Connect with us
cate blanchett cate blanchett

Biografie

Cate Blanchett | carriera e vita privata dell’elegante attrice australiana

Published

on

Se dovessi scegliere chi è l’attrice più elegante del firmamento di Hollywood, senza battere ciglio risponderei Cate Blanchett. Altissima, fisico longilineo, fine nei modi e nel volto impreziosito da due occhi azzurri come il cielo molto profondi. La Blanchett nel corso della sua carriera cinematografica ha dimostrato di essere perfetta in qualsiasi situazione. Capace di far ridere, di far emozionare, di fare arrabbiare e di far perdere la testa a milioni di uomini in tutto il mondo.

L’attrice australiana, nelle ultime settimane è risultata essere tra i nomi più cercati su Google, a seguito delle continue news lavorative. Nuovi progetti sia per il grande schermo come per il piccolo, la renderanno protagonista di questo anno turbolento, anche per il mondo dello spettacolo, e anche per il prossimo. Adesso, ripercorriamo quali sono state le tappe fondamentali che hanno contribuito a far crescere sempre di più il suo nome nel mondo del cinema.

cate blanchett young2

Cate Blanchett | La formazione

Cate Blanchett nata il 14 maggio 1969 a Melbourne, in Australia, ha origini francesi da parte di padre, Robert DeWitt Blanchett e origini inglesi da parte di madre, June Gamble. Da bambina purtroppo ha perso il papà, crescendo insieme a suo fratello maggio e sua sorella minore.

L’intenzione di entrare nel mondo dello spettacolo, vive in lei a partire dai 18 anni, quando inizia a studiare danza e pianoforte. Non tutti sanno che, la giovanissima Cate fece la sua prima apparizione come comparsa in un film, durante un viaggio in Egitto.

Continua la sua formazione in campo artistico, iscrivendosi alla Sydney’s National Institute of Dramatic Arts, riuscendo a ottenere delle parti in teatro e al cinema, come nel film Paradise Road diretto da Bruce Beresford.

Leggi anche: Stateless | quello che sappiamo sulla nuova serie con Cate Blanchett

Cate Blanchett | Gli esordi

Dopo questa prima esperienza come vera attrice, inizia ufficialmente la sua carriera nel mondo del cinema, tanto ricevere una nomination ai Golden Globe e agli Oscar come miglior attrice drammatica per il film Elizabeth di Shekhar Kapur.

Hollywood consapevole della stella appena nata, la rende partecipe ( e in alcuni casi protagonista ) di film che vedono la presenza dei migliori attori e attrici in circolazione. Si cimenta nell’adattamento cinematografico della commedia Un marito ideale di Oscar Wilde con Rupert Everett, il film Il talento di Mr. Ripley con Matt Damon e The Man Who Cried di Sally Potter con la coppia Christina Ricci e Johnny Depp. Iniziano i primi ruoli da protagonista nei primi anni 2000, come nel caso di The Gift diretta da Sam Raimi e Bandits con Bruce Willis.

blanchett elfo

Cate Blanchett | Il successo

Il vero successo della Blanchett è datato 2001 quando viene scelta per entrare a far parte del cast della trilogia fantasy Il Signore degli Anelli del regista Peter Jackson. L’adattamento cinematografico dei romanzi di J.R.R Tolkien la vedono vestire i panni aurei e candidi dell’elfo Galadriel. Aiutata dal suo aspetto fisico, perfettamente in linea con quanto descritto nei libri, riesce a conquistare il pubblico e la critica.

Tra i vari film che la vedono protagonista, nel 2005 grazie al film The Aviator diretta da Martin Scorsese nel ruolo di Katherine Hepburn ottiene il suo primo Osca come miglior attrice non protagonista. Da questo momento, Cate Blanchett balza in cima alle classifiche delle attrici più richieste dai produttori americani, coinvolgendola in film come Diario di uno scandalo insieme a Judy Dench, le quali vengono nominate entrambe agli Oscar. E ancora, Intrigo a Berlino di Steven Soderbergh con George Clooney.

Leggi anche: Cate Blanchett, 5 curiosità sull’attrice ospite alla Festa del Cinema di Roma 2018

cate blanchett walkoffame

La stella di Cate Blanchett sulla Walk of Fame

Sono Cate, ma chiamatemi Elizabeth!

Se dovessi analizzare un momento in particolare, che ha consacrato la bella Blanchett nel mondo del cinema è senza dubbio con il film Elizabeth: The Golden Age diretta da Shekhar Kapur, nel quale interpreta il ruolo di Elisabetta I d’Inghilterra. Un progetto molto importante e soprattutto da considerarsi di svolta, per la sua carriera, dato che venne candidata anche come miglior attrice protagonista ai Premi Oscar.

Ad apprezzare le sue performance oltre al pubblico e alla critica, ci pensano le maggiori manifestazioni cinematografiche di tutto il mondo, oltre ai Premi Oscar e i Golden Globe. Nel 2007 riesce a vincere la prestigiosa Coppa Volpi durante la 64^ Mostra del cinema di Venezia, per il film Io non sono qui. Nel 5 dicembre 2008 anche la signora Blanchett entra a far parte della famosa Walk of Fame con la stella che potrete vedere in foto. Il cinema non fa altro che scritturarla continuamente, facendola balzare da un set all’altro, regalando performance sempre interessanti.

Leggi anche: Festa del Cinema di Roma: Carol, il capolavoro del cinema LGBT con Cate Blanchett

giorgio armani si passione

Tra il cinema e il mondo della moda

L’inarrestabile carriera di Cate Blanchett, la vede destreggiarsi in tanti film ognuno dei quali appartenenti a generi cinematografici differenti. Nel 2012 torna a interpretare la leggiadra Galadriel nel primo film Lo Hobbit, prequel de Il Signore degli Anelli. La moda ovviamente non può lasciarsi scappare una bellezza del genere, in particolar modo, lo stilista italiano Giorgio Armani la sceglie come testimonial del profumo Si! firmando un contratto di 10 milioni di dollari.

Un altro film fondamentale per la sua carriera è Blue Jasmine. Interpreta magistralmente il ruolo di una donna che deve cercare di alzare la testa nonostante gli improvvisi fallimenti capitati in poco tempo. Diretta da Woody Allen, la bella Blanchett vinse il terzo Golden Globe e il secondo Oscar, entrambe nella categoria miglio attrice protagonista.

Nel 2014 tra il film Monuments Men di George Clooney e l’esperienza come doppiatrice per il film d’animazione Dragon Trainer 2; nel 2015 viene diretta da Kenneth Branagh nel film Cenerentola nel quale interpreta la matrigna malvagia Lady Tremaine. 

hela

La vera prima donna villain

Il bellissimo film Carol in coppia con Rooney Mara, mostra un’inedita Blanchett, interpretando il ruolo di una donna sposata che si innamora di una giovane commessa. Molto interessante la sua performance nel film Truth – Il prezzo della verità nel quale interpreta la giornalista americana Mary Mapes, coinvolta nell’inchiesta Bush-Guard per la CBS News.

Sarà in versione ladra nel film Ocean’s 8 di Gary Ross, insieme a  Sandra Bullock, Helena Bonham Carter, Anne Hathaway, Rihanna, Mindy Kaling, Sarah Paulson e Awkwafina. Nel 2017 la nota rivista Forbes la inserisce all’ottavo posto tra le attrici più pagate di Hollywood insieme a Julia Roberts, stimando una cifra che si aggira ai 12 milioni di dollari.

Non poteva mancare la sua partecipazione nel mondo della Marvel, interpretando il ruolo della prima donna villain Hela, nel film Thor Ragnarock con protagonista Chris Hemsworth.

Il 2018 la vede come membro della giuria della 71^ edizione del Festival di Cannes, partecipando nel film Il mistero della casa del tempo con Jack Black e si cimenta nuovamente nel doppiaggio con Mowgli- Il figlio della giungla. Nel 2019 prende parte al film Che fine ha fatto Bernadette? nel ruolo di protagonista, venendo elogiata anche in questo caso, da critica e pubblico.

In parallelo al mondo del cinema, non perde occasione per dedicarsi alla sua seconda passione: il teatro. Cate Blanchett sarà protagonista di alcuni spettacoli come Eva contro Eva nel 2017 e in veste di regista con lo spettacolo Una specie di Alaska diretto dall’inglese Harold Pinter..

Cate Blanchett | La vita privata

La Blanchett è tra le poco celebrità a brillare nelle rivista per la sua serietà e totale assenza di gossip. Dal 1997 è sposata con lo sceneggiatore, regista e drammaturgo australiano Andrew Upton, conosciuto sul set di uno show televisivo. Dalla loro unione, sono nati tre bambini: nel 2001 Dashiell John, nel 2004 Roman Robert e nel 2008 Ignatius Martin.

Tra un film e un altro, la Blanchett è impegnata anche con  organizzazioni di beneficenza incentrate su iniziative di tipo culturale. Tale è il suo impegno che viene nominata come ambasciatrice della SolarAid, un’organizzazione non governativa. Da anni collabora con le Nazioni Unite per i rifugiati come ambasciatrice di buona volontà,dopo essere tornata da un campo profughi in Giordania nel 2016.

Il mio amore più grande?! Il cinema. Passione che ho voluto approfondire all’università, conseguendo la laurea magistrale in Scienze dello spettacolo e della produzione multimediale a Salerno. I miei registi preferiti: Stanley Kubrick, Quentin Tarantino e Mario Monicelli. I film di Ferzan Ozpetek e le serie tv turche sono il mio punto debole.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Biografie

Jude Law | Tra successi e impegno, biografia di un grande artista

Published

on

jude law newscinema compressed

Di recente ha detto la sua sul licenziamento in tronco del collega Johnny Depp, ma anche Jude Law ha dei trascorsi da prima pagina dei tabloid…

Jude Law | Una strada piena di successi

Nato a Londra il 29 dicembre 1972, figlio minore di due insegnanti, Peter Robert Law e Margaret Anne Heyworth, prende il nome dalla celebre canzone dei Beatles, Hey Jude, oltre che dal libro Jude l’Oscuro di Thomas Hardy.

Leggi anche: The Young Pope, Jude Law risponde ai meme sul suo Papa

All’età di soli 15 anni ha inizio il suo percorso nella recitazione con il National Youth Music Theatre. La sua strada appare sin da subito piastrellata di successi: una candidatura come miglior esordiente al Laurence Olivier Award e uno Ian Charleson Award prima; una candidatura ai Tony Award e il Theatre World Award dopo aver calcato le scene di Broadway, al fianco di Kathleen Turner e Cynthia Nixon.

jude law mr ripley newscinema
Matt Damon, Jude Law e Gwyneth Paltrow in Il talento di Mr. Ripley

Nel 1989 arriva il primo ruolo sul piccolo schermo, in una pellicola basata sul libro di Beatrix Potter The Tailor of Gloucester; solo cinque anni dopo approderà al cinema, niente meno che con Paul W.S. Anderson, in Shopping (sul cui set incontrerà la moglie Sadie Frost, dalla quale si separa dopo circa 10 anni e tre figli). La vittoria dell’Evening Standard British Film Award sembra condurlo dritto dritto verso l’Olimpo: da Clint Eastwood – che lo dirige in Mezzanotte nel giardino del Bene e del Male – alla prima nomination agli Oscar come Miglior attore non protagonista per Il talento di Mr. Ripley.

I mille talenti di Jude Law

Ormai Jude Law è un attore affermato e ricercato, che può permettersi il lusso di scegliersi i progetti in cui crede e che ha l’abilità anche di trovarne di ottimi. Il suo nome è una garanzia, così come le sue performance. Si pensi che per entrare nella parte di alcuni suoi personaggi ha imparato a suonare il sassofono o a ballare.

Per Ritorno a Cold Mountain ottiene la seconda nomination agli Oscar, stavolta come Miglior attore protagonista. Recita per Steven Spielberg in A.I. – Intelligenza artificiale, torna a calcare il palcoscenico nei panni di Amleto, viene eletto “uomo vivente più sexy” dalla rivista People e si aggiudica l’onorificenza di Chevalier nell’Ordre des Arts et des Lettres – come riconoscimento per il suo contributo nel campo artistico.

Nel 2009 prende parte all’opera di Terry Gilliam, Parnassus – L’uomo che voleva ingannare il diavolo, insieme a Colin Farrell e Johnny Depp, che vanno tutti a sostituire – a titolo interamente gratuito – il prematuramente scomparso Heath Ledger.

Da John Watson al giovane Papa di Sorrentino

Dopo un paio di remake – Alfie e Sleuth – Gli insospettabili – diventa il mitico John Watson per Guy Ritchie, affiancando Robert Downey Jr. in due capitoli di Sherlock Holmes (e chissà che non ne arrivi presto un terzo…)

jude law watson newscinema
Robert Downey Jr. e Jude Law in Sherlock Holmes

Jude passa dai grandi classici come Anna Karenina, dove interpreta il consorte della protagonista (Keira Knightley), a opere più mainstream come King Arthur, Animali fantastici e dove trovarli – è il giovane Albus Silente – e Captain Marvel, in cui è un villain di tutto rispetto. Nel suo percorso, tra i più variegati e incredibili di sempre, si avvicendano nomi del calibro di Martin Scorsese (con cui ha lavorato in The Aviator e Hugo Cabret), Steven Soderbergh, Wes Anderson, Woody Allen.

Nel 2016 arriva anche a essere diretto da nostrano Paolo Sorrentino: The Young Pope è una delle serie televisive più importanti e imponenti degli ultimi anni. Law interpreta il giovane Papa che dà il titolo al progetto: un misto di fascino, arguzia e spirito rivoluzionario, che sfiora in più di un’occasione il politicamente scorretto, sono gli ingredienti alla base del successo e dell’unicità della serie.
Di recente è stato il protagonista di un altro prodotto per il piccolo schermo, la miniserie The Third Day, con la Katherine Waterstone di Animali fantastici.

the young pope newscinema
Jude Law in The Young pope

Lo spirito umanitario e le love story

Da sempre impegnato nelle campagne animaliste, così come a favore dei bambini e della pace – ha trascorso 10 giorni in Afghanistan nel 2007 per documentare le missioni di pace e realizzarne un documentario: The Day After Peace è stato presentato in anteprima al Festival di Cannes e proiettato alla Royal Albert Hall.

Leggi anche: The New Pope, il nuovo teaser trailer della serie con Jude Law e John Malkovich

Supporta numerose organizzazioni umanitarie, tra cui il noto Make-a-wish, ed ha lanciato una campagna per la raccolta fondi al fine di rinnovare lo Young Vic Theatre; ha collaborato con altre star britanniche a salvare la St. Stephen’s Church a Hampstead ed è ambasciatore della fondazione Music For Tomorrow, che punta alla ricostruzione degli edifici distrutti a New Orleans dall’uragano Katrina.

jude law miller newscinema
Sienna Miller e Jude Law in Alfie

Per quanto riguarda le love story che lo hanno visto protagnista, dopo la separazione dalla Frost, frequenta Sienna Miller per un paio di anni. La bella attrice non gradisce però le scappatelle di Jude con la babysitter, sebbene lei stessa trovasse piacevole la compagnia di Daniel Craig… La quarta figlia arriva con la modella Samantha Burke, mentre la quinta con la cantante Catherine Harding. Infine nel 2016 sembra accasarsi di nuovo, con psicologa Phillipa Coan, sposata nel maggio 2019.

Continue Reading

Biografie

Emma Roberts | Vita e carriera di una nipote d’arte

Published

on

emma roberts evi newscinema

Dotata di una bellezza indiscutibile e di una versatilità interessante, Emma Roberts è la prima donna incinta a ottenere le cover di Cosmopolitan US. Non male per la giovane attrice, che porta il cognome della celebre zia Julia e che ha dovuto affrontare una difficile gestazione prima di arrivare alla maternità tanto desiderata.

Emma Roberts | Un’infanzia passata sui set di zia Julia

Nata il 10 febbraio 1991 a Rhinebeck, Emma Rose frequenta i set sin dall’infanzia, grazie alle possibilità offertale dalla zia. Ed è così che all’età di nove anni arriva il suo debutto – sebbene la mamma non fosse troppo per la quale – nella pellicola Blow di Ted Demme, con Penelope Cruz e Johnny Depp. La sua grande occasione è però rappresentata dalla serie Unfabulous, in onda sul canale Nickelodeon, tra le più viste degli Stati Uniti.

Leggi anche: February, il trailer del thriller soprannaturale con Emma Roberts

A seguire ci sono numerosi titoli, più o meno conosciuti in Italia, dei quali Emma Roberts è protagonista: da Aquamarine – nel quale recita al fianco di uno dei suoi idoli, la cantante JoJo – a Nancy Drew di Andrew Fleming, da Wild child (disponibile anche su Netflix) a Twelve di Joel Schumacher. Siamo al 2010 ed entra nel cast corale della commedia romantica firmata da Garry Marshall, Appuntamento con l’amore. Con 5 giorni fuori e L’arte di cavarsela intraprende anche la strada del bel cinema indipendente.

emma roberts newscinema
Emma Roberts in 5 giorni fuori

Ma non tralascia il mainstream, ben rappresentato dal quarto capitolo del franchise Scream, dove interpreta Jill Roberts, e da Come ti spaccio la famiglia. La giovane attrice capisce che la chiave del successo sta forse in questa commistione, nel sapersi scegliere progetti dall’una e dall’altra corrente. Così approda a uno di quelli che sicuramente le hanno portato maggiore popolarità: American Horror Story. Dalla terza stagione in poi sarà presente regolarmente, talvolta come guest star.

Dal pink power a un figlio maschio

In Scream Queens è invece protagonista indiscussa: la sua Chanel Oberlin è un concentrato di ambizione, supponenza, fascino… e pink power! Si pensi che per la parte, ha rinunciato alla Harley Quinn di Suicide Squad.

Leggi anche: Scream Queens: il teaser trailer con Emma Roberts

Purtroppo la serie non ottiene abbastanza seguito e viene cancellata dopo la seconda stagione. Tra le più recenti apparizioni di Emma Roberts citiamo solo il sorprendente The Hunt e Holidate – anche quest’ultimo disponibile su Netflix.

nerve emma newscinema
Emma Roberts in Nerve

La giovane e bella attrice è un’appassionata di pallavolo e di nuoto, considera Anne Hathaway la sua role model e ha paura di volare. Durante la lavorazione nella serie di Ryan Murphy ha conosciuto e frequentato per un po’ il collega Evan Peters. Dal 2019 ha inizio la relazione con Garrett Hedlund, di sette anni più grande, dal quale aspetta il primo figlio. Maschio.

Continue Reading

Biografie

Daniel Radcliffe | La lunga gavetta di una giovane star

Published

on

daniel radcliffe newscinema evi 3

Tutti lo conoscono come il maghetto Harry Potter, ma sono tante le partecipazioni, più o meno celebri, di Daniel Radcliffe.

Nasce a Londra il 23 luglio 1989 Daniel Radcliffe

Nato a Londra il 23 luglio 1989, figlio unico di George Radcliffe, un agente letterario, e Marcia Jeannine Gresham, addetta ai casting, Daniel ha in parte origini ebraiche, dal ramo materno. Sin da piccolo il suo sogno è sempre stato quello di recitare e scrivere, quindi l’entrare a far parte di una saga come quella di Harry Potter è stato un vero e proprio coronamento di quel sogno.

Leggi anche: I prossimi film di Daniel Radcliffe, da Igor alla foresta ammazzonica

Ma prima di indossare il magico mantello, gli occhialetti e la bacchetta, Daniel ha interpretato un giovanissimo David Copperfield nel film per la tv omonimo, targato BBC. Pensare che all’inizio i genitori non erano molto d’accordo all’idea che il figlio appena decenne intraprendesse quella strada. Ma alla fine prevalse la speranza che la recitazione potesse in qualche modo fare bene ai problemi di espressione verbale e di socializzazione del bambino.

Harry Potter e il potere della magia

daniel radcliffe newscinema
Daniel Radcliffe in Harry Potter e la pietra filosofale

Daniel Radcliffe in seguito ha dichiarato di non aver mai apprezzato particolarmente la scuola, sebbene abbia proseguito gli studi con dei tutor sui set. Veniamo quindi ai provini per Harry Potter e la pietra filosofale (2001), durante i quali viene scelto come protagonista. Da quel momento, nulla sarà più lo stesso. 8 film, per un totale di 10 anni, che accompagnano Daniel dall’essere un bambino all’età dell’adolescenza.

In questo percorso si stringeranno legami che ancora oggi durano e rappresentano tasselli fondamentali della sua vita. Nel mentre ha preso parte ad altri progetti, come per esempio nella sitcom di Ricky Gervais, Extras, in cui interpreta una parodia di se stesso. Soprattutto è stato protagonista dello spettacolo teatrale Equus, per la regia di Thea Sharrock, che ha sollevato non poca curiosità nei suoi confronti, considerando le scene di nudo integrali esibite.

Dal teatro alla televisione, tante apparizioni e una stella sulla Walk of Fame

Nel 2012 è tornato a calcare il palco con il musical How to Succeed in Business Without Really Trying – il teatro è una passione che non lo ha mai abbandonato nel corso della sua carriera – ha recitato nell’horror The Woman in Black e ha iniziato a girare Giovani ribelli con Dane DeHaan, presentato poi al Sundance Film Festival.

giovani ribelli newscinema
Daniel Radcliffe e Dane DeHaan in Giovani ribelli

Mentre si intervallano progetti cinematografici, televisivi e teatrali, nel 2015 arriva ad avere una sua stella sulla Hollywood Walk of Fame di Los Angeles. Tra i titoli di maggior richiamo, citiamo l’originalissimo Swiss Army Man – Un amico multiuso, Imperium e Guns Akimbo, presentato al 37esimo Torino Film Festival e disponibile su Amazon Prime. Tra le serie tv di cui è stato co-protagonista Appunti di un giovane medico e Miracle workers.

Leggi anche: Daniel Radcliffe vuole fare il regista

Alcune curiosità su Daniel Radcliffe

All’età di 16 anni, Daniel è stato il più giovane, tra i non appartenenti alla famiglia reale, a ottenere un ritratto nella National Portrait Gallery di Londra, dove oggi è conservato e visibile. A 22 è stato insignito del premio “Hero” per il suo impegno con il progetto Trevor, a favore dei diritti gay, della promozione di consapevolezza e della prevenzione del suicidio adolescenziale.

Adora fare gli scherzi e ha sofferto di problemi di alcolismo durante la lavorazione di Harry Potter e il principe mezzosangue, è allergico alle lenti a contatto e la sua agente, Sue Latimer, è la mamma di Freddie Highmore.

harry potter 10 newscinema compressed
Daniel Radcliffe in una scena di Harry Potter

Il suo pseudonimo da poeta è un mix tra il suo nome e la versione ebraica di quello da nubile della madre, Jacob Gershon, suona il basso ed è fan del Fulham Football Club. Una piccola curisoità: Daniel ha iniziato a leggere Harry Potter quando aveva solo 8 anni, senza riuscire a finirlo; nel momento in cui ha ottenuto la parte ha portato a termine la lettura del primo romanzo. E ora indovinate quale è il suo preferito della saga…

Continue Reading
Advertisement

Facebook

Advertisement

Popolari