Connettiti a NewsCinema!

CineComics

Avengers, 10 errori dei supereroi che li rendono umani

Pubblicato

:

Un personaggio del cinema, per essere considerato come un eroe, senza dubbio deve essere coraggioso. In The Avengers, solitamente i protagonisti sono eroici, ma non sono propriamente perfetti. Restano comunque degli esseri umani. Si comportano egoisticamente, commettono degli errori e a volte hanno la possibilità di uccidere il proprio nemico ma preferiscono non farlo, per qualche inspiegabile ragione. Questa situazione non accade di frequente, ma comunque accade.

Qui ci sono le 10 cose peggiori ed inspiegabili che i Vendicatori hanno fatto all’ interno dei loro film. All’ interno di questo elenco, per correttezza abbiamo omesso qualsiasi azione commessa dagli eroi mentre sono sotto l’influenza e il controllo della mente da parte di qualche altra entità.

10. Rhodey salta in una tuta di Iron Man (Iron Man 2)

Gran parte del divertimento di Iron Man proviene dalla visione dell’esperimento di Tony Stark con la sua armatura. Esperimento che dura diverse settimane (eventualmente mesi), nelle quali Tony mette a punto la sua tuta ed impara attentamente i livelli di potenza per controllare il suo repulsor a fronte di un volo prolungato. Un brillante montaggio mostra Tony sacrificare non solo la sua casa e la sua auto, ma proprio il suo corpo per imparare a controllare correttamente la tuta. In Iron Man 2 accade inspiegabilmente che Rhodey diventa Tony. Per peggiorare le cose, Rhodey prende il controllo della sola arma letale nella storia dell’umanità, in grado di sparare raggi repulsor ed un serbatoio di missili a goccia, durante una festa con decine di passanti innocenti presenti in quel momento. Sì, Tony era ubriaco e agisce come un pazzo, ma è stato temerario e Rhodey deve averlo conosciuto migliore di così. Magari avrebbe potuto uccidere qualcuno.

9. Spider – Man contro Harry Osborn (The Amazing Spider – Man 2)

The Amazing Spider-Man 2 è stato un fallimento che ha causato la rapida fine per il franchising del reboot di Spider-Man all’ interno del MCU. Uno tra i momenti più particolari all’ interno del film è quando Peter Parker decide di comportarsi in maniera insolita con il suo amico di infanzia Harry OsbornHarry, afflitto dalla stessa malattia di suo padre e in cerca di una cura, chiede a Peter di metterlo in contatto con Spider Man  così da potergli chiedere un po’ di sangue per lui e magari curarlo.

Peter rifiuta, ed è una decisione più che condivisibile perché non ha alcuna idea di che effetto possa fare il suo sangue su Harry. Se non fosse che dopo il rifiuto, decide di mostrarsi come Spider-Man per dire “no” ancora una volta. A questo punto, che senso ha avuto mostrarsi come Spider – Man se la risposta è sempre stata negativa dall’ inizio? Solo per mettersi nuovamente il costume? È chiaro che Harry lo odia.

8. Scott Lang torna ad essere un criminale (Civil War)

Quando è trapelata la notizia che Edgar Wright non avrebbe più diretto Ant-Man, i fan della Marvel di  tutto il mondo hanno tirato un respiro di sollievo con la speranza che, in qualche modo, si potesse mettere in piedi un film decente che non lo trascinasse verso gli abissi. Fortunatamente per la Marvel, Ant-Man è un film unico e solido e l’ attore Paul Rudd è riuscito a far breccia nel cuore dei fan con la sua simpatica performance nei panni di Scott Lang.

La storia di Lang è relativamente semplice. Vuole solo vivere una vita tranquilla e riuniersi con la sua giovane figlia, Cassie. In corrispondenza della fine del film, riesce anche a far pace con il fidanzato della moglie e riesce ad evitare il carcere, riuscendo a realizzare il suo obiettivo. Lang compare nel team del film Captain America: Civil War come un criminale fuori legge.

7. Thor tenta di uccidere Captain America (The Avengers)

Il film esordio del dio del tuono, Thor, è stato formidabile nel 2011. È stato un epico pesce fuor d’acqua nel racconto che vede Thor iniziare la sua avventura come un eroe bruto e arrogante, per poi passare ad essere il degno successore di Odino sul trono di Asgard. Il problema principale con il debutto di questo personaggio e il suo successivo ritorno in The Avengers è il suo aspetto che, in quest’ultimo film, sembra annullare completamente i progressi fatti nel precedente.

Thor si mostra aperto nei confronti di Loki dopo un fantastico combattimento con Iron Man, nel quale si trova faccia a faccia con Captain America, il quale gli chiede gentilmente di mettere il suo martello a terra. Ma il dio del tuono piuttosto che parlare con calma e lasciare il martello, decide di provare ad uccidere Captain America colpendolo con forza. Per fortuna Captain è riuscito a proteggersi con il suo scudo, ma Thor non poteva prevederlo.

6. Captain America cerca di uccidere Spider -Man (Civil War)

Un altro buon tentativo di omicidio è il seguente. Dopo il battibecco con Thor in The Avengers, Captain America ha deciso di provare ad uccidere qualcuno in Captain America: Civil War. Durante la battaglia in aeroporto (una delle scene più note e celebri della pellicola), Captain si ritrova faccia a faccia con Spider-Man. I due inizialmente si scambiano alcuni scatti e battute prima del tentativo di Captain America di aggredire fisicamente e mortalmente Spider-Man. L’Uomo Ragno vede Captain gettare il suo scudo su un una torre dell’aeroporto (che probabilmente pesa diverse tonnellate), facendo collassare la struttura sulla sommità di Spidey. Come Thor in The Avengers, Captain non avrebbe potuto sapere che questa azione contro Spider-Man non avrebbe sortito il minimo effetto perché dotato di una super resistenza. Informazione ben nota a noi fans.

5. Tony Stark dichiara il suo indirizzo, non fa nulla per proteggere se stesso (Iron Man 3)

Robert Downey Jr è l’amatissimo Tony Stark, personaggio tanto amato dai fan in tutto il mondo perché non può essere domato. Nel film dichiara orgogliosamente lui è Iron Man comunicando a sorpresa il suo indirizzo sulla televisione Mandarin  in Live TV nel film Iron Man 3. Considerando che Tony Stark ormai è noto ai tantissimi fan per essere imprevedibile, questa reazione alla minaccia è stata appresa con uno stupore generale.

La cosa che è accaduta a seguito di questa informazione è ciò che fa riflettere: non è accaduto nulla. Nonostante la presenza di decine di abiti nel suo seminterrato, Tony non fa nulla per proteggere se stesso dall’attacco che molto probabilmente si sarebbe dovuto verificare, dato il suo invito inaspettato.

4. Captain America confida il destino del mondo ad un distributore automatico (Winter Soldier)

Uno dei maggiori difetti nella quasi impeccabile pellicola di Captain America: The Winter Soldier è Steve quando prende la decisione di nascondere il flash a lui donato da Nick Fury (insieme al consiglio di non fidarsi di chiunque) in un distributore automatico all’interno dell’ospedale dove Fury sembra apparentemente scomparire.

Chiaramente l’unità del flash ma cosa sarebbe successo se un agente Hydra avesse visto nasconderlo nel distributore? Che cosa sarebbe accaduto se Alexander Pierce fosse riuscito a superare il perimetro di sicurezza e vedere dove si nascondeva Steve? Cosa sarebbe successo se Joe lo avesse comprato per un dollaro? Ci sono troppe variabili che non hanno funzionato a causa di questa decisione errata da parte di Steve. Per fortuna tutto funziona bene e Natasha finisce per acquistarlo, ma questo non scusa Steve e la sua scarsa pianificazione.

3. Vision non permette di catturare Crossbones (Civil War)

Captain America: Civil War è un grande film, e ciò che manca in termini di partecipazione viene compensato in azione e umorismo. Il film si apre con il nuovo gruppo di Avengers (Capitan America, Black Widow, Scarlet Witch e Falcon) impegnati nel tentativo di  rintracciare e catturare Brock Rumlow alias Crossbones. Stranamente assente dal gruppo, tuttavia, è Vision.

Durante la conseguente mischia, Captain America finisce per perdere la messa a fuoco quando Crossbones  cita Bucky, cosa che gli consente di soffiare via e quasi uccidere Captain. Mentre Scarlet Witch cerca di contenere (temporaneamente) l’esplosione, alla fine non ce la fa e  distrugge un edificio intero, causando la morte di persone innocenti al suo interno. Vision è responsabile per ognuno di quei decessi. Tutti loro avrebbero potuto essere salvati se solo avesse messo un piede fuori del suo antro. Tra lui e Scarlet Witch, sarebbe stato molto facile uccidere Crossbones. Invece ha scelto di rimanere seduto e lasciare morire tantissime persone.

2. Iron Man, Thor e Vision non uccidono Ultron quando hanno la possibilità (Age of Ultron)

The Avengers: Age of Ultron è uno di quei rari film dove agli eroi viene data l’opportunità di porre fine al conflitto finale con nessuna vittima, ma nonostante tutto scelgono di non usufruire di questa opportunità. In una situazione dove c’è l’esercito di Ultron quasi decimato, Iron Man, Thor e Vision si trovano nella posizione di poter uccidere Ultron. Stiamo parlando di una situazione che vede Ultron letteralmente fuso dalle esplosioni di Iron Man con il fascio del repulsor, Thor gli scaglia contro un fulmine e Vision il laser in pietra, tre eroi che improvvisamente consentono anche ad Hulk l’opportunità di picchiare Ultron fuori del giro. Questa decisione si torcerà contro gli eroi quando Ultron ritorna ed uccide Quicksilver sotto una pioggia di proiettili. Per peggiorare le cose, i The Avengers distruggeranno tutti i fuchi di Ultron successivamente nello stesso film, con il colpo finale di Vision. Questo dimostra ancora di più che uccidere Ultron è assolutamente possibili precedentemente. Sostanzialmente Quicksilver quindi è morto per nulla.

1. Daredevil e l’omicidio di Jose Quesada (Daredevil)

Daredevil insieme ai The Avengers vecchi e quelli nuovi, si qualifica come una voce fuori dal coro, in questo elenco, visto che il ragazzo non è mai riuscito a guadagnare la vetta considerando solo le sue azioni temerarie nel suo unico film del 2003. Nel film, Murdock è piuttosto un inetto avvocato incapace di perseguire lo stupratore Jose Quesada, nonostante il fatto che Quesada sia chiaramente colpevole.

Murdock lo sa perché è in grado di sentire il battito cardiaco di Quesada. (In risposta a questo, Murdock sorride semplicemente, invece di fare il suo lavoro ed ottenere la condanna dell’ uomo.) Dopo il periodo di prova, Murdock segue Quesada in un club e lo insegue in una metropolitana paralizzandolo prima di lui e lasciandolo proseguire su un treno. Questo è piuttosto strano, Murdock. E pensare che tutto questo avrebbe potuto essere evitato se solo avesse fatto il suo lavoro in primo luogo.

 

Continua a leggere
Clicca per commentare

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CineComics

Venom, la recensione del film Marvel con un folle e irresistibile Tom Hardy

Pubblicato

:

Eddie Brock è un giornalista di inchiesta che vive e lavora a San Francisco. Testardo, curioso e determinato si ribella al sistema, portando avanti le sue idee e un modo di lavorare alquanto istintivo, non preoccupandosi delle conseguenze. Quando inizia a indagare sullo scandalo che coinvolge la Life Foundation, guidata da un imprenditore egocentrico e senza scrupoli, un’intervista troppo invadente gli rovina la vita, privandolo della fidanzata Anne e del suo futuro. La sua rivincita arriva però grazie a un contatto imprevisto con un’entità aliena, conosciuta come “simbionte”, che prende il controllo del suo corpo, donandogli dei superpoteri.

Ruben Fleischer, regista di Benvenuti a Zombieland e Gangster Squad, dirige Venom, il nuovo film Marvel al cinema dal 4 Ottobre, dedicato al personaggio noto come la nemesi di Spider-man. Qualcuno ricorderà Topher Grace alle prese con questo parassita alieno in Spider-man 3, ma in questa nuova versione cinematografica è Tom Hardy l’intrigante e folle protagonista. La sceneggiatura scritta da Jeff Pinkner & Scott Rosenberg e Kelly Marcel si concentra proprio su di lui, rendendolo il punto di forza di un film che rispetta le tradizionali regole di un prodotto Marvel, regalando tuttavia alcune idee originali. Fin dalle prime scene, infatti, si avverte una dimensione fortemente dark in cui prende forma un horror thriller inquietante e coraggioso. Ma parliamo pur sempre di un film Marvel, destinato in gran parte a un pubblico giovane, quindi viene chiamata in causa l’ironia per sdrammatizzare alcuni momenti troppo forti dal punto di vista visivo e contenutistico, per far tornare il film sui binari del mainstream.

Tom Hardy in una scena di Venom

Venom non è Alien o Predator, nonostante espliciti riferimenti. E non deve esserlo. Nato sulle pagine dei fumetti intorno alla fine degli anni 80, Venom non è una creatura nata dalla mente di Stephen King o di maestri horror come George A. Romero e John Carpenter, pertanto il mix di avventura, azione e romanticismo che ha scelto di proporre Fleischer funziona e offre due ore di puro intrattenimento. Tom Hardy si trova perfettamente a suo agio nei panni di un protagonista schizofrenico che deve gestire più personalità. Vittima di un animato confronto alla Dr. Jekyll e Mr. Hyde, il personaggio di Eddie Brock è testimone di un film che combina un curioso appuntamento tra psicologia e fantascienza, lasciando ampio spazio all’adrenalina di inseguimenti acrobatici realizzati con un montaggio serrato e scontri corpo a corpo creativi, violenti e in continuo movimento per la città.

Tuttavia, tra le caratteristiche discutibili di Venom c’è Michelle Williams che sembra un’intrusa nel cast, presentando il suo personaggio con distacco e confermando la scelta sbagliata della Marvel di averla coinvolta in un progetto di questo tipo. Ma anche Riz Ahmed, nei panni del villain principale, non dimostra degnamente l’indole negativa e la personalità corrotta propria di un antagonista, contrapposto ad una presenza come Hardy.

I fumetti originali in cui Venom è presente restano sullo sfondo, ma la rivisitazione di Fleischer sceglie l’infedeltà alla pagina scritta per proporre un blockbuster spassoso che tiene incollati allo schermo. La sopravvivenza della razza umana, l’esaurimento delle risorse del pianeta, sicuramente non fanno parte di una trama originale, soprattutto quando si parla di un film di supereroi. Ma, come il resto dei film Marvel, l’importante è lo stile con cui si propone una storia già sentita. Venom ha dei difetti ed è lontano dalla perfezione, ma non è da condannare come vintage, scontato e arrugginito, poichè ha una sua identità suggestiva e graffiante che lascia il segno.

Venom, la recensione del film Marvel con un folle e irresistibile Tom Hardy
3.4 Punteggio
Pro
Scene d'azione mozzafiato, Tom Hardy in parte, Atmosfera dark
Contro
Trama poco originale, Michelle Williams fuori parte, villain poco incisivo
Riepilogo Recensione
Venom è un film di puro intrattenimento, che rispetta le regole Marvel ma stupisce per una dimensione dark e horror che coinvolge lo spettatore fin dall'inizio. Tom Hardy perfettamente in parte, mentre Michelle Williams come sua compagna e Riz Ahmed come villain risultano deboli.
Regia
Sceneggiatura
Cast
Colonna Sonora
Continua a leggere

CineComics

Venom: rivelata la lista dei pezzi della colonna sonora

Pubblicato

:

venom-soundtrack

Venom debutterà nei cinema il prossimo 4 ottobre e la Sony ha rivelato la lista dei brani che compongono la colonna sonora e la data di uscita.

Venom: la colonna sonora

La colonna sonora del film Venom sarà in commercio dal prossimo 5 ottobre e conterrà la musica originale composta dall’artista nominato ai Grammy Ludwig Goransson che ha precedentemente lavorato a film come Black Panther e Creed

Ecco la copertina del CD che si potrà acquistare dal 5 ottobre nei negozi fisici e online.

Venom Colonna Sonora

Ed ecco la lista dei pezzi che la compongono

1. Space Exploration
2. Symbiotes Arrive
3. First Contact
4. Eddie’s Blues
5. Run, Eddie, Run
6. What’s Wrong with Me
7. Panic at the Bistro
8. Humans…Such Poor Design
9. Self Defense
10. Pedal to the Metal
11. Eyes, Lungs, Pancreas
12. You Want Up?
13. Venom Rampage
14. Annie, I’m Scared
15. Parasite
16. Unexpected Ally
17. Battle on the Launch Pad
18. You Belong with Us

Venom: il film

Il settore della produzione è stato affidato a Avi Arad Matt Tolmach insieme ad Amy Pascal, con Palak Patel e Eric Fineman che supervisionano per la Columbia Pictures.

Il film è diretto da Ruben Fleischer ( Zombieland , Gangster Squad ) e scritto da Scott Rosenberg ( Pain & Gain ,  Jumanji ) e Jeff Pinkner ( The Amazing Spider-Man 2 ).

Il film non avrà nessuna censura, potrà essere visto da tutti. La sua durata è fissata per un’ora e cinquantadue minuti. Non ci sarà Spider-Man ma gli studios hanno aperto a una possibile reunion per un futuro prossimo. Probabilmente quando Spider-Man avrà terminato l’accordo con i Marvel Studios.

Venom – Una scena del film

Venom nei fumetti

La prima volta che compare Venom nei fumetti è con un costume alieno indossato da Spider-Man in  Marvel s’ The Amazing Spider-Man # 252, nel 1984, è stato diversi anni prima che Peter Parker si fondesse con il fotografo Eddie Brock, dando vita all’antieroe conosciuto come Venom. Da allora, il personaggio è apparso in una varietà di forme diverse e legato a diversi ospiti. Nell’Universo Marvel “Ultimate”, la tuta ha un’origine più terrestre, creata dai genitori dello scienziato di Parker e Brock nel tentativo di curare il cancro. Più recentemente, il simbionte di Venom si è spostato tra Mac Gargan (alias The Scorpion) e il vecchio rivale di Peter Parker, Flash Thompson.

Fonte: comicbook.com

Continua a leggere

CineComics

X-Men Dark Phoenix: Primo Trailer Italiano

Pubblicato

:

Xmen

Era stato annunciato ieri con un teaser poster e puntuale oggi è arrivato il primo trailer di X-Men Dark Phoenix diretto da Simon Kinberg al suo primo film da regista.

X-Men Dark Phoenix al cinema nel 2019

X-Men Dark Phoenix è il settimo film della saga degli X-Men iniziata da Bryan Singer nel 2000 e proseguita con successo da X-Men 2, X-Men conflitto finale, X-Men – L’inizio, X-Men Giorni di un futuro passato, X-Men Apocalisse. La saga ha avuto diversi spin-off come quelli dedicati a Wolverine: X-Men Le origini Wolverine, Wolverine L’immortale e Logan – The Wolverine. Quelli dedicati al personaggio di Deadpool con Deadpool e Deadpool 2. Per il futuro sono previsti i film dedicati ai Nuovi Mutanti (New Mutants), Gambit e X-Force. X-Men Dark Phoenix è probabilmente l’ultimo della saga prodotto dalla 20th Century Fox dato che si è concluso il passaggio alla Disney e i mutanti saranno presi in gestione dai Marvel Studios.

Queso il teaser poster che annuncia la data di uscita americana, ovvero quella di San Valentino 2019

X-Men Dark Phoenix Poster

X-Men Dark Phoenix Poster

X-Men Dark Phoenix: il film

X-Men Dark Phoenix si svolgerà 10 anni dopo X-Men Apocalisse. Dopo che una missione di salvataggio nello spazio andrà storta un flusso solare risveglierà in Jean Grey la sua parte oscura: la Fenice Nera.

La regia e la sceneggiatura de film è affidata a Simon Kinberg che ha scritto i precedenti film della saga degli X-Men e adesso esordisce alla regia. Kingber si ritrova a dirigere un cast di assoluto livello tra cui: Jessica Chastain nei panni del Villain “Smith”, Nicholas Hoult nei panni di Bestia, Alexandra Shipp nelle vesti di Storm, Kodi Smit-McPhee nei panni di Nightcrawler, Evan Peters nei panni di Quicksilver. Il Professor Xavier sarà interpretato da James McAvoy, Magneto da Michael Fassbender, Mystique da Jennifer Lawrence, Cyclops da Tye Sheridan (Ready Player One), e ovviamente Jean Grey sarà Sophie Turner.

Continua a leggere
Pubblicità

Facebook

Film in uscita

Novembre, 2018

Nessun Film

Film in uscita Mese Prossimo

Dicembre

Nessun Film

Recensioni

Nuvola dei Tag

Pubblicità

Popolari

X