Warning: A non-numeric value encountered in /home/newscine/public_html/wp-content/themes/15zine/library/core.php on line 4139

Il prossimo 9 novembre uscirà nei cinema italiani Addio Fottuti Musi Verdi, il debutto cinematografico dei The Jackal.

Diretto da Francesco Capaldo e interpretato da Ciro Priello, Fabio Balsamo, Beatrice Arnera, Roberto Zibetti, Fortunato Cerlino e Salvatore Esposito, Addio Fottuti Musi Verdi racconta la storia di Ciro Priello, un grafico napoletano che, dopo la laurea in comunicazione e tre specializzazioni, non trova un lavoro in Italia.

Diviso tra l’impiego in una pizzeria cinese e i progetti per un’azienda che sottovaluta il suo talento, Ciro decide di abbandonare l’Italia. Almeno fino a quando un’agenzia aliena, incuriosita dal suo curriculum, non gli offre un lavoro a tempo indeterminato. Ma, perfino nello spazio, tutto ha un prezzo…

addio fottuti musi verdi

Ciro Priello in una sequenza ad alto tasso di spettacolarità di Addio Fottuti Musi Verdi

Il debutto di Ciro

Chi non conosce gli sketch dei The Jackal scoprirà un volto nuovo in Addio Fottuti Musi Verdi: Ciro Priello, la star di punta della band comica arrivata al successo macinando milioni di visualizzazioni su YouTube.

Arricchito dalla esilarante partecipazione di Fortunato Cerlino e Salvatore Esposito (nei panni di due improbabili direttori di azienda), Addio Fottuti Musi Verdi è, più che la consacrazione dei The Jackal, il debutto cinematografico di Priello. Un attore che, non avendo (ancora) la stoffa per reggere un’opera di novanta minuti sulle spalle, risente della fiacca caratterizzazione dei personaggi.

Oltre al discreto ma non esaltante Priello, Addio Fottuti Musi Verdi vede i co-protagonisti Fabio Balsamo e Beatrice Arnera nei ruoli di due amici disposti a tutto per salvare il pianeta Terra. Completa il cast il cantante Gigi D’Alessio in una partecipazione assolutamente da non spoilerare. Un trionfo di comicità che costituisce l’unico momento davvero esilarante di Addio Fottuti Musi Verdi.

addio fottuti musi verdi

Ciro Priello e Roberto Zibetti sono i protagonisti di Addio Fottuti Musi Verdi di Francesco Capaldo

Grande entertainment, poche risate

I The Jackal hanno la capacità di divertire il pubblico attraverso degli esilaranti sketch sopra le righe. Un successo che non ritroviamo in Addio Fottuti Musi Verdi, il debutto cinematografico che dimentica le origini della band comica. Eliminate le radici terrene (e più funzionali!) della storia, il film di Francesco Capaldo si perde in una messa in scena che trascende il mero citazionismo.

Da Alien 3 di David Fincher alla Trilogia del Cornetto di Edgar Wright (di cui Capaldo ruba a piene mani il montaggio da videoclip), Addio Fottuti Musi Verdi è un pastiche meta-cinematografico di opere di culto. La spettacolarizzazione della storia prende il sopravvento su una tematica (già affrontata dai più scorretti The Pills) che risulta incompiuta: il lavoro in Italia non c’è ma, chi ce lo offre al di fuori, è più cattivo di noi. Un buonismo in antitesi con un’opera che, considerate le premesse, poteva bissare il successo de Lo chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti.

Addio Fottuti Musi Verdi è così una commedia sopra le righe che intrattiene senza regalare le immense risate che ci saremmo aspettati dai The Jackal.

Addio Fottuti Musi Verdi verrà distribuito da 01 Distribution nei cinema italiani il 9 novembre 2017.

Trailer – Addio Fottuti Musi Verdi

Il debutto alieno dei The Jackal
2.5Overall Score
Regia
Sceneggiatura
Cast
Effetti Speciali
Reader Rating 0 Votes