Connettiti a NewsCinema!
10 film sull'esorcismo 10 film sull'esorcismo

Cinema

Esci da questo schermo: 10 film sull’esorcismo difficili da dimenticare

Pubblicato

:

I film che raccontano un esorcismo in modo diretto o indiretto sono tra quelli più terrificanti per gran parte del pubblico. Quando sono fatti bene, infatti, combinano perfettamente il brivido psicologico dell’invisibile e dell’inspiegabile con il famoso salto sulla poltrona dovuto a immagini ed effetti speciali genuinamente grotteschi e inquietanti. Il 31 Gennaio esce al cinema L’Esorcismo di Hannah Grace, diretto da Diederik Van Rooijen e interpretato da Shay Mitchell nei panni un ex poliziotto che inizia a lavorare in un obitorio per il turno di notte. Quando prende in consegna il cadavere sfigurato di una ragazza posseduta dal demonio, visioni terrificanti cominciano a turbarla e a trasformare la sua prima notte di lavoro in un incubo.

In occasione di questo nuovo film ricordiamo insieme dieci esorcismi che hanno conquistato il grande schermo e che è difficile dimenticare.

L’Esorcista

Non prendiamoci in giro. Il nonno di tutti i film di esorcismo, L’Esorcista del 1973, è sempre al numero uno di queste classifiche. Perchè è semplicemente il migliore e ha gettato le basi per tutti i film di esorcismo che sono seguiti. In molti casi altri film di esorcismo sono solo copie sbiadite del puro horror drammatico e delle immagini grottesche dell’originale. Si colloca in cima a molte liste dei migliori film horror di tutti i tempi. Basato su una storia vera è stato tormentato da strani avvenimenti che hanno coinvolto cast e crew sul set. Ma è quello che vediamo sullo schermo che lo rende il film di esorcismo migliore e più terrificante di tutti i tempi. L’incubo psicologico di una madre che non sa cosa fare quando si rende conto dello strano comportamento della figlia e delle terrificanti cose che le accadono. La performance blasfema a testa in giù di Linda Blair nei panni di Regan, insieme agli effetti speciali che hanno fatto apparire il suo potere così spaventosamente realistico, rendono questo classico così dannatamente imperdibile.

esorcista film

L’Esorcista

The Possession

Una ragazza viene posseduta e sottoposta a controlli per problemi medici prima che venga presa la via dell’esorcismo. La trama ricorda molto il cult L’Esorcista, ma la differenza è che tutto deriva dal misticismo ebraico, piuttosto che dal tradizionale misticismo cristiano. La ragazza trova una scatola di dybbuk, che si ispira a un mito urbano perpetuato dalla vendita vera e propria di una scatola su eBay alcuni anni fa, insieme alla storia spettrale che il venditore ha aggiunto al post. Si dice che la scatola sia un armadietto del vino infestato da uno spirito malvagio chiamato dybbuk. Nel film, quando la ragazza lo apre, tutti i tipi di orrore colpiscono lei e la sua famiglia, non ultimo il fatto che lei sembra essere posseduta dallo spirito. Le analisi mediche mostrano immagini inquietanti del dybbuk dentro di lei, e alla fine otteniamo un ebraico chassidico sul rituale dell’esorcismo, che è un bel cambiamento di ritmo per il genere. Inoltre, c’è un cast solido, con Jeffrey Dean Morgan e Kyra Sedgwick come genitori della ragazza, per non parlare della produzione di Sam Raimi.

L’Altra Faccia del Diavolo

L’Altra Faccia del Diavolo non è proprio un gran film, ma il lavoro dell’attrice Suzan Crowley è sorprendente. Nei panni di Maria, la madre posseduta e internata della protagonista Isabella, l’attrice regala un’interpretazione da brivido, portando sullo schermo questa donna rinchiusa dopo aver ucciso diverse persone durante un esorcismo eseguito su di lei. Quando la figlia la visita la donna appare catatonica e il gioco di espressione della Crowley trasmette un sentimento misto tra morte e malvagità solo attraverso gli occhi, mentre mostra a Isabella i graffi a forma di croce sul suo braccio e all’interno delle sue labbra.

L'altra faccia del diavolo

L’Altra faccia del diavolo

L’Ultimo Esorcismo

Con un budget modesto di 1,8 milioni di dollari, L’Ultimo Esorcismo del 2010 è uno di quei piccoli film horror che potrebbero incassare $ 67,7 milioni a livello nazionale. A differenza di un film come L’Altra Faccia del Diavolo, che è stato un successo al botteghino ancora più grande, questo ha fatto buoni soldi perché in realtà era anche un buon film. In stile documentario segue un esorcista affabile, ma senza fede, Cotton Marcus (Patrick Fabian) che viene chiamato in una fattoria per compiere un esorcismo alla figlia del contadino, Nell (Ashley Bell). Un po’ spaccone, Marcus è abituato all’esecuzione di falsi esorcismi solo per placare il suo pubblico. L’intensità del film aumenta gradualmente man mano che lo spirito che controlla Nell ottiene sempre più controllo sul suo corpo. Bell, nel suo primo ruolo da protagonista, è una rivelazione, che mostra malvagità e una capacità meravigliosamente inquietante di contorcere il suo corpo. E poi c’è il finale selvaggio e inaspettato.

Liberaci dal Male

Film che si presume sia basato su una storia vera, Liberaci dal Male (2014) ha un solido curriculum grazie al regista Scott Derrickson che ha diretto il solido film horror Sinister, e in precedenza ha contribuito all’esorcismo con The Exorcism of Emily Rose, per non parlare del suo lavoro dietro la cinepresa per Doctor Strange. Questo film differisce da molti altri film di esorcismo in quanto in gran parte assume la forma di un dramma poliziesco con elementi decisamente inquietanti. Un poliziotto di nome Ralph Sarchie (Eric Bana), indaga su strani eventi. Ma le cose si fanno più strane quando incontra un giovane, esagerato prete/esorcista di nome Mendoza (Edgar Ramirez) e finalmente avviene il tanto atteso esorcismo verso la fine del film. Complessivamente è un intenso dramma familiare che trasmette una sensazione di inquietante atmosfera e la necessaria intensità del possesso.

eric bana liberaci dal maleliberaci dal male

Erica Bana nel film Liberaci dal Male

Constantine

Liberamente ispirato alla serie di fumetti DC Hellblazer, il film del 2005 Constantine trova Keanu Reeves nei panni di John Constantine, un tipo cinico che è anche in grado di vedere angeli e demoni sulla Terra e ha il potere di esorcizzare le entità più malvagie. Sa anche di essere condannato a trascorrere l’eternità nell’Inferno grazie a un’esperienza di pre-morte che ha avuto da adolescente dopo un tentativo di suicidio. Questo è un tipo diverso di film di esorcismo, perché piuttosto che possedere degli umani (anche se ciò accade), molti dei demoni (e degli angeli) sono visti nella loro forma reale. Inoltre, è più un film d’azione che una vera e propria storia dell’orrore. Eppure, è una visione unica del sottogenere degli esorcismi e ci sono alcune intriganti interpretazioni di Reeves e Tilda Swinton, che interpreta un angelo androgino di nome Gabriel.

The Conjuring

Nel film The Conjuring del 2013, le star Patrick Wilson e Vera Farmiga interpretano Ed e Lorraine Warren, la squadra di investigatori paranormali composta da marito e moglie. Essi indagano sull’attività paranormale in una casa, dopo che una famiglia si è trasferita. Quella casa apparteneva a una strega accusata che aveva maledetto la sua terra nel 19° secolo. La storia della casa fin dalla maledizione è piena di morte. Alla fine la madre della famiglia viene posseduta dalla strega. Ed sceglie di provare a eseguire un esorcismo da solo, dal momento che un prete non è disponibile, una mossa piuttosto rischiosa, e in un primo momento incontra una resistenza piuttosto terrificante prima di trovare finalmente un certo successo.

The Conjuring 2 – Il Caso Einfield

Un buon sequel dell’originale. I Warren si recano in Inghilterra per le loro ultime indagini. Lorraine è stata tormentata da orribili visioni della morte di Ed per decapitazione, e quando arrivano a Londra, si rende conto che lo stesso demone che le dà le visioni (nella forma di una suora inquietante dalla faccia bianca) sta affliggendo anche la famiglia su cui devono indagare. Una delle figlie è posseduta. Ancora una volta i Warren non si affidano alla chiesa cattolica per il loro esorcismo. Come il suo predecessore, The Conjuring 2 è pieno di immagini davvero sconvolgenti e di grandi performance di Wilson e Farmiga. La serie ha dato vita allo spinoff Annabelle (che ruota intorno alla bambola raccapricciante vista nel primo film) e a The Nun.

the conjuring 2

The Conjuring 2

L’Esorcismo di Emily Rose

Come molti film di esorcismo, questo del 2005 è un altro che tenta di aggiungere una spettrale legittimità, sostenendo di essere basato su una storia vera. Ci sono sicuramente elementi di questo film che si può immaginare siano realmente accaduti mentre li vedi sullo schermo. Emily Rose (la star di Dexter Jennifer Carpenter) era davvero posseduta da un demone malvagio? O era malata di mente? Non è uno spoiler per svelare che Emily muore dopo gli esorcismi compiuti da un prete cattolico di nome Padre Moore (Colin Wilkinson), perché il film salta avanti e indietro tra il processo a Moore per omicidio colposo e gli eventi che hanno avuto luogo presso la famiglia Rose. Emily soffre di terrificanti visioni, mangia insetti, è inchiodata al suo letto e soffocata da una mano invisibile. Si contrappone in modi innaturali, molti dei quali ricordano Bell in L’ultimo esorcismo. Altri due film sono stati realizzati sulla base degli eventi della vita reale che hanno portato alla morte dell’adolescente tedesca Anneliese Michel nel 1976. A causa del suo strano comportamento, la chiesa cattolica ha concesso la rara approvazione per eseguire un esorcismo sulla ragazza. Ma non era solo un esorcismo, ma 67, eseguiti nel corso di quasi un anno. Alla fine fu così malnutrita e disidratata che morì, con il risultato che i suoi genitori e due preti furono accusati di omicidio colposo. Requiem (2006), era un film tedesco che si concentrava meno sulla paura e più sul dramma, mentre Anneliese: The Exorcist Tapes (2011) era un film diretto su DVD che andava nella direzione opposta, concentrandosi sull’horror. Nessuno dei due aveva l’equilibrio che piace in Emily Rose.

L’Esorcista III

L’Esorcista è stato seguito da The Exorcist II: The Heretic – che ha visto il ritorno di Linda Blair nei panni di Regan e Max von Sydow nei panni di padre Merrin quattro anni dopo l’originale, ma non è andato molto bene. Però il franchise è tornato 16 anni dopo con L’Esorcista III, che comprendeva un solo attore del cast originale, ma anche la benedizione dello scrittore originale del romanzo, William Peter Blatty. Basato su una storia di Blatty, che ha anche scritto la sceneggiatura e diretto il film. Non è assolutamente un film perfetto e non è pari all’originale, ma è comunque un film horror di qualità con alcune paure davvero solide. La trama è un po’ complicata ma, in sostanza, il demone che è stato esorcizzato dal corpo di Regan negli anni ’70 era così arrabbiato con padre Karras (Jason Miller che riprende il ruolo) che ha messo l’anima di un serial killer nel suo corpo e quell’anima è stata usata per commettere omicidi, saltando in altre persone durante la notte.

Il cinema e la scrittura sono le compagne di viaggio di cui non posso fare a meno. Quando sono in sala, si spengono le luci e il proiettore inizia a girare, sono nella mia dimensione :)! Discepola dell' indimenticabile Nora Ephron, tra i miei registi preferiti posso menzionare Steven Spielberg, Tim Burton, Ferzan Ozpetek, Quentin Tarantino, Hitchcock e Robert Zemeckis. Oltre il cinema, l'altra mia droga? Le serie tv, lo ammetto!

Clicca per commentare

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cinema

Matrix 4, tutto quello che sappiamo della nuova avventura di Neo

Pubblicato

:

matrix 4 notizie

Come avrete letto sul web è in arrivo il quarto capitolo di Matrix, l’amatissima saga di fantascienza delle sorelle Wachowski con Keanu Reeves protagonista. Ancora sono molti i segreti e le incognite intorno a questo progetto, ma in attesa di partecipare a una nuova avventura di Neo vediamo insieme quello che sappiamo fino a oggi di questo Matrix 4.

Matrix 4 | La regia

Matrix è una creatura di Lana e Lilly Wachowski. Le sorelle hanno lavorato in coppia per tutta la loro carriera, dal primo lungometraggio Bound fino alla prima stagione della loro serie Netflix, Sense8. Quindi è difficile immaginare un nuovo film di Matrix senza il loro coinvolgimento. Ma per Matrix 4 Lana prenderà il timone da sola e questo film sarà il suo primo film come regista senza Lilly. Sebbene le sorelle abbiano collaborato alla prima stagione di Sense8, Lana ha gestito tutti i compiti di sceneggiatura e regia per la seconda stagione da sola.

Leggi anche: Keanu Reeves, da boscaiolo a star di Hollywood

matrix-film

Matrix 4 | no Neo no party

Abbiamo visto reboot, remake o sequel di lunga data che hanno assistito a dei grandi ritorni. Ma abbiamo anche visto film incentrati su nuovi personaggi, come Men In Black International. Fortunatamente Matrix 4 ha in programma di riportare un numero di pezzi chiave. Primo fra tutti, Keanu Reeves. Non sarebbe un film di Matrix senza Neo – lui è l’Uno, dopotutto. La star è a bordo del progetto per riprendere uno dei suoi ruoli distintivi e probabilmente indossare molti abiti neri e un paio di occhiali da sole scuri. Tuttavia è quasi impossibile immaginare un film di Matrix anche senza Trinity. Carrie-Anne Moss tornerà in Matrix 4 come interesse sentimentale di Neo, partner nel crimine, protettore e tosto fantascientifico in generale.

Leggi anche: I 100 migliori film del 20° secolo

Matrix 4 | The Merovingian

Lambert Wilson non è apparso nel primo film di Matrix, ma il suo personaggio The Merovingian ha avuto un ruolo chiave in entrambi i sequel del film. In una recente intervista l’attore francese ha rivelato di essere in trattative per unirsi al cast di Matrix 4. Il merovingio non è esattamente uno dei personaggi più amati del franchise, quindi riportare indietro Lambert Wilson è piuttosto inaspettato.

Il personaggio sarà un trafficante di informazioni off-grid. Lui e sua moglie Persefone (interpretata da Monica Belluci nei film precedenti) hanno messo in atto un clandestino contrabbando e hanno lavorato con programmi esiliati dal sistema primario. Egli è fondamentalmente un pezzo di mostra ambulante.

Matrix 4 | I nuovi arrivati

Quindi vedremo alcuni volti familiari in Matrix 4, ma incontreremo anche nuovi personaggi. Yahya Abdul-Mateen II è una stella in ascesa e Matrix 4 aggiunge un altro ruolo di alto profilo al suo curriculum. Attualmente impegnato in Watchmen della HBO, egli ha interpretato anche Black Manta in Aquaman e si è presentato in The Greatest Showman e in Noi di Jordan Peele. Lo vedremo presto nel reboot di Candyman, oltre che nel ruolo di Bobby Seale in The Trial of the Chicago 7.

matrix 4 fotografia

Yahya farà di tutto per mettersi in forma per Matrix 4, un film che potrebbe rivelarsi il più grande della sua carriera. Un altro nuovo giocatore è Jessica Henwick. Non è estranea ai film di fumetti, alla produzione su larga scala o all’azione a tempo. Probabilmente è meglio conosciuta per aver interpretato Nymeria Sand in Game of Thrones e Colleen Wing in Iron Fist e The Defenders. Prima di combattere contro le macchine, si scontrerà con un paio di altri mostri in Godzilla vs Kong.

Forse la nuova aggiunta più curiosa è Neil Patrick Harris. Conosciuto soprattutto per la sitcom How I Met Your Mother, l’ex bambino prodigio ha messo in mostra abilità più drammatiche come Gone Girl. Tuttavia potreste ricordarlo anche in Starship Troopers. Jonathan Groff, inoltre, è stato anche aggiunto al cast di Matrix 4 in un ruolo ancora sconosciuto. Groff è noto soprattutto per il suo lavoro vocale nei film Frozen, in cui dà vita a Kristoff. Era anche nel cast di Glee e attualmente appare nell’acclamata serie Mindhunter di Netflix.

Matrix 4 | La sinossi del film

Non dovrebbe sorprendere nessuno che non ci siano ancora molti dettagli sulla trama di Matrix 4. Dal momento che Keanu Reeves e Carrie-Anne Moss sono tornati, molti presumono di vedere Neo e Trinity. Ma questo è tutto ciò che sappiamo. Una voce persistente afferma che ci sarà una versione giovane di Morpheus, il personaggio di Laurence Fishburne della trilogia originale. Ciò potrebbe suggerire che il film sia un prequel o che si svolga in una sequenza temporale alternativa. Oppure presenta solo flashback o ricordi.

98177 ppl

Matrix Revolutions ci lascia con un finale un po’ ambiguo: Neo praticamente muore, almeno in qualche forma. Incontra un combattente di fine combattimento con l’agente Smith in Matrix, quindi il suo corpo viene portato a Machine City. Lì raggiunge nuove fasi di illuminazione, trascende la necessità di una forma fisica…o qualcosa del genere. Neo, come lo conoscevamo, non c’è più. È anche possibile che il Neo che vediamo in Matrix 4 non sia lo stesso Neo che conosciamo. È l’Uno, ma non è il primo.

Parlando con l’architetto Neo scopre che ci sono state cinque versioni precedenti di Matrix. In ognuna c’è stata una versione dell’Uno ed è in realtà la sesta di queste figure del Messia. Come notato alla fine di Matrix Revolutions, Matrix si riavvia nuovamente. È ovvio che se ogni incarnazione precedente ha un Uno, anche la settima volontà. Potrebbe essere il Neo nel nuovo film. Sebbene Keanu Reeves stia tornando al franchise, non si sa quale ruolo avrà. È possibile che non sia il protagonista. Alcuni teorizzano che il giovane Morpheus potrebbe essere il protagonista e Neo potrebbe svolgere un ruolo di mentore.

Continua a leggere

Cinema

Caleb, il teaser trailer del nuovo film di Roberto D’Antona

Pubblicato

:

caleb film

A pochi mesi dall’uscita del fantasy The Last Heroes: Gli Ultimi Eroi, ecco che il primo teaser trailer di Caleb, il nuovo film di Roberto D’Antona, arriva come un fulmine a ciel sereno in questo primo mese del 2020 in cui sono stati presentati vari film e serie TV dalle tematiche vampiresche. Questa pellicola rappresenta un ritorno alle origini, ai temi cari al regista ed è, infatti, un horror sovrannaturale che tratta il tema dei vampiri. Le affascinanti creature mitologiche si ispirano all’antica leggenda folkloristica europea mentre, per la messa in scena, Caleb vuole trasmettere le stesse sensazioni di angoscia, erotismo ed eleganza presenti nei grandi film cult come Dracula di Bram Stoker diretto Francis Ford Coppola e Intervista col Vampiro diretto da Neil Jordan.

Caleb, il teaser trailer del nuovo film di Roberto D’Antona

Nel primo trailer vediamo un assaggio di quello che sarà il film, stando alle parole del regista, un film “visionario, spaventoso e angosciante, ma che allo stesso tempo saprà farvi emozionare” e viene presentata “Timere”, un borgo immaginario geograficamente situato sulle Alpi ai confini con la Svizzera, ricreato grazie ai due bellissimi comuni piemontesi Vogogna (VB) e Oleggio (NO). Le riprese di Caleb sono durate ben 47 giorni e la produzione, grazie al grande e solido team di lavoro della L/D Production Company , ha ottenuto l’importante supporto di grandi marchi come Emotional Grand Motel, Sidermetal e DRM Store.

Caleb | la sinossi ufficiale del film

Rebecca è sulle tracce di sua sorella, una giovane giornalista scomparsa mentre stava indagando su una serie di incresciosi eventi. Le sue ricerche la conducono fino a Timere, un luogo remoto e lontano dal frastuono della quotidianità, un luogo in cui vige il rigore del silenzio e il timore di qualcosa di oscuro. Qui Rebecca incontrerà uno stravagante scrittore e il custode della chiesa del paese, ma soprattutto incontrerà Caleb, un uomo affascinante, ricco ed elegante il cui sguardo tenebroso nasconde un agghiacciante segreto. Ed è proprio in questo luogo, il cui tempo sembra muoversi tra le ombre e la minaccia è sempre all’erta, che presto Rebecca verrà a conoscenza di una terrificante verità e la lotta tra bene e male avrà inizio.

d'antona Caleb

Caleb | il cast del film

Sarà Annamaria Lorusso a vestire i panni della protagonista Rebecca, mentre Roberto D’Antona tornerà nel ruolo di antagonista interpretando l’affascinante e terrificante Caleb.
Il resto del main cast è composto da Francesco Emulo, Alex D’Antona, Natalia Moro, Nicole Blatto, Susanna Tregnaghi, Erica Verzotti, Mirko D’Antona, Fabrizio Narciso, Sheena Hao, Mirko Giacchetti, Carola Tallarico e Giulia Mesisca, oltre a giovanissimi talenti come Danilo Uncino e Alice Bonzani.

Alle musiche troviamo Aurora Rochez, al make up e agli effetti speciali Paola Laneve, alla fotografia Stefano Pollastro e alla scenografia Erica Verzotti. Come aiuto regista, questa volta, il giovane e talentuoso Daniele Ciceri. Caleb attualmente è nell’ultima fase di post-produzione e il film verrà distribuito nel corso del 2020. Inoltre, sempre nel corso del 2020, verranno inaugurati finalmente gli L/D Studios con sede a Oleggio (NO).

Continua a leggere

Cinema

Brad Pitt e Jennifer Aniston, ritorno di fiamma? | Ecco i teneri momenti ai SAG Awards

Pubblicato

:

brad pitt aniston sagawards newscinema

Nella notte dei SAG Awards sono stati notati degli atteggiamenti affettuosi e complici tra Brad Pitt e Jennifer Aniston. Che sia tornato l’amore?
L’attore di recente protagonista nel film di Quentin Tarantino C’era una volta…a Hollywood! ha vinto il suo primo Screen Actors Guild Award, e si è ha preso un momento nel backstage per gustarsi la consegna del premio alla sua ex moglie per la serie tv The Morning Show, come si vede in questa foto di The Hollywood Reporter.

Brad Pitt e Jennifer Aniston ai SAG Awards

“Mi sento come se fossimo cresciuti insieme…Sono state così speciali le volte in cui sono stato invitato in questa stanza” ha detto Pitt. Tuttavia questo non è il primo momento memorabile della notte che riguarda Pitt e Aniston. Durante il discorso di accettazione di Pitt la Aniston è stata vista tra il pubblico mentre sorrideva all’attore e si univa all’applauso.

All’inizio di questo mese, sul tappeto rosso dopo i Golden Globes (a cui hanno partecipato entrambi), la star di Ad Astra ha detto a Entertainment Tonight che si aspettava di vedere la star di Friends quella notte. “Incontrerò Jen, è una buona amica. Sì” ha detto. Dopo che ET ha sottolineato che il mondo voleva una loro foto insieme all’evento, ha scherzato: “La seconda reunion più importante dell’anno? Capisco.”

Leggi anche: I migliori ruoli di Brad Pitt

Brad Pitt e Jennifer Aniston | le foto della notte insieme

brad pitt jennifer aniston

Il desiderio del mondo si è avverato ai SAG Awards domenica sera, poiché la coppia è stata fotografata non solo sorridente ma anche mentre si tiene per mano. La coppia è stata sposata dal 2000 al 2005 e anche se sono trascorsi 15 anni dal loro divorzio, Aniston e Pitt sono rimasti amici.
Pitt ha partecipato alla festa per il cinquantesimo compleanno di Aniston al Sunset Tower Hotel a Los Angeles lo scorso febbraio, così come la sua festa annuale per le vacanze a dicembre.

Continua a leggere

Iscriviti al nostro canale!

Film in uscita

Gennaio, 2020

Nessun Film

Film in uscita Mese Prossimo

Febbraio

Nessun Film

Pubblicità

Facebook

Recensioni

Nuvola dei Tag

Pubblicità

Popolari

X