Connettiti a NewsCinema!

CineBizarre

Alla ricerca del bus 142 di Into the Wild

Pubblicato

:

Nel 2007 Sean Penn diresse uno dei film più apprezzati del decennio: Into the Wild. Basato sul romanzo di Jon Krakauer il film racconta la storia vera di Christopher McCandless (Emile Hirsch), un giovane del West Virginia che dopo aver terminato gli studi abbandona tutto e parte per un lungo viaggio attraverso gli Stati Uniti, fino a raggiungere l’incontaminata e pericolosa Alaska. Gli amanti del film sicuramente ricorderanno il vecchio bus numero 142 in cui il 6 settembre del 1992 fu ritrovato il corpo senza vita del 24enne Christopher McCandless. Il bus si trova nel parco nazionale di Denali, in Alaska ed è divenuto meta di numerosi pellegrinaggi. Il problema più grave è però che le strutture di accesso alla zona (lontana 64 km dal paese più vicino) non sono migliorate dagli anni ’90 ad oggi e tantissimi visitatori finiscono col trovarsi in situazioni di grande pericolo: basti pensare che nel 2013 più di una dozzina di persone richiese un intervento di soccorso da parte delle guardie del parco e nell’agosto 2010 una svizzera di 29 anni morì annegata nel fiume.

winter-death-into-the-wild-1024x683Negli ultimi tempi i continui disagi creati dai pellegrini hanno sollevato alcune interessanti proposte tra cui rimuovere il bus o costruire un ponte vicino al fiume Teklanka per rendere più agevole la zona di pellegrinaggio. Jon Nierenberg, il proprietario di una locanda locale, ha raccontato che alcuni appassionati della storia tendono ad accamparsi vicino al bus privandosi volontariamente del cibo: Una volta entrò nel negozio un tipo alto e secco, che era rimasto lì fuori per una o due settimane, barcollava e non si reggeva in piedi: lo aiutammo e poi lo rimandammo a casa. Ma non tutti stimano l’ormai celebre McCandless, infatti il giornalista Craig Medred in un articolo dello scorso settembre ha criticato la notorietà raggiunta dal ragazzo del West Virginia: Grazie alla magia delle parole, il cacciatore Chris McCandless è stato trasformato da morto in una specie di povera, romantica anima perduta nel selvaggio Alaska; per come stanno messe le cose, il martire McCandless vivrà molto più a lungo del McCandless vivo, quello che morì in Alaska perché non era un cacciatore abbastanza abile.

into_the_wild-copertina-finale

 

Tra amanti e detrattori il mito di Christopher McCandless continua però a suscitare curiosità portando sempre più pellegrini a volere una foto ricordo vicino al bus nella stessa posa del coraggioso ragazzo del West Virginia. Non resta che sperare in una veloce risoluzione del problema per evitare che tanti altri giovani, per semplice noia o spirito di avventura, facciano la stessa fine di Christopher McCandless.

Photo: Ken Ilgunas

Fonte: Il Post

Classe 1988, nato con l'idea del cinema come momento magico, cresciuto con la prassi di vedere (almeno) un film a sera, abituato a digerire qualsiasi tipo di opera (commedia, splatter, dramma, horror) sin dai primissimi anni di età, propenso a scavare nei meandri più nascosti per trovare sconosciute opere horror da torcersi le budella... appassionato, commerciale, anti-commerciale, romantico, seriofilo, burtoniano...disponibile davanti e dietro le quinte e disposto per tutti voi ad intervistare le più grandi celebrità italiane e internazionali... questo è Carlo Andriani ovvero: IO.

Continua a leggere
Clicca per commentare

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CineBizarre

Deadpool ringrazia i fan con una parodia di “Cuori senza Età” (video)

Pubblicato

:

Deadpool 2 ha guadagnato oltre $ 363 milioni in tutto il mondo dall’apertura dello scorso weekend, e ora la 20th Century Fox ha pubblicato un nuovo video del film ringraziando i fan in un modo in cui solo Deadpool può fare: Con una parodia delle Golden Girls (la serie tv Cuori senza Età) guarda il video tributo Deadpool Golden Girls qui sotto.

Il film diretto da David Leitch vede la partecipazione di Ryan Reynolds, Josh Brolin, Morena Baccarin, Julian Dennison, Zazie Beetz, T.J. Miller, Brianna Hildebrand e Jack Kesy.

Deadpool 2: la trama ufficiale del film

Dopo essere sopravvissuto a un attacco bovino quasi letale, lo sfigurato chef di una caffetteria (Wade Wilson) cerca a tutti i costi di diventare il barista più hot di Mayberry tentando, allo stesso tempo, di fare i conti con la perdita del senso del gusto. Mentre cercherà di riacquistare il gusto per la vita, oltre a un flusso canalizzatore, Wade dovrà combattere contro dei ninja, la Yakuza, dei cani sessualmente aggressivi, nel suo viaggio intorno al mondo che lo porterà alla scoperta del valore della famiglia, dell’amicizia e del sapore, trovando un nuovo gusto per l’avventura e guadagnandosi anche la tanto desiderata tazza con la scritta Miglior Amante del Mondo.

Leggi anche: Deadpool 2, il sequel che ti aspetti dell’antieroe di Ryan Reynolds

Continua a leggere

CineBizarre

Dylan, il pilot di una serie tv non autorizzata su Dylan Dog (video)

Pubblicato

:

Molti appassionati del web sono grandi fan dei cortometraggi austriaci di Kevin Kopacka, Hades and TLMEA: opere estetiche semplici e sperimentali mascherate da film horror. Kopacka sa costruire la suspense e dipingere un mondo astratto affascinante con pochissimi soldi e scarse risorse, e stiamo aspettando di vedere cosa farà prossimamente.

Intanto come ultimo lavoro, insieme al collega Alex Bakshaev, egli ha finito la produzione dell’episodio pilota di Dylan, la loro nuova proposta – orgogliosamente non autorizzata – ispirata al cult italiano / noir Dylan Dog di Tiziano Sclavi. Quel lungo libro è stato adattato con il film autorizzato del 2011 Dylan Dog: Dead of Night, un film che sembrava aver perso la bussola e l’allegria del fumetto.

Dylan Dog è un “investigatore dell’ incubo” che, insieme al suo unico assistente, risolve casi che riguardano sconosciuti e fenomeni paranormali, spesso coinvolgendoli in mondi sanguinari e surreali del sogno. Kopacka è un grande fan dei fumetti, ma a causa di ragioni di copyright, la sua serie Dylan ha dovuto cambiare il nome dei personaggi, anche se l’essenza del fumetto è tenuta viva quanto più possibile.

Il pilot di 30 minuti è intitolato “Il sogno del morto vivente” e potete vederlo nel video qui sopra.

 

Continua a leggere

CineBizarre

Ritorno al Futuro 4, un fan trailer da vedere

Pubblicato

:

Girando online abbiamo trovato un trailer realizzato da alcuni fan del cult di Robert Zemeckis, Ritorno al Futuro, che hanno immaginato un nuovo capitolo della saga con Michael J. Fox nei panni di Marty McFly. Come sarebbe un possibile Ritorno al Futuro 4 a distanza di 25 anni dall’ultimo film della trilogia originale? Potete vedere qui sotto il fan trailer in questione e buon divertimento!

Mentre a Broadway si sta lavorando ad un musical di Ritorno al Futuro, molti fan sperano in un ritorno di Marty e Doc Brown per viaggiare nuovamente nel tempo come una volta, ma per il momento il progetto non sembra avere possibilità. Creato da Smasher, questo trailer accende un nuovo entusiasmo e curiosità per un possibile futuro moderno di Ritorno al Futuro, ma uno degli sceneggiatori, Bob Gale ha affermato qualche tempo fa che anche se l’Universal vorrebbe sviluppare un nuovo film, lui e Zemeckis non sono d’accordo. D’altra parte toccare dei cult della storia del cinema non è sempre una mossa vincente, anche se la nostalgia gioca spesso un ruolo fondamentale.

Continua a leggere

Facebook

Film in uscita

Ottobre, 2018

Nessun Film

Film in uscita Mese Prossimo

Novembre

Nessun Film

Recensioni

Nuvola dei Tag

Popolari

X