Sono passati già diversi mesi da quando Fabrizio Frizzi se n’è andato, ma il ricordo di amici, colleghi e fan è ancora molto forte. Di certo, il conduttore RAI sarà felice di sapere che il suo programma, “L’Eredità“, verrà affidato in ottime mani. Sembra ormai certo, infatti, che a dirigere il programma sarà Flavio Insinna, che prenderà il timone dell’Eredità a partire dal prossimo 24 settembre.

L’Eredità, il nuovo conduttore è Flavio Insinna

flavio insinna

A rivelare l’indiscrezione è l’ANSA, che ha riportato anche un commento di Flavio Insinna su questo suo nuovo ruolo. “Pensa la vita viene a mancare un amico, un vuoto incolmabile, e ti lascia un programma chiamato L’eredità. Gigi Proietti ce lo disse una volta a teatro: ‘ragazzi, pesate le bene le battute che poi diventano vere’. Pensa che cosa gigante“.

Una considerazione, quella di Insinna, che tiene conto dell’importanza di dover condurre un programma sulla cresta dell’onda ormai da 17 anni, che ha visto alternarsi alla guida Fabrizio Frizzi e Carlo Conti.

“Fabrizio Frizzi era un amico e un uomo accogliente”

Flavio Insinna si è poi soffermato sul rapporto personale con Fabrizio Frizzi, un grande amico prima ancora che un collega. “Un uomo accogliente, in un momento in cui l’accoglienza è un tema molto importante. Avrei preferito prendere il programma, che so, perché Fabrizio era andato al Festival di Sanremo. Un amico da 100 mila anni, cui devo tantissimo, anche l’esser stato scelto per Affari tuoi“.

La conduzione dell’Eredità è certamente il miglior modo per ripartire dopo le polemiche che hanno travolto Flavio Insinna in seguito a quel suo fuorionda diffuso da Striscia, dove il conduttore criticava alcuni concorrenti di “Affari Tuoi” con parole molto pesanti. “Ce la metterò tutta, avvalendomi dei consigli di Carlo Conti – ha aggiunto Insinna – E’ un amico dello stesso stampo di Fabrizio, di quelli che non giudicano. Mi ha detto ‘goditela e fatti mettere nel camerino accanto al mio, così puoi bussare tutte le volte che vuoi“.