Connettiti a NewsCinema!

Serie tv

Stranger Things, alla scoperta del vero progetto MKUltra

Pubblicato

:

Stranger Things, grazie al passa parola sul web e tra amici, è diventata pian piano la serie evento di questa estate (e forse di tutto il 2016), con ben 8.2 milioni di spettatori durante i primi sedici giorni da quando è stata resa disponibile online lo scorso luglio. A parte le ottime performance degli attori protagonisti e le atmosfere nostalgicamente anni ’80, la serie targata Netflix è riuscita a coinvolgere un numero così elevato di “binge-watcher” grazie ai tanti misteri che compongono la enigmatica trama, specialmente sul fronte del cosiddetto “Progetto MKUltra”. Questo era infatti il nome in codice dato a un programma clandestino di esperimenti sugli esseri umani (messo realmente in atto) portato avanti dalla CIA durante gli anni cinquanta e sessanta del XX secolo.

Il programma portato avanti in segreto dal servizio di intelligence americano viene menzionato per la prima volta durante il terzo capitolo della serie, quando Jim Hopper inizia ad investigare sul blindato laboratorio Hawkins appena fuori città, per scoprire che qualcosa di veramente grosso si sta muovendo tra le mura di quel grande edificio. In realtà, stando al report di agosto 1977 sul Progetto MKUltra, non uno ma molteplici “laboratori” erano dislocati per tutto il Nord America, con la CIA intenta a spingere e finanziare la costruzione di ottantasei università o istituzioni che si occupassero di esperimenti sugli umani per il “controllo mentale”. Questi esperimenti venivano effettuati su persone non coscienti e ignare di tutto, spesso private dei propri sensi grazie a grosse dosi di LSD somministrate senza il consenso del paziente o alcuna supervisione medica. Ben 149 progetti entrarono a far parte della campagna MKUltra, e gli scienziati coinvolti furono pagati per tenere la bocca chiusa sugli esperimenti eseguiti.

things

Non esiste però alcuna informazione dettagliata circa gli studi che venivano effettuati, in quanto nel 1973 il direttore della CIA Richard Helms ordinò la distruzione di tutti i documenti relativi al progetto. Quello che sappiamo lo abbiamo invece appreso da alcuni report cartacei conservati in edifici sopravvissuti alla censura della organizzazione americana. Stranger Things per la sua trama prende spunto da due piccoli progetti collegati a MKUltra: Bluebird e Artichoke. Per entrambi furono prelevati alcuni bambini dopo averli sottratti alle proprie famiglie, per sperimentare sul loro corpo alcune abilità quali telecinesi, ipnosi e controllo psichico.

Nel capitolo sei della serie, “Il mostro”, Chief Hopper e Joyce Byers scoprono la possibile connessione fra la scomparsa della figlia di Terry Ives, Jane, e la ragazzina calva (Eleven) avvistata nel laboratorio Hawkins, chiamata così per via di un tatuaggio sul braccio. La storia di Eleven è molto simile a quella reale che ha coinvolto Carol Rutz, autrice del libro “A Nation Betrayed: The Chilling True Story of Secret Cold War Experiments on Our Children and Other Innocent People”, nel quale racconta la sua esperienza come paziente nel progetto MKUltra. La ragazzina fu sottoposta a elettroshock, droghe di vario tipo, ipnosi e traumi di diversa natura, con lo scopo di essere trasformata in un “Manchurian Candidate” da usare contro i nemici della Guerra Fredda. Dalla tenera età di quattro anni Rutz fu psicologicamente torturata dagli scienziati americani contro il proprio volere e addestrata per diventare un killer (proprio ciò che vuole fare Brenner con la povera Eleven in Stranger Things).

ultra3

Una volta che fu rilasciata, la ragazza trascorse decenni per imparare a tenere a bada le sue differenti personalità e poter vivere normalmente nel mondo esterno. Dopo la pubblicazione del libro, però, altri sopravvissuti al progetto vennero allo scoperto, rivelando così che non si trattava di pochi casi, ma addirittura di migliaia di “pazienti”. Il progetto MKUltra è da anni una delle materie preferite dai complottisti. Non ci sono dubbi che gli esperimenti furono effettivamente eseguiti, ma non ci sono prove che i risultati siano andati oltre la semplice ipnosi o la manipolazione psicologica (a differenza di quanto ipotizzato dalla serie televisiva, che vede invece protagonisti ragazzini con poteri soprannaturali).

Studente presso la facoltà di Medicina e chirurgia dell'Università degli Studi di Bari Aldo Moro. Autore di diversi articoli pubblicati su mensili locali quali Bisceglie in Diretta e Il Biscegliese e siti d’informazione online locali e non. Ha collaborato con siti di informazione videoludica, come GameBack, GamesArmy e gamempire.it. Attualmente è redattore di Bisceglie24 e gestisce il blog cinematografico Strangerthancinema.it.

Continua a leggere
Clicca per commentare

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Netflix

Cam, il trailer del nuovo thriller Netflix

Pubblicato

:

cam

Netflix ha rilasciato il primo trailer ufficiale del thriller prodotto da Blumhouse Productions, Cam, interpretato da Madeline Brewer, che può essere visualizzato nel player qui sopra.

Scritto da Isa Mazzei da una storia sviluppata da lei, Daniel Goldhaber e Isabelle Link-Levy (Swiss Army Man) e diretto da Goldhaber, Cam è ambientato nel mondo del porno per webcam e segue Alice, una camgirl che si sveglia un giorno per scoprire di essere stata sostituita sul sito da una replica esatta di se stessa. Mentre la sua replica continua a lavorare, Alice inizia a perdere il controllo della sua vita e degli uomini che ne fanno parte. Mentre combatte per riprendere il controllo, viene ulteriormente coinvolta nel mistero di chi è la donna replicante e perché sta distruggendo la vita di Alice.

Brewer è affiancato da Patch Darragh (The First Purge), Melora Walters (Venom), Devin Druid (13 motivi per cui), Imani Hakim (Burning Sands) e Michael Dempsey (Red Dead Redemption II). Cam, che ha debuttato al Fantasia International Film Festival ottenendo ottime recensioni e ha vinto il miglior primo lungometraggio e la migliore sceneggiatura, è prodotto da Gunpowder & Sky, Blumhouse Productions e Netflix e sarà distribuito dal servizio di streaming il 16 novembre.

Continua a leggere

Serie tv

Breaking Bad, Vince Gilligan coinvolto in un film ispirato alla serie tv

Pubblicato

:

breaking bad

Walter White sta tornando? Secondo l’Albuquerque Journal (confermato da Variety), un film di Breaking Bad si sta preparando per la produzione nel Nuovo Messico con il titolo Greenbrier, e le riprese inizieranno da metà Novembre a inizio Febbraio. Mentre nessun membro del cast della serie AMC è stato confermato ancora, il creatore Vince Gilligan sta guidando il progetto dopo aver firmato un rinnovo triennale dell’accordo con la Sony Pictures Television lo scorso luglio.

Mentre nessun dettaglio ufficiale è stato rilasciato, The Journal dice che il film “racconta la fuga di un uomo rapito e la sua ricerca di libertà.” Il progetto dovrebbe impiegare circa 300 membri della troupe del New Mexico, oltre a 16 attori e circa 450 talenti di sfondo dallo Stato. “Siamo felici di dare il benvenuto a Greenbrier e Sony Studios nel Nuovo Messico” ha dichiarato Nick Maniatis, direttore del New Mexico State Film Office. “Per anni abbiamo costruito l’industria cinematografica nel Nuovo Messico e rafforzato i nostri incentivi cinematografici; ora stiamo assistendo al successo dopo il successo dell’industria cinematografica nel nostro Stato”.

Se questo film sarà un prequel che coinvolge il defunto Walter White di Bryan Cranston o Jesse Pinkman di Aaron Paul (che è stato rapito dalla banda di supremazia bianca di Jack Welker nella stagione finale) non è chiaro. Potrebbe anche essere focalizzato su Jesse che ricostruisce la sua vita sulla scia della morte di White e viene liberato dai cartelli. Breaking Bad ha terminato la sua corsa con cinque stagioni acclamate dalla critica, con un finale che ha portato a una serie di record di 10,3 milioni di spettatori. È stata seguita dalla serie prequel Better Call Saul, incentrata sul piccolo avvocato di Bob Odenkirk, Jimmy McGill, che è stato appena rinnovata per una quinta stagione.

Dall’autorevole sceneggiatore, produttore, regista Vince Gilligan, Breaking Bad è stato prodotto da Sony Pictures Television con Mark Johnson (Gran Via) e Michelle MacLaren come produttori esecutivi. Breaking Bad è stato presentato per la prima volta su AMC nel gennaio 2008 e ha seguito il protagonista Walter White, un insegnante di chimica del liceo che vive nel New Mexico con sua moglie, un figlio adolescente con paralisi cerebrale e una bambina. Gli viene diagnosticato un cancro allo stadio III e viene data una prognosi di due anni rimasti da vivere. Con un nuovo senso di impavidità basato sulla sua prognosi medica e il desiderio di ottenere una sicurezza finanziaria per la sua famiglia, White sceglie di entrare in un mondo pericoloso di droghe e criminalità e ascende al potere in questo mondo.

La serie ha esplorato come una diagnosi fatale come quella di White rilasci un uomo tipico dalle preoccupazioni e dai vincoli quotidiani della società normale, e segua la sua trasformazione da uomo di famiglia dai modi gentili a leader del traffico di droga.

Continua a leggere

Horror Mania

The Walking Dead, Andrew Lincoln nei film ispirati alla serie tv horror

Pubblicato

:

the walking dead

AMC ha annunciato che tra i primi progetti in sviluppo per The Walking Dead, la serie AMC Studios Original Films, con Andrew Lincoln, scritta da Gimple, dovrebbe continuare la storia di Rick Grimes già nel 2019. Nell’ultima apparizione di Lincoln nella fortunata serie The Walking Dead, il personaggio di Rick Grimes viene ferito mortalmente e si vede per l’ultima volta mentre viene trasportato in elicottero verso una destinazione sconosciuta. Il primo film esplorerà la storia di dove viene portato Rick e cosa affronta in un nuovo angolo dell’apocalisse zombie.

Come parte del piano pluriennale di Gimple per The Walking Dead, ci sono altri progetti attualmente in fase di sviluppo, inclusi film aggiuntivi, speciali, serie, contenuti digitali e altro ancora. Alcune delle storie si riferiscono a The Walking Dead come le conoscono i fan, mentre altre saranno storie indipendenti che si aprono a un nuovo territorio creativo. “Abbiamo molto all’orizzonte, a cominciare da una nuova epopea con uno dei più grandi attori della storia della televisione e una delle migliori persone che abbia mai incontrato” ha detto Gimple. “Questi film saranno grandi evoluzioni di quello che abbiamo fatto nello show, con la portata e la scala delle funzionalità. Iniziamo con la prima parte della storia di Rick Grimes, e c’è ancora molto da fare, con i mondi ancora inediti di The Walking Dead e volti del passato dello show, oltre a nuovi personaggi che speriamo diventino i preferiti del pubblico, raccontati dai veterani di TWD e dalle voci emergenti. Vogliamo esplorare nuovi territori con storie diverse e distinte, tutte parte dello stesso mondo che ha catturato la nostra immaginazione per quasi un decennio dei morti.

Riteniamo che questo sia un mondo e una narrativa con molte possibilità e opportunità per lo sviluppo dei personaggi e siamo entusiasti di estendere la serie in un franchise che può vivere in più formati” ha affermato David Madden, presidente della programmazione originale di AMC, SundanceTV e AMC Studios. “Per molti anni i fan hanno parlato di cose nell’apocalisse che vogliono vedere e ora abbiamo l’opportunità di esplorare quelle storie, a cominciare dal personaggio che ha iniziato tutto, Rick Grimes.” Basato sulla serie di fumetti scritta da Robert Kirkman e pubblicata da Image Comics, The Walking Dead racconta la storia dei mesi e degli anni dopo un’apocalisse zombie e segue un gruppo di sopravvissuti che viaggiano alla ricerca di una casa sicura e protetta. La serie è prodotta dal chief content officer Scott M. Gimple, dallo showrunner Angela Kang, da Robert Kirkman, Gale Anne Hurd, David Alpert, Greg Nicotero, Tom Luse e Denise Huth.

Continua a leggere
Pubblicità

Facebook

Film in uscita

Novembre, 2018

Nessun Film

Film in uscita Mese Prossimo

Dicembre

Nessun Film

Recensioni

Nuvola dei Tag

Pubblicità

Popolari

X