una intera carriera arriverà tra qualche anno, con lo spin-off dedicato a Furiosa diretto da George Miller. Ospite nel podcast Happy Sad Confused, Taylor-Joy ha discusso della sua ansia per l’interpretazione dell’ormai iconico personaggio della saga di Mad Max. La giovane attrice adotterà un approccio diverso al personaggio per non scimmiottare la fenomenale interpretazione di Charlize Theron in Mad Max: Fury Road: “Mi sono innamorato di Furiosa, del modo in cui Charlize l’ha presentata. Ha fatto un lavoro incredibile ed è stato così bello che non riesco nemmeno a pensare di provare a mettermi nei suoi panni. Deve essere qualcosa di diverso perché non può essere fatto allo stesso modo”.

Continue Reading

Serie tv

Friends | 10 intriganti teorie dei fan che potrebbero essere vere oppure no

Published

on

friends newscinema evi

Friends rimane uno degli show più popolari e apprezzati di sempre, anche anni dopo la sua conclusione. Le teorie dei fan continuano a proliferare, ma alcune di queste potrebbero forse effettivamente più vere di altre.

La sitcom ha infatti disseminato qui e lì, nel corso delle 10 stagioni, un bel po’ di misteri insoluti, al tempo stessi intriganti e stravaganti. Dal momento che Friends è ormai un patrimonio culturale, i fan amano costruire teorie, più o meno attendibili.

Leggi anche: DC | 5 motivi per realizzare un film di Super Friends

Ross Geller è stato davvero privato della custodia di Ben? La serie potrebbe essere solo un sogno di Rachel Green? Mentre non crediamo possano esistere risposte specifiche a simili domande, queste sono comunque diventate parte dell’immenso lascito dello show.

Ma andiamo più nel dettaglio, e cerchiamo di capire cosa potrebbe essere vero e cosa invece no…

10 Potrebbe essere VERO: Ross non ha tradito Rachel

La questione eterna, che infesta le menti dei fan di Friends, è se Ross e Rachel si fossero presi una pausa. Per chiarire l’ambiguità che riguarda il senso di “prendersi una pausa” per Ross, un Redditor (utente di Reddit, ndr.) ha esibito un’affascinante teoria sul perché Ross avrebbe dormito con la ragazza di Xerox.

friends newscinema
Una scena al Central Perk

Nell’episodio La prima volta di Ross (s01e04), quest’ultimo dichiara di essere stato con una sola donna in tutta la sua vita. Tuttavia ne L’assistente (s07e04) viene rivelato che Ross si è ubriacato al college e ha dormito con la donna delle pulizie.

La teoria indica che Ross e Carol si sarebbero presi spesso una pausa, vedendo altre persone e tornando poi di nuovo insieme. Questo darebbe a Ross il beneficio del dubbio, dovuto alla natura della sua precedente relazione.

9 | Potrebbe NON essere vero: Ross ha tagliato fuori Ben

Un’altra teoria dei fan dice che Ross non avrebbe perso la custodia di Ben, suggerendo invece la sua decisione di uscire dalla vita del bambino perché troppo impegnato a vivere con Rachel e la figlia Emma.

friends 2 newscinema
Cole Sprouse (Ben) e David Schwimmer (Ross) in una scena

Dopo la stagione 8 infatti, Emma e Rachel hanno l’attenzione di Ross, mentre Ben non si vede più. Va quindi sottolineato come Friends non sia una sitcom incentrata sulla famiglia. La sottotrama di Ben semplicemente non sembrava necessaria, ma l’idea che Ross ne avesse perso la custodia era sbagliata.

8 | Potrebbe essere VERO: Rachel e Chandler sono imparentati

Internet ha dovuto fronteggiare numerose teorie dei fan basate sui dettagli sparpagliati in tutto Friends. Una di queste associa la prozia di Rachel, Muriel, al secondo nome di Chandler, Muriel appunto, e stabilisce che i due devono essere collegati. Nell’episodio Quello a Las Vegas – Parte 2 (s05e24), Rachel pensa che i baffi che Ross le ha disegnato sul viso la facciano somigliare alla sua prozia Muriel.

In Sedotto e licenziato (s08e05), Ross suppone che la “M” abbreviata nel nome per intero di Chandler stia per Muriel e comincia a prenderlo in giro. Più avanti verrà detto che Muriel è il nome di famiglia di Chandler.

friends rachel chandler newscinema
Jennifer Aniston (Rachel) e Matthew Perry (Chandler) in una scena

Quindi è possibile che Rachel e Chandler siano cugini alla lontana. Pensiamo anche che sono entrambi cresciuti l’uno in prossimità dell’altro, considerando le scuole frequentate, e Chandler ha sentito parlare della cheerleader ermafrodita (Rachel Green) proveniente da Long Island.

7 | Potrebbe NON essere vero: Monica ha tradito Chandler

La teoria che suggerisce che Monica sia stata infedele con Chandler è tra le più assurde di tutte. Un Redditor ha fornito prove per suggerire che il fatto sia invece accaduto. La teoria prende spunto dal fatto che Monica abbia esplicitamente permesso di flirtare nella loro relazione.

E nel momento – l’episodio Proposte di matrimonio (s06e24) – in cui si è imbattuta nel suo ex storico Richard le cose si sono fatte complicate. Ma peggio ancora, Monica ha assunto degli spogliarellisti per combattere la noia mentre Chandler era fuori per lavoro a Tulsa.

friends 3 newscinema 1
Matthew Perry (Chandler) e Courteney Cox (Monica)

Nonostante tutte questi campanelli d’allarme, semplicemente non ci sono prove che Monica abbia tradito Chandler. Dopo che quest’ultimo fa un pasticcio con la sua proposta, Monica avrebbe potuto buttarsi tra le braccia di Richard. Invece se ne va dal suo appartamento, spiegando che ha bisogno di chiarire prima le cose con Chandler.

6 | Potrebbe essere VERO: Chandler ha ingannato Monica per scommettere l’appartamento

La teoria dei fan che suggerisce che Chandler abbia ingannato Monica per portarla a scommettere l’appartamento con un quiz sembra plausibile. Ne La scommessa (s04e12), Chandler e Joey si vantano di conoscere le ragazze meglio di quanto le ragazze conoscano loro. Quello che sembra un innocuo gongolarsi porta a una gara vera e propria su questioni personali tra le due squadre.

friends quiz newscinema
I protagonisti in una scena della serie

La teoria è significativamente supportata dal veloce sguardo che Chandler rivolge alla busta delle spese, indovinando che contiene una lattina di diet soda. Inoltre è stato Chandler stesso a sfidare le ragazze a scommettere il loro appartamento: è quindi possibile che si sia approfittato dell’inesauribile spirito competitivo di Monica e abbia di conseguenza alzato la posta in gioco.

5 | Potrebbe NON essere vero: Monica non poteva avere figli perché mangiava la “macciolata”

Una folle teoria suggerisce che Monica non poteva avere figli, perché il sostituto sintetico della cioccolata, la “macciolata”, l’aveva resa sterile. Nell’episodio L’alternativa di Ross (s02e08), una Monica disperata per il lavoro approda a un impiego che le richiede di creare ricette per il Ringraziamento, usando la “macciolata”.

Durante il primo colloquio, Mr. Rastatter le spiega la sua visione di far diventare il Ringraziamento la Festa della Macciolata. Al secondo incontro la informa che l’Agenzia per gli alimenti e i medicinali non ha approvato il prodotto, avendo esso causato la morte di alcuni topi da laboratorio.

rachel ross newscinema
Jennifer Aniston (Rachel) e David Schwimmer (Ross)

Chandler e Monica lottano come coppia contro l’infertilità. A lei viene diagnosticato un problema con la cervicale ostile, mentre lui ha gli spermatozoi pigri.

4 | Potrebbe essere VERO: Mark ha orchestrato la rottura tra Rachel e Ross

Una teoria dei fan perfettamente ragionevole dice che il collega di Rachel, Mark Robinson, ha rovinato la relazione di lei con Ross. Sin dall’inizio, Mark ha popolato la friendzone: ha aiutato Rachel con il colloquio di lavoro, è diventato il suo confidente. Ed è molto probabilmente la ragione per cui Rachel è dovuta rimanere in ufficio la notte del suo anniversario con Ross.

Leggi anche: Brad Pitt e Jennifer Aniston insieme in un nuovo progetto

Il fatto più grave è però quando si è autoinvitato nell’appartamento di Rachel la notte in cui lei e Ross avevano preso una pausa. Mark ha deliberatamente parlato ad alta voce mentre Rachel era al telefono con Ross, così da fargli sapere che lui e Rachel stavano passando del tempo insieme.

3 | Potrebbe NON essere vero: Ben ha previsto Mondler

Un’assurda teoria dei fan postula che il figlio di Ross, Ben, avrebbe previsto la relazione tra Monica e Chandler nell’episodio La maledizione del dentista (s03e08). Mentre è impegnata a giocare con Ben con l’aeroplanino, Monica accidentalmente sbatte la testa contro e il bambino comincia a dire “Monica bang”.

Ben dà così un indizio sugli sviluppi della trama in direzione Mondler (Monica+Chandler, ndr.), che solo più avanti nella serie verranno portati alla luce.

mondler newscinema 1
Matthew Perry (Chandler) e Courteney Cox (Monica) in una scena

L’idea di far mettere insieme Monica e Chandler era stata presa sul serio dalla stagione 3. Friends è sempre stato così incentrato sulla storia di Ross e Rachel, che nessuno ha mai tenuto in considerazione un’altra relazione romantica. Sarà solo quando i primi si prenderanno una pausa nella quarta stagione, che Monica e Chandler verranno accoppiati.

2 | Potrebbe essere VERO: Jack e Judy hanno incasinato i propri figli

Un’altra teoria parla di come Jack e Judy Geller avrebbero incasinato i loro figli. Ciò si deve all’atteggiamento iper-critico di Judy, dal quale deriverebbe la necessità di Monica di volere tutto in ordine. Mentre per quanto riguarda Ross, gi sarebbe difficile riconoscere i propri errori dal momento che sin da piccolo non ha mai fatto nulla di sbagliato. Almeno stando a quanto dicono i genitori.

Ci sono numerosi esempi nel corso di Friends a testimonianza del discorso. Ne Il sedere di Al Pacino (s01e06), Monica non può andare a dormire perché continua a pensare a un paio di sneakers lasciate in soggiorno.

friends int newscinema
Elliott Gould e Christina Pickles (Jack e Judy Geller)

Una moglie differente (s01e02) è un episodio con esempi convincenti in merito. Monica pulisce febbrilmente il suo appartamento perché non vuole dare ai suoi genitori altri motivi per criticarla. Durante tutta la cena, questi ultimi riflettono sui successi di Ross e si prendono gioco di Monica.

1 | Potrebbe NON essere vero: la maledizione dei 7 anni di Ross e Rachel

Esiste una teoria dei fan che dice che la maledizione dei sette anni di Ross e Rachel li ha consumati. La sfortuna colpisce proprio nel pilot, quando Ross è deteminato a salutare Rachel e il suo ombrello si apre improvvisamente dentro il Central Perk. Sarebbe la ragione per cui non sono potuti stare insieme per sette anni.

La maledizione svanisce dopo sette anni, nella stagione 7, quando Rachel scopre che è incinta.

ross rachel newscinema
Jennifer Aniston (Rachel) e David Schwimmer (Ross) in una scena

Questa teoria dà la colpa a una vecchia superstizione, invece di considerare la responsabilità di due adulti. Ross e Rachel non sono sempre stati sulla s linea d’onda, anche dopo la nascita di Emma. Non a caso proprio dopo uno dei loro litigi, Rachel si trasferisce nell’appartamento di Joey lasciando quello di Ross.

Continue Reading

Cinema

Johnny Depp condannato per aver picchiato la moglie Amber Heard

Published

on

amber heard depp newscinema compressed

Il processo tra Johnny Depp e Amber Heard si è concluso quest’oggi a Londra davanti l’Alta Corte britannica. Le due stelle di Hollywood dopo mesi e mesi di guerra nelle aule di tribunale a colpi di testimonianze e audio e video shock, questa mattina hanno messo un punto definitivo nella loro turbolenta relazione. Alcol, droghe e violenze sono state al centro delle arringhe finali di entrambi gli avvocati che nel corso delle settimane, hanno cercato di difendere i loro assistiti.

La sentenza del processo

Nelle ultime ore è rimbalzata ovunque la notizia della sentenza del caso Depp-Heard. A quanto pare, l’Alta Corte britannica ha dato ragione all’attrice, la quale aveva accusato attraverso il tabloid Sun, di essere stata vittima di violenze da parte dell’ex marito. Picchiata a sangue diverse volte nel corso della loro relazione, il giudice Andrew Nicol, ha emesso il seguente verdetto: “Ho raggiunto questa conclusione avendo esaminato nel dettaglio 14 episodi presentati dalla difesa del tabloid a giustificazione di quanto scritto su Depp, oltre che sulla base di alcune ammissioni sostanziali fatte dallo stesso “denunciante”, ha sottolineato Nicol durante la lettura della sentenza.”

Leggi anche: Amber Heard accusa Johnny Depp di tentato omicidio

amberheard newscinema compressed

Leggi anche: Johnny Depp, nuova accusa ad Amber Heard: “Ecco cosa ha fatto nel nostro letto”

La causa in America

Nonostante la causa si sia conclusa negativamente per Johnny Depp, la loro guerra non può dirsi ancora conclusa, visto che tra i due ex c’è ancora un contenzioso legale in ballo. L’attore a suo tempo, denunciò la moglie per diffamazione, chiedendo la cifra di 50 milioni di dollari di risarcimento dopo aver rilasciato delle dichiarazioni su di lui al Washington Post. Con molto probabilità, l’esito di quest’oggi potrebbe avere un peso non indifferente anche per l’esito di questo verdetto, commentato dai responsabili del Sun con queste parole: “Le vittime di violenza domestica non devono mai essere messe a tacere. Ringraziamo i giudici di Londra e Amber Heard per le sue coraggiose testimonianze in tribunale”.

Continue Reading
Advertisement

Facebook

Advertisement

Popolari