KU8Q-Geubio

È online il trailer di Una Storia senza Nome diretto da Roberto Andò e prodotto da Angelo Barbagallo con Micaela Ramazzotti, Renato Carpentieri, Laura Morante e con la partecipazione di Alessandro Gassmann. Dal 20 settembre al cinema.

Una Storia senza Nome a Venezia 2018

Roberto Andò presenterà nell’ambito della Selezione Ufficiale – Fuori Concorso della 75esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia il suo nuovo film Una storia senza nome, che prende spunto da uno dei più grandi e misteriosi furti d’arte di sempre: quello della Natività del Caravaggio, scomparsa nel 1969 a Palermo.
Descritto dallo stesso regista come “un film sul cinema”, Una Storia Senza Nome alterna i toni del thriller a quelli della commedia e indaga il rapporto che il cinema stesso instaura tra finzione e vita vera, nonché le “sue capacità di investigare la realtà e di trascenderla”.

Una storia senza nome: Alessandro Gassman e Micaela Ramazzotti

Una Storia senza Nome: la Trama ufficiale

Valeria (Micaela Ramazzotti), giovane segretaria di un produttore cinematografico, vive sullo stesso pianerottolo della madre, Amalia, donna eccentrica e nevrotica (Laura Morante), e scrive in incognito per uno sceneggiatore di successo, Alessandro (Alessandro Gassmann).
Un giorno, Valeria riceve in regalo da uno sconosciuto, un poliziotto in pensione (Renato Carpentieri), la trama di un film. Ma quel plot è pericoloso, “la storia senza nome” racconta infatti il misterioso furto, avvenuto a Palermo nel 1969, di un celebre quadro di Caravaggio, la Natività. Da quel momento, la sceneggiatrice si troverà immersa in un meccanismo implacabile e rocambolesco.

Una storia senza Nome è diretto dal regista palermitano Roberto Andò che ha girato film come Il manoscritto del principe, il cineasta e il labirinto, sotto falso nome, viaggio segreto, viva la libertà e le confessioni. Andò è anche uno stimato regista teatrale (Shylock, ovvero il mercante di Venezia in prova) e autore di sceneggiature romanzi e saggi.