Connettiti a NewsCinema!

Bio news

Venezia 74: Michael Caine riceve il Biografilm Celebration Of Lives Award

Pubblicato

:

Alla 74. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, il direttore artistico di Biografilm Festival – International Celebration of Lives Andrea Romeo ha consegnato a Sir Michael Caine il Celebration of Lives Award, il premio che Biografilm Festival dedica ai grandi narratori che con le loro opere e la loro vita hanno lasciato un segno profondo nella storia contemporanea, già assegnato tra gli altri a Charlie Kaufman, Marina Abramovic, Michel Gondry, Gael García Bernal, Peter Greenaway e alla famiglia Coppola.

Vincitore di due premi Oscar® e di tre Golden Globe®, Sir Michael Caine è a Venezia per presentare MY GENERATION di David Batty, un travolgente viaggio nella mitica Swinging London, tra racconti personali e straordinarie immagini di quegli anni, alla riscoperta degli artisti che fecero grande quella stagione culturale, dai Beatles a Twiggy, dal fotografo David Bailey a Marianne Faithfull, dai Rolling Stones alla stilista Mary Quant, creatrice della minigonna.

Il film, accolto a Venezia con grande successo sia di pubblico che di critica, sarà distribuito nelle sale italiane da I Wonder Pictures, la casa di distribuzione cinematografica nata a Bologna dall’esperienza di Biografilm Festival e che da Bologna opera e distribuisce film in tutta Italia.

Continua a leggere
Clicca per commentare

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Bio news

Biografilm 2017: ecco le giurie guidate da Michael Madsen

Pubblicato

:

2017

Annunciati ufficialmente i giuriati della tredicesima edizione di Biografilm Festival | International Celebration of Lives (Bologna, 9-19 giugno 2017).

La Giuria del Concorso Internazionale (che assegnerà il Best Film Unipol Award | Biografilm Festival 2017 e il LifeTales Award | Biografilm Festival 2017) sarà composta da:
· Michael Madsen (presidente di giuria): uno degli sguardi più originali del documentario europeo contemporaneo, è stato già ospite di Biografilm nel 2015 quando il festival gli ha dedicato un omaggio, nell’ambito del quale sono state presentate alcune tra le sue opere più significative, quali Into Eternity: A Film for the future, The Visit e l’episodio da lui girato della serie Cathedrals of Culture ideata da Wim Wenders.
· Chiara Griziotti, montatrice italiana, ha lavorato con registi quali Marco Bechis, Mario Martone e Bernardo Bertolucci. È stata due volte candidata ai David di Donatello: per Italy in a Day di Gabriele Salvatores e per Indivisibili di Edoardo De Angelis, che sarà riproposto a Biografilm in un evento speciale.
· Clive Oppenheimer, vulcanologodi fama mondiale, protagonista di Into the Inferno, lo spettacolare documentario di Werner Herzog alla scoperta dei vulcani attivi in Indonesia, Islanda, Corea del Nord ed Etiopia che sarà anche riproposto quest’anno su grande schermo a Biografilm nell’ambito dell’omaggio a Telluride.
· Anna de Manincor, videomaker e artista visiva, membro del collettivo artistico di fama internazionale ZimmerFrei, che opera tra Bologna e Bruxelles, recentemente all’opera sui film della serie Temporary Cities.
· Menotti, fumettista e sceneggiatore televisivo e cinematografico, ha lavorato per Frigidaire, Comic Art, Blue e per numerose serie tv ed è co-autore della sceneggiatura di Lo chiamavano Jeeg Robot, per cui è stato candidato al David di Donatello.
La Giuria Biografilm Italia (che assegnerà il Best Film Yoga Award | Biografilm Italia 2017 e il LifeTales Award | Biografilm Italia 2017) sarà composta da:
· Federica Masin (presidente di giuria): sceneggiatrice e produttrice, tra le altre cose ha collaborato con Francesco Fei come autrice sia del pluripremiato Onde che del recente Segantini ritorno alla natura, presentato in anteprima mondiale a Biografilm 2016. Ha lavorato come consulente artistico per il Salina Festival e il Mediterraneo Film Festival ed è consulente per la web tv de Il Fatto Quotidiano.
· Giovanni Cioni: Cineasta internazionale, ha vissuto tra Parigi, Bruxelles, Lisbona, Napoli e la Toscana. Tra i suoi film si segnalano Viaggio a Montevideo, in anteprima al Cinéma du Réel 2017, Dal ritorno, in concorso internazionale a Biografilm 2015 e Per Ulisse, premio del concorso internazionale al Festival dei Popoli 2013.
· Alfonso Maiorana: regista, direttore della fotografia e cameraman con oltre 25 anni di esperienza nell’industria cinematografica. Ha collaborato con i principali studios di Hollywood e lavora tuttora regolarmente per Sony Pictures, Warner Bros., Dark Castle Entertainment, Paramount, Columbia Pictures e molte altre.
· Enza Negroni: regista e produttrice, esordisce al cinema con il lungometraggio Jack Frusciante è uscito dal gruppo e si dedica poi soprattutto al genere documentario. Tra i suoi film si segnalano Shalom, Lo chiamavano Vicky e La prima meta, in concorso al Festival dei Popoli 2016 e a Vision du Réel 2017. È presidente di D.E-R, l’associazione dei documentaristi dell’Emilia-Romagna.
· Giovanni Troilo: Regista e fotografo, si muove tra i mondi del cinema, della televisione, dell’editoria e della pubblicità. I suoi lavori, pluripremiati, sono pubblicati su numerose riviste internazionali, da Newsweek Japan a Der Spiegel, da Wired Italia e UK a Vanity Fair. Ha recentemente diretto il documentario Casanova Undressed per Sky Arte HD.

La Giuria Opera Prima (che assegnerà il Premio Hera “Nuovi Talenti” | Biografilm Festival 2017 alla migliore opera prima nelle sezioni del Concorso Internazionale, Biografilm Italia e Contemporary Lives) è infine composta da:
· Roger Ross Williams (presidente di giuria): produttore, sceneggiatore, regista e documentarista statunitense, nel 2010 vince l’Oscar® per il miglior corto documentario con Music by Prudence, diventando così il primo regista afroamericano a vincere un Academy Award. È stato candidato all’Oscar® per il miglior documentario anche nel 2017 con il commoventeLife, Animated.
· Daniele Orazi, manager artistico e consulente di moltissimi attori del panorama nazionale, membro dal 2007 dell’Accademia del cinema italiano che assegna i Premi David di Donatello. Come coproduttore debutta nel 2016 al festival di Venezia con La ragazza del mondo di Marco Danieli (Premio David di Donatello alla miglior opera prima) e con Vangelo di Pippo Delbono. Attualmente è in lavorazione il documentario Last Diva, Valentina.
· Teemu Nikki, sceneggiatore, regista e produttore finlandese, tra i più originali artisti del panorama scandinavo contemporaneo, artista poliedrico di cortometraggi, web series, spot e video musicali. Dalla sua web series #Lovemilla (premio Venla d’oro per il miglior programma per bambini nel 2013) ha tratto un film geniale e delirante quasi omonimo, Lovemilla, in bilico tra cinema di fantascienza post-apocalittica, satira e cinema supereroistico, che sarà presentato durante questa edizione di Biografilm.

Continua a leggere

Bio news

Biografilm a Roma, il programma completo dal 23 al 29 Giugno

Pubblicato

:

Si è concluso il 20 Giugno a Bologna la dodicesima edizione di Biografilm Festival | International Celebration of Lives, il primo evento interamente dedicato alle biografie e alle storie di vita. Forte del successo di quest’anno e grazie alla collaborazione di Circuito Cinema, dal 23 al 29 giugno Biografilm supera i confini di Bologna e porta anche a Roma, al Cinema Quattro Fontane, il meglio del cinema documentario, con una selezione dei più grandi successi di questa edizione e le anteprime di film che hanno saputo conquistare pubblico e giurie del festival. Tra i film in programma, Porno & libertà di Carmine Amoroso, Lo and Behold, Reveries of the Connected World del maestro Werner Herzog, The Black Sheep di Antonio Martino (vincitore del Guerrilla Staff Award | Biografilm Festival 2016), The Music of Strangers: Yo-Yo Ma and the Silk Road Ensemble del regista premio Oscar Morgan Neville (vincitore dell’Audience Award | Biografilm Music 2016), GOODBYE DARLING, I’M OFF TO FIGHT di Simone Manetti (vincitore del Best Film Yoga Award | Biografilm Italia 2016 e della menzione speciale della Giuria Opera Prima) e See You in Texas di Vito Palmieri (vincitore dell’Audience Award | Biografilm Italia 2016).

Il programma completo di Biografilm a Roma è consultabile su http://www.biografilm.it/2016/biografilmroma/

In ventidue giorni di eventi, Biografilm Festival ha proposto al pubblico bolognese 20 concerti eben 90 film. 73 le anteprime, 23 delle quali anteprime mondiali, e numerosissimi i film provenienti dai più importanti festival del mondo, da Cannes a Berlino, dal Sundance a Toronto a IDFA di Amsterdam. Oltre 300 gli ospiti, nazionali e internazionali, che hanno animato con la loro presenza e il loro entusiasmo Bologna in questi giorni. La dodicesima edizione ha confermato il consolidarsi, attorno al festival, di una comunità attiva e accogliente. Gli accreditati al festival sono aumentati del 24% rispetto all’anno scorso, superando il numero di 2500 tessere. Un dato legato tra l’altro alla sempre maggiore presenza a Biografilm di professionisti del settore dall’Italia e dall’estero: tra accrediti professional e accrediti specifici per l’unCONVENTIONal meeting di I Wonder Pictures e Unipol Biografilm Collection, il numero di tessere dedicate ai professionisti di Biografilm 2016 ha raggiunto le 300 unità. In questo ha giocato un ruolo fondamentale il consolidamento di Bio To B | Doc & Biopic Business Meeting, la tre giorni di networking e pitching dedicata al cinema documentario e biografico giunta ormai alla sua terza edizione.

Importante l’aumento di presenze negli eventi a pagamento in sala: gli spettatori sono passati dai 16mila del 2015 a superare quest’anno i 18mila, con una lusinghiera crescita del 12%. Si conferma infine il consueto successo di pubblico al Bio Parco, la rassegna di eventi fuori sala di Biografilm Festival che illumina le serate del Parco del Cavaticcio, che anche quest’anno le100mila presenze, con picchi di affluenza in corrispondenza dei concerti di Nada, Bombino eCalcutta. Il pubblico complessivo del festival, tra sala e fuori sala, arriva così a superare le 118mila presenze.

IL PROGRAMMA COMPLETO

Scopri i dettagli su http://www.biografilm.it/2016/biografilmroma

Cinema Quattro Fontane Roma

GIOVEDÌ 23 GIUGNO

18:30 – SHASHAMANE | CONTEMPORARY LIVES

di Giulia Amati

Italia | 2016 | 80′

Saranno presenti la regista e Paola Malanga (RAI Cinema, produttrice)

20:30 – PORNO E LIBERTÀ | CONTEMPORARY LIVES

di Carmine Amoroso

Italia | 2016 | 77′

Saranno presenti il regista, le protagoniste Giuliana Gamba e Ilona Staller/Ciccionlina, Ludwig Koons.

22:30 – LO AND BEHOLD, REVERIES OF THE CONNECTED WORLD | THE BRAND NEW WORLD

di Werner Herzog

Stati Uniti | 2016 | 108′

 

VENERDÌ 24 GIUGNO

17:00 – COSÌ PARLÒ DE CRESCENZO | STORIE ITALIANE

di Antonio Napoli

Italia | 2016 | 78′

Saranno presenti il regista e i protagonisti Luciano De Crescenzo, Lina Wertmuller, Renzo Arbore, Luisa Laurito.

18:30 – THE BLACK SHEEP | CONCORSO INTERNAZIONALE

di Antonio Martino

Italia | 2016 | 70′

Sarà presente la produttrice Serena Gramizzi

20:30 – THE MUSIC OF STRANGERS: YO-YO MA AND THE SILK ROAD ENSEMBLE | BIOGRAFILM MUSIC

di Morgan Neville

Stati Uniti | 2015 | 96′

22:30 – ROTTE INDIPENDENTI – ROMA. L’ASPREZZA DI UNA CITTÀ AUTOREFERENZIALE | BIOGRAFILM MUSIC

di Lara Rongoni, Giangiacomo De Stefano

Italia | 2016 | 52′

 

SABATO 25 GIUGNO

17:00 – UMBRELLAS | CHRISTO

di Albert Maysles, Henry Corra, Grahame Weinbren

Stati Uniti | 1994 | 81′

18:30 – LES SAUTEURS | NO BORDERS

di Abou Bakar Sidibé, Mortiz Siebert, Estephan Wagner

Danimarca | 2016 | 80′

20:15 – GOODBYE DARLING, I’M OFF TO FIGHT / CIAO AMORE, VADO A COMBATERE | BIOGRAFILM ITALIA

di Simone Manetti

Italia | 2016 | 74′

Saranno presenti il regist, il produttore Alfredo Covelli e la protagonista Chantal Ughi.

22:00 – IL PIANO DI MAGGIE / MAGGIE’S PLAN – BIOGRAFILM WORLD WIDE

di Rebecca Miller

Stati Uniti | 2015 |98′

 

DOMENICA 26 GIUGNO

17:00 – CHRISTO IN PARIS | CHRISTO

di Albert Maysles, David Maysles, Deborah Dickson, Susan Froemke

Stati Uniti | 1990 | 58′

18:30 – STRIKE A POSE | BIOGRAFILM MUSIC

di Ester Gould, Reijer Zwaan

Olanda | 2016 | 83′

20:15 – IL FIUME HA SEMPRE RAGIONE | CONCORSO INTERNAZIONALE

di Silvio Soldini

Italia, Svizzera | 2016 | 72′

Sarà presente il regista (in via di conferma)

22:00 – ENRICO RAVA. NOTE NECESSARIE | BIOGRAFILM MUSIC

di Monica Affatato

Italia | 2015 | 97′

 

LUNEDÌ 27 GIUGNO

17:00 – RUNNING FENCE | CHRISTO

di Albert Maysles, David Maysles, Charlotte Zwerin

Stati Uniti | 1978 | 57′

18:15 – THE STUDENT | BIOGRAFILM EUROPA

di Kirill Serebrennikov

Russia | 2016 | 118′

20:30 – IL FILO DELL’ACQUA | BIOGRAFILM ITALIA

di Rossana Cingolani

Italia | 2016 | 72′

Sarà presente la regista

22:00 – UNCLE HOWARD | CONCORSO INTERNAZIONALE

di Aaron Brookner

Stati Uniti, Regno Unito | 2016 |96′

 

MARTEDÌ 28 GIUGNO

17:00 – ISLANDS | CHRISTO

di Albert Maysles, David Maysles, Charlotte Zwerin

Canada | 1986 | 56′

18:15 – NORMAN LEAR: JUST ANOTHER VERSION OF YOU | BIOGRAFILM ARTE

di Heidi Ewing, Rachel Grady

Stati Uniti | 2016 | 91′

20:00 – OLMO AND THE SEAGULL | CONCORSO INTERNAZIONALE

di Petra Costa, Lea Glob

Danimarca, Brasile, Portogallo | 2015 | 85′

22:00 – SONITA | CONCORSO INTERNAZIONALE

di Rokhsareh Ghaem Maghami

Iran, Germania, Svizzera | 2015 | 90′

 

MERCOLEDÌ 29 GIUGNO

17:00 – CHRISTO’S VALLEY CURTAIN | CHRISTO

di Albert Maysles, David Maysles, Ellen Giffard

Stati Uniti | 1974 | 28′

18:00 – ZERO DAYS | THE BRAND NEW WORLD

di Alex Gibney

Stati Uniti | 2016 | 116′

20:30 – SEE YOU IN TEXAS | BIOGRAFILM ITALIA

di Vito Palmieri

Italia | 2016 | 80′

Saranno presenti i produttori Andrea Paris e Matteo Rovere.

22:45 – THE SPACE IN BETWEEN: MARINA ABRAMOVIC AND BRAZIL | BIOGRAFILM ARTE

di Marco Del Fiol

Brasile | 2016 | 97′

Continua a leggere

Bio news

Gael Garcia Bernal al Biografilm 2016: “Vorrei dire a Trump che siamo tutti migranti”

Pubblicato

:

Il cinema ha una funzione trasversale e attraversa le frontiere con un impatto sulle persone per creare un mondo migliore” ha dichiarato l’attore Gael Garcia Bernal, ospite al Biografilm Festival 2016 per presentare il film Neruda di Pablo Larrain applaudito a Cannes 69, e per introdurre il Festival Ambulante – Gira de Documentales dedicato ai documentari che cura insieme ad Elena Fortes. “E’ sicuramente il festival più originale del pianeta con tante realtà diverse che si incontrano per creare sensibilità nei confronti dei documentari, che molte persone non sapevano cosa fossero all’inizio, confondendoli con i cortometraggi” ha spiegato l’attore messicano ricordando con ironia le origini di questo interessante progetto, quando era giovane e determinato al fianco dei suoi collaboratori e amici, che sfidavano la politica e la società per far valere le loro idee senza compromessi. “Ricordo ancora quando siamo andati alla Cineapolis, la terza catena cinematografica più grande del mondo e abbiamo presentato la nostra idea con uno spirito di ribellione. Se un partito politico che non ci piaceva voleva appoggiarci economicamente non accettavamo” ha aggiunto.

gael2

La mitologia fascista irreale di Donald Trump

E’ apparso pienamente a suo agio mentre firmava autografi e salutava i presenti nel cortile del cinema Lumiere di Bologna, confermando di essere un artista molto lontano dal “mito hollywoodiano”. “Il cinema è cambiato, c’è ancora gente che vuole sfondare ad Hollywood, ma Hollywood in fondo è un concetto astratto e amorfo. Io ho fatto solo un film degli studios, perchè mi piace essere libero e avere molte personalità dentro di me” ha spiegato, sottolineando di aver costruito la sua carriera su un cinema di natura indie. Basta ricordarlo ne I Diari della Motocicletta nel 2004, in Amores Perros, Babel e nel recente No – I giorni dell’arcobaleno, anche se negli ultimi anni ha conquistato un pubblico più ampio con la serie tv Mozart in the Jungle che pochi giorni fa è stata rinnovata per la terza stagione (la seconda stagione in Italia dal 29 Giugno su Sky Atlantic). “Mi diverto moltissimo a fare questa serie tv, perché mi sembra come se fossi parte di una compagnia di giro” ha detto. In questa serie ispirata ad un libro di memorie dell’oboista Blair Tyndall, Gael Garcia Bernal interpreta un direttore d’orchestra eccentrico e stravagante che ci porta dietro le quinte del mondo della musica classica come non lo avevamo mai conosciuto. Tra piccolo e grande schermo il talento di questo giovane attore è indubbio ormai da molti anni, anche se riflettendo sul teatro e il cinema ha ammesso: “Preferisco fare teatro piuttosto che andare a teatro, mentre per quanto riguarda il cinema mi piace più vedere un film che girarlo. In particolare non mi piace il dover parlare di un film prima di averlo fatto, come per vendere qualcosa a busta chiusa, mentre nell’arte e a teatro non funziona così“.

gael

I prossimi film di Gael Garcia Bernal

Prossimamente lo vedremo nel film Desierto diretto da Jonas Cuaron (figlio di Alfonso Cuaron) al fianco di Jeffrey Dean Morgan, per una storia incentrata sul tema dell’immigrazione del quale ci ha raccontato: “L’immigrazione è un fenomeno naturale per cui tutti siamo sopravvissuti su questo pianeta. In fondo siamo tutti migranti e i nostri figli lo saranno anche loro. Con questo film volevamo mostrare questo fenomeno come una cosa naturale, nonostante esista gente che segue la mitologia fascista irreale che sfocia in insicurezza, guerre civili e genocidi, fomentando l’odio sullo stile di Trump. Lui accusa l’altro in qualsiasi occasione. Incolpa i messicani di tutto il male degli Stati Uniti, come i musulmani, i cinesi, i neri. Anche in Messico per esempio trattiamo molto male i sudamericani, ma questo deve cambiare ormai“. La collaborazione con Jonas Cuaron continuerà con Z, una versione futuristica del celebre Zorro che vedremo nelle sale il prossimo anno.

Continua a leggere
Pubblicità

Facebook

Film in uscita

Novembre, 2018

Nessun Film

Film in uscita Mese Prossimo

Dicembre

Nessun Film

Recensioni

Nuvola dei Tag

Pubblicità

Popolari

X