I fan di Star Wars sono sicuramente impazienti di conoscere come il nuovo universo creato da J.J. Abrams con il suo Il risveglio della forza verrà ampliato e sviscerato nei prossimi anni con spin-off e serie parallele. Non mancheranno di certo, collateralmente ai capitoli per il grande schermo, tantissimi progetti ideati appositamente per la televisione, da brevi speciali a serie animate. Molti appassionati non conoscono però alcuni dei più bizzarri progetti relativi alla saga fantascientifica andati in onda negli scorsi anni. Ecco alcuni esempi di spin-off e film per il piccolo schermo passati completamente inosservati.

STAR WARS HOLIDAY SPECIAL

star-wars-holiday-special

Preso atto dello strabiliante successo della saga cinematografica, CBS cercò in tutti i modi di bissare la felice esperienza sul piccolo schermo, coinvolgendo Lucas in uno show di varietà per le vacanze natalizie. Il regista accettò ma pretese che lo speciale fosse incentrato sulla famiglia del wookie Chewbacca, con suo padre Itchy, sua moglie Malla e suo figlio Lumpy. Nonostante alcuni piccoli camei, tra i quali quello di Harrison Ford, lo speciale non si rivelò altro che una sequenza di scenette scollegate e poco divertenti che delusero praticamente tutti gli spettatori. Fu trasmesso una sola volta, poi tutte le copie vennero ritirate. Alcuni critici bollarono il progetto come “le due ore peggiori della storia della televisione”.

CARAVAN OF COURAGE: AN EWOK ADVENTURE

Star-Wars-Ewok-Adventure-Caravan

Tre anni dopo la distruzione della prima Morte Nera e mentre Luke, Leia e Han erano impegnati ad aiutare i Ribelli, un’avventura completamente differente stava avendo luogo sulla luna di Endor. Il film Caravan of courage, realizzato per la TV, racconta la storia di Mace e Cindel, un fratello e una sorella arenatisi sul pianeta che, con il sostegno degli Ewok, si ritrovano a dover salvare i propri genitori da un terribile mostro. Dopo l’imbarazzante “holiday special”, Lucas prese direttamente nelle sue mani questo secondo progetto, al fianco dell’art director delle pellicole originali Joe Johnston. Il risultato fu un film divertente, premiato in diverse occasioni per i suoi ottimi effetti speciali.

EWOKS: THE BATTLE FOR ENDOR

Star-Wars-Ewok-Battle-For-Endor

Seguito diretto del precedente film, The battle for Endor vede ancora una volta protagonista Cindel, ormai diventata grande. Insieme all’Ewok Wicket (già apparso ne Il ritorno dello Jedi) la giovane combattente dovrà salvare il pianeta da una pericolosa invasione. Il progetto fu accolto in maniera ancora più entusiastica del suo predecessore, grazie soprattutto a innovative e particolari tecniche di riprese realizzate con un budget esiguo, certamente non paragonabile a quello dei corrispettivi capitoli per il grande schermo.

STAR WARS: DROIDS

Star-Wars-Droids-TV-Show-Cartoon

Diversamente da quanto si possa pensare, la seconda trilogia di Star Wars non fu il primo tentativo di serie prequel. Ambientato pochi anni prima di Una nuova speranza, la serie animata Droids narra gli eventi della coppia C-3PO e R2-D2 e le loro mirabolanti avventure. Non mancano inoltre alcuni dei personaggi più amati dal pubblico, come Boba Fett, IG-88 e una vasta gamma di criminali e pirati spaziali. Nonostante sia ricordata da pochi, è stata per molto tempo una parte importante del “canone” di Star Wars.

STAR WARS: EWOKS

Star-Wars-Ewoks-screenshot

I piccoli orsetti parlanti de Il ritorno dello Jedi sono sicuramente tra i personaggi più buffi (e detestati) di tutta la saga ideata da George Lucas. Incredibilmente, però, la prima stagione del cartone animato dedicato agli Ewok si rivelò un progetto di ottima qualità, riscuotendo successo tra gli spettatori più piccoli ma anche tra i loro genitori. Tra gli autori anche Paul Dini, creatore della successiva serie animata dedicata a Batman e Superman. La cosa inusuale è che nella serie gli Ewok parlano tutti perfettamente inglese, a differenza che nella pellicola originale.

STAR WARS: CLONE WARS

Star-Wars-Clone-Wars-Cartoon-Show

Per essere chiari, stiamo parlando di Clone Wars e non di The Clone Wars. Prima che la serie televisiva in computer grafica diventasse realtà, esisteva infatti un cartone animato con disegni a mano ambientato tra Episodio II e Episodio III. La serie, composta da brevi sketch e disegnata dallo stesso artista de Il laboratorio di Dexter e Samurai Jack, indagava il passato del malvagio Generale Grievous e mostrava particolari poteri dei Jedi mai esplorati nella saga cinematografica. Merita di essere vista e riscoperta.

Fonte: ScreenRant