Jim Carrey ha parlato in difesa di Kathy Griffin e la polemica generata dalla sua fotografia con un facsimile della testa tagliata del presidente americano Donald Trump. Griffin ha inviato un video su Twitter chiedendo scusa per la foto poco dopo, ma è stata successivamente licenziata dal suo lavoro come co-host del programma New Year’s Eve trasmesso dalla CNN.

Ho commesso un errore, ho sbagliato” ha detto l’attrice e comica americana di 56 anni alla première di I’m Dying Up Here, una nuova commedia di Showtime. L’attore Jim Carrey ha ironicamente detto alla Griffin di “mostrare anche una gamba tagliata la prossima volta“. In un’intervista a Entertainment Tonight, ha poi dichiarato: “È il lavoro di un comico di attraversare una sorta di linea, perché quella linea è solamente immaginaria. In realtà i comici sono la voce della verità. Ho fatto un sogno l’altra sera in cui giocavo a golf con Donald Trump. Ero in piedi accanto a lui con un club sandwich in mano, e stavo osservando qualcosa,  quando mi sono svegliato improvvisamente. È stato uno di quei sogni in cui vuoi solo tornare a dormire per poterlo finire!”

Kathy Griffin è stata difesa anche dal conduttore Larry King, il quale ha dichiarato, che se la decisione fosse dipesa da lui, non l’avrebbe mai licenziata. “Ha sbagliato, si è scusata. Lasciatela in pace“. Il presidente Trump ha invece commentato la foto di Griffin, in un tweet di mercoledì scorso in cui ammonisce l’attrice: “Kathy Griffin dovrebbe vergognarsi di se stessa. I miei figli, specialmente mio figlio di 11 anni, Barron, sta attraversando, a causa sua, un momento molto difficile”.