Terrence Malick realizza, ancora una volta, il suo cinema filosofico con Song to Song, il dramma musicale in uscita nei cinema italiani il 10 maggio 2017.

Interpretato da Ryan Gosling, Rooney Mara, Michael Fassbender e Natalie Portman, Song to Song racconta un viaggio nell’oscuro mondo dell’industria musicale tra tentazioni, lussi e solitudine. By (Ryan Gosling) è un musicista con i piedi per terra. Faye (Rooney Mara) è una cantautrice disposta a vendere la sua anima all’ambiguo produttore discografico Cook (Michael Fassbender). Rhonda (Natalie Portman) è una cameriera che ha la sola ambizione di non finire come sua madre.

Gli anti-eroi di Song to Song si intersecano, tra passione e tradimento, in una relazione dalle conseguenze tragiche.

song to song

Ryan Gosling e Rooney Mara sono due artisti in cerca di successo in Song to Song

Anime fragili e diavoli tentatori

Il cinema di Malick non è solo fotografia e astrazione. Le stelle della settima arte fanno a gara per lavorare con uno dei più grandi autori del cinema contemporaneo. Film che colpiscono l’immaginazione con sfumature mistiche e anti-eroi in bilico tra la morte e la rinascita.

Il cuore (ancora una volta) è la spiritualità di tematiche-simbolo come il rapporto padre-figlio (The Tree Of Life), la ricerca del successo (Knight of Cups), il confine tra amore e separazione (To the Wonder).

Le anime fragili Rooney Mara e Natalie Portman e il diavolo tentatore Michael Fassbender non aggiungono nulla a una pellicola che emoziona per la struggente semplicità di Ryan Gosling.

song to song

Un amore puro contaminato dai vizi della società contemporanea

Un dramma filosofico

Dopo The Tree of Life Terrence Malick ha iniziato a girare pellicole che, al di là delle star e di un accenno di trama, non seguono un genere preciso. Questo perché il cinema di Malick è pura filosofia, una religione cinematografica che o la si ama o la si odia.

Una parte della critica urla al bluff, all’ego smisurato di un regista che realizza opere che parlano di tutto e niente. Capolavori visivi che incantano attraverso immagini naturalistiche (esaltate dalla spettacolare fotografia di Emmanuel Lubezki) e una simbologia che non esprime nulla di preciso.

Altri elevano i cult dell’autore de La sottile linea rossa tra le massime espressioni della settima arte. Film che fotografano la vita con lo sguardo di chi non fa intrattenimento ma arte e rivoluzione.

Collocandosi tra il sottovalutato To the Wonder e il sopravvalutato Knight of Cups, Song to Song è una pellicola che (nonostante le partecipazioni di Patti Smith e Iggy Pop e gli scontri tra punk rock e sinfonia classica) non parla di musica ma di senso di colpa, spiritualità, rinascita. Un dramma che, attraverso la semplicità di un tramonto, esalta l’importanza di un amore perduto.

Se si tratti di un capolavoro o della follia artistica di un illuminato è difficile dirlo. L’unica certezza è che Song to Song, nella sua astrazione, lascia qualcosa nello spettatore. Quel senso di poesia che solo il cinema con la c maiuscola sa regalare.

Song to Song verrà distribuito dalla Lucky Red nei cinema italiani il 10 maggio 2017.

Song to Song – Trailer

La filosofia di Malick
3.5Overall Score
Regia
Sceneggiatura
Cast
Colonna Sonora
Reader Rating 0 Votes