Connect with us
soul jamie foxx joe gardner pixar soul jamie foxx joe gardner pixar

Disney +

I cinque film per Natale 2020 da vedere su Disney+

Published

on

Il Natale 2020 sarà un Natale diverso in tutto il mondo. Un natale senza cenoni allargati, senza bagordi con gli amici fino a tarda sera. Forse anche per questo, le piattaforme di streaming si stanno attrezzando per garantire una grande varietà di contenuti di intrattenimento per questo dicembre. Ecco allora le ultime novità disponibili su Disney+ per passare le festività all’insegna della leggerezza.

Noelle

A leggere la prevedibilissima trama, Noelle potrebbe sembrare il classico film di Natale: il ruolo di Babbo Natale passa di padre in figlio, solo che stavolta il figlio non sembra volerlo fare e allora, forse, per la prima volta toccherà ad una donna, interpretata da Anna Kendrick e sempre marginalizzata. È invece un titolo in grado di raccontare in maniera efficace i veri mutamenti sociali, il cambiamento del sentire comune. E, inoltre, di essere terreno di scontro di idee diverse (in questo caso, di aziende diverse) Così Noelle porta avanti la battaglia sempre più dura tra piattaforme. Se infatti solitamente il cattivo che vuole rovinare il Natale impedendo la consegna dei regali è un villain mosso dal risentimento, in Noelle è in realtà l’azienda che guida una delle piattaforme rivali: Amazon. I droni di Amazon Prime e il sistema tecnologico di consegna dei regali organizzato sono il simbolo del male, quello che i buoni devono combattere per far vincere la felicità.

noelle film trailer 1210x642 1

LEGO Star Wars Holiday Special

Dura poco meno di 50 minuti lo special natalizio della serie animata Lego Star Wars, crossover tra l’universo di Lucas (ora di Disney) e il mondo dei mattoncini: un’operazione di co-branding nata con le scatole di Lego da acquistare, fiorita nel mondo dei videogiochi e in fretta sbarcata nell’animazione con cortometraggi e poi con vere e proprie serie televisive. Questo special natalizio ha tutte le caratteristiche di ogni cosa che la Lego tocchi o metta in scena, cioè il fare della parodia, un umorismo fondato sulla velocità e la rapidità dei mediometraggi migliori. Soprattutto è un greatest hits di tutto ciò che gli appassionati amano di Guerre stellari.

lego star wars special trailer 1200

Fata madrina cercasi

Il 4 dicembre debutterà sulla piattaforma streaming di Disney il film Fata Madrina Cercasi, scritto da Kari Granlund e Melissa Stacke e diretto da Sharon Maguire. In un mondo magico chiamato Madrinaland, una giovane fata madrina in formazione di nome Eleanor (Jillian Bell) scopre che la sua professione di fata madrina potrebbe scomparire. Determinata a dimostrare che le fate madrine sono ancora necessarie, Eleanor cerca di aiutare Mackenzie, una ragazzina il cui desiderio era stato ignorato. La bambina, ormai diventata una donna, ha perso il marito ed è rimasta sola, disillusa dalla possibilità di essere per davvero felici e contenti.

unnamed 1

Soul

Il giorno di Natale, Disney+ regalerà ai suoi abbonati la possibilità di lasciarsi scaldare il cuore dal film di animazione più atteso del 2020: Soul, realizzato dai Pixar Animation Studios e diretto da Pete Docter (già creatore di Inside Out) e Kemp Powers  (già autore di One Night In Miami). I temi Pixar ci sono tutti. La maniera di trasfigurare il simbolico e spirituale in tecnologico anche. E pure quella capacità fuori dai canoni di lavorare sulla tenerezza e sull’umanità. Soul è il film speculare di Inside Out. Non una bambina ma un adulto; non un viaggio all’interno della mente, tra i sentimenti, ma uno al di fuori del corpo, alla scoperta dell’anima; non una metafora di come funzioniamo ma di cosa vogliamo fare di noi stessi.

soul

Lo schiaccianoci e i quattro regni

Lo schiaccianoci e i quattro regni (The Nutcracker and the Four Realms) è un film del 2018 (ma approdato in streaming solo di recente) diretto da Lasse Hallström e Joe Johnston , on protagonisti Keira Knightley, Mackenzie Foy, Helen Mirren e Morgan Freeman. La pellicola è un libero adattamento cinematografico del racconto Schiaccianoci e il re dei topi di E. T. A. Hoffmann e del balletto Lo schiaccianoci di Cajkovskij. Clara è una ragazzina molto furba, in grado di costruire delle fantastiche invenzioni. Tuttavia, in seguito alla morte della madre Marie, la ragazza si ritrova in rotta con suo padre, il quale è divenuto serio e distante e sembra non prestare più attenzione ai suoi figli. Il giorno della vigilia di Natale, Clara riceve uno strano carillon lasciatole da sua madre.

lo schiaccianoci e i quattro regni teaser finale 1

Giornalista cinematografico. Fondatore del blog Stranger Than Cinema e conduttore di “HOBO - A wandering podcast about cinema”.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Disney +

Willow | Su Disney+ l’attesa serie fantasy dal sapore nostalgico

Published

on

willow
Willow | Su Disney+ l'attesa serie fantasy dal sapore nostalgico
3.8 Punteggio
Regia
Sceneggiatura
Cast
Colonna Sonora

Nel 1988 Ron Howard dirige Willow, un’opera fantasy diventata oggi un cult; a distanza di decenni, Disney+ si accinge a presentare l’omonima serie tv, sequel della pelllicola. La data prescelta è il 30 novembre 2022, quando saranno disponibili gli 8 episodi dello show.

Leggi anche: “The Book of Boba Fett” | Su Disney+ la serie spin-off di “The Mandalorian”

Dall’annuncio al D23 Expo 2022, le aspettative non hanno fatto che crescere, riunendo i fan di tutto il mondo e preparandoli a vivere un’avventura straordinaria, dal sapore nostalgico. A vestire i panni del protagonista, torna Warwick Davis, affiancato da un cast di giovanissimi.

Willow | La trama

Il regno della regina Sorsha (Joanne Whalley) vive un periodo di relativa tranquillità, almeno sino a quando uno dei suoi figli, il principe Airk (Dempsey Bryk), non viene rapito. La sorella gemella di quest’ultimo, Kit (Ruby Cruz), promessa sposa al giovane Graydon (Tony Revolori), decide di unirsi alla spedizione per salvarlo.

Ovviamente, nel viaggio non può mancare la sua migliore amica, Jade (Erin Kellyman), abile spadaccina e fedele confidente. Insieme a loro, partono Graydon e Dove (Ellie Bamber), che lavora alle dipendenze della corona e ha una storia segreta con Airk. Infine, la regina ordina a Boorman (Amar Chadha-Patel) di accompagnare i ragazzi e, in cambio, sarà prosciolto da ogni accusa.

L’ultimo fondamentale tassello è rappresentato da Willow (Davies), uno stregone che conosce bene Sorsha e sa come fronteggiare la minaccia incombente dell’oscurità.

Un racconto di formazione a tinte fantasy

Pur essendo un prodotto di intrattenimento, rigorosamente fantasy, Willow si rivela un racconto di formazione alquanto appassionante. Attraverso i vari personaggi e le dinamiche che tra loro intercorrono, trovano spazio vari temi. Dall’amicizia all’amore, dall’identità alla consapevolezza.

Kit e Jade appaiono amiche indivisibili, che condividono più di quanto si veda in apparenza. Compagne di allenamenti e di segreti, dentro iniziano a provare sentimenti nuovi, difficili da metabolizzare ed esprimere. Una gelosia improvvisa, la paura di una separazione. Mentre la missione prende forma, le due affrontano ciò che le riguarda più da vicino. Ma oltre al loro rapporto, dovranno fare anche i conti con i rispettivi ruoli, le aspettative a essi legate e le circostanze avverse in cui finiscono.

Il peso del passato gioca invece un ruolo prioritario soprattutto sulle figure degli adulti: Willow e Boorman ricordano, in più di un’occasione, i passaggi che li hanno condotti sin lì. A volte le azioni compiute lasciano un segno, una ferita indelebile e non rimarginabile, con cui si è costretti a convivere. L’unica speranza è quella di rintracciare una via per la redenzione.

L’avventura che emoziona

Dal punto di vista stilistico e scenico, Willow mette in scena tutta una serie di suggestioni, assolutamente valide e godibili. Ogni episodio corrisponde a un capitolo della storia, a partire dai cosiddetti Flagelli, prima terribile manifestazione di un Male che comincia a insinuarsi. L’ambientazione, che sfrutta la bellezza e la purezza delle location gallesi, offre uno sfondo perfetto alla creazione dell’atmosfera.

Leggi anche: Jungle Cruise | La nuova avventura targata Disney con Emily Blunt e The Rock

Tra mistero e magia, mostri e maledizioni, l’avventura si arricchisce di pregevoli tasselli, minuto dopo minuto. Il meglio del genere fantasy ha la possibilità di mostrarsi, regalando un ritorno a quell’età in cui era più facile credere a incantesimi e creature, ed emozionarsi guardando una serie televisiva.

Continue Reading

Disney +

Greta Ferro | chi è la partner femminile di Can Yaman nella serie El Turco?

Published

on

Occhi verdi spalancati verso il futuro, capelli spesso arruffati lunghi fino al collo, labbra che sembrano disegnate, pelle color latte e portamento elegante. Una descrizione esteriore che unita alle molteplici capacità intellettive e fisiche di cui è dotata, riesce a rendere ancora più interessante e versatile la bella e brava Greta Ferro. Nonostante la sua giovane età, questa ragazza ha dimostrato di avere tutte le carte in regola per potersi affermare nel mondo dello spettacolo, risultando completa ma ancora in procinto di spiccare realmente il volo. Continuate a leggere per scoprire tutto quello che c’è da sapere sulla vita e la carriera della modella e attrice Greta Ferro.

Le origini di Greta Ferro

Nata il 19 settembre 1995 a Vasto, la bella Greta ha avuto la fortuna di vivere in una famiglia che oltre ad amarla, ha sempre appoggiato le sue scelte professionali. Figlia di papà Giuseppe, imprenditore e amministratore delegato di un importante brand di pasta molisana e di mamma Gilda, docente universitaria a Benevento, la modella ricopre anche l’importante ruolo di sorella maggiore della piccola Ginevra.

Importante per la sua formazione, aver preso parte al progetto Intercultura, facendole trascorrere un anno in Cina, prima di prendere il diploma di maturità classica in un liceo di Campobasso. Nel 2013 decide di lasciare la sua regione, l’Abruzzo, per intraprendere la carriera universitaria. Milano diventa ben presto la sua seconda casa, dopo essersi iscritta alla facoltà di Economia alla Bocconi.

Durante il secondo anno all’università, Greta inizia a farsi strada all’interno del tortuoso mondo della moda. Perspicace nel capire di chi fidarsi o meno, Greta riesce a trovare due manager che si riveleranno i suoi talent scout, per l’agenzia Why Not Model Agency.

La prima esperienza come attrice

Senza abbandonare il vero motivo del suo arrivo al nord, Greta decide di intraprendere gli studi nel campo della recitazione alla Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi. Ed è qui, che inizia la sua svolta professionale. A cambiarle la vita sarà la partecipazione a un cortometraggio intitolato Una Giacca (2018) diretto da Marco Armando Piccinini. (Potete vederlo nel player qui in alto).

Con la supervisione di Michele Placido, questo video di 11 minuti è stato realizzato per la maison di moda di Giorgio Armani. Un nome che tornerà spesso nella sua vita.
Una Giacca racconta la storia di due ragazze alle prese con un colloquio di lavoro. Ambientato in decenni diversi, tra ritardi e imprevisti, l’indumento scelto per dare il titolo a questo corto, si rivelerà fondamentale per l’esito della prova.

Leggi anche: Viola come il mare | la video intervista a Can Yaman e Francesca Chillemi

Greta Ferro e il cast della fiction Made in Italy

Una bellezza “Made in Italy”

Nonostante la partecipazione di Greta Ferro, nel cortometraggio sia abbastanza limitata, i primi piani sul suo viso acqua e sapone, basteranno ai registi Ago Panini e Luca Lucini per sceglierla come protagonista della serie tv Made in Italy andata in onda nel 2019 su Canale5. Ed ecco arrivare, inaspettatamente la grande opportunità per Greta di interpretare il suo primo ruolo da protagonista.

Ambientata a Milano nel 1974, la giovane ragazza arrivata dal sud Italia, dopo aver letto un annuncio di lavoro presso una redazione giornalistica, la nota rivista Appeal, decide di mettersi in gioco e dimostrare il suo talento. Ma in un mondo fatto di paillette, chiffon e invidia, per Irene sarà fondamentale tirar fuori le unghie e i denti per farsi prendere sul serio dalle persone che contano.

L’aspirante giornalista di moda, Irene Mastrangelo, racconta anche i moti che albergavano nell’Italia degli anni Settanta, vittima di lotte sociali, nei mesi caldi dell’introduzione del divorzio e della relativa emancipazione femminile. Condizione molto cara alla Mastrangelo e che la porta a diventare più forte e determinata, andando contro il volere della famiglia e dal fidanzato Luigi.

Oltre all’alta moda, il cuore della storia raccontata nel corso degli 8 episodi, girati tra il Marocco, Milano e Roma, è anche la forza di volontà e l’impegno impiegato da una giovane ragazza desiderosa di affermarsi nel mondo del giornalismo. Grazie ai vari articoli che si troverà a scrivere, Irene avrà modo di incrociare sul suo cammino i più grandi stilisti italiani dell’epoca. Quei nomi che ancora adesso sono il fiore all’occhiello del nostro Paese nel mondo. Passando da Krizia (Stefania Rocca), a Giorgio Armani (Raoul Bova), Gianni Versace (Achille Marciano), Ottavio Missoni (Enrico LoVerso) e Rosita Missoni (Claudia Pandolfi) e tantissimi altri.

Leggi anche: Disney+ sbarca in Turchia | tutto quello che c’è da sapere sulle nuove serie

La musa di Giorgio Armani

Il suo rapporto speciale con lo stilista italiano Giorgio Armani, risale ormai al 2018. In occasione della 75^ edizione della Mostra di Arte Cinematografica di Venezia. La giovane Greta Ferro, all’età di 23 anni si è trovata a calcare il red carpet, affianco a Cate Blanchett, in veste di Global Beauty Ambassador per Armani.

Come ricordato dalla Ferro in un’intervista, fu lo stesso Armani a dimostrarsi interessato a lei, tanto da chiederle i suoi contatti. Dopo il cortometraggio Una Giacca, di cui abbiamo parlato poc’anzi, Greta diventa una delle muse dello stilista e volto di punta della linea Armani Beauty. Prodotti per il trucco e la cura della pelle, in perfetta linea con la delicatezza, eleganza e semplicità che appartengono a Greta.

C’è qualcosa che non sa fare?

Considerata per lo più modella, in realtà sembra aver puntato tutta la sua vita professionale sulla recitazione. Un impegno confermato anche dalle lezioni di canto, danza unite allo studio del pianoforte e della chitarra classica. La consapevolezza che la Ferro sia una ragazza particolarmente talentuosa, ma in procinto di sbocciare e di farsi apprezzare dalla stragrande maggioranza del pubblico è possibile riscontrarla leggendo la sua scheda.

Oltre a saper parlare fluentemente inglese, cinese e spagnolo, Greta è anche una grande appassionata di sport, non solo per mantenere perfetta la sua forma fisica. Tra le competenze sportive acquisite negli anni, spiccano apnea, il brevetto come sub di I° livello, il tennis, la pallavolo, gli sci, l’equitazione, la boxe e lo yoga.

Importante è il suo impegno nel sociale. A quanto pare, nei momenti di pausa, riesce a trovare tempo per andare a prestare aiuto come volontaria a favore dei senzatetto con l’Ordine di Malta. Tra le tematiche che le stanno maggiormente a cuore, le continue lotte per la libertà da parte di donne costrette a vivere un’esistenza all’insegna di violenze, come nel caso della ragazza iraniana Mahsa Amini, uccisa per aver indossato in maniera errata il velo.

El Turco | Greta Ferro e Can Yaman nella serie per Disney +

Nelle ultime settimane, il suo nome è rimbalzato nei siti di tutto il mondo, per la sua partecipazione in veste di partner femminile dell’attore turco Can Yaman nella serie El Turco per Disney+. Sebbene non ci sia alcuna foto che li ritrae insieme, per volere della produzione, già da qualche settimana, i due attori si trovano a Budapest per prendere parte alle riprese.

Tenendo conto delle capacità elencate poco fa, a renderla perfetta per il ruolo di co-protagonista femminile di Yaman, sono l’equitazione e la conoscenza della lingua inglese, idioma scelto per le riprese della serie.

Un post di Greta Ferro a Budapest in un momento di pausa dal set

Seguendo il suo profilo Instagram, composto da post e story dedicate al fidanzato Germano Invernizzi e ai suoi meravigliosi gatti, Greta riesce anche ad aggiornare i suoi follower. Attraverso l’utilizzo delle story girate spesso alle prime luci dell’alba, è facile intuire quanto sia serrato e impegnativo questo set, che la vede coinvolta per la prima volta in una produzione internazionale.

Sicuramente, la sua partecipazione nella serie El Turco, incentrata sulla storia del condottiero eroico Hasan Balaban, sarà l’occasione giusta, per far sì che il pubblico possa considerarla prevalentemente come attrice.

Continue Reading

Disney +

Disney+ sbarca in Turchia | tutto quello che c’è da sapere sulle nuove serie

Published

on

È ufficiale: la Turchia entrerà a far parte del magico mondo di Disney+ dal 14 giugno. Una notizia che non è passata inosservata, agli abbonati alla piattaforma digitale, amata da grandi e piccini. Un entusiasmo più che giustificato, se pensiamo che questo Paese è secondo solo a Hollywood nella produzione di serie tv. La Turchia non solo darà modo agli spettatori di vedere i contenuti già presenti, ma avrà l’onore e l’onere di arricchirlo con nuove serie.

In questi mesi fatti di indiscrezioni e notizie ufficiose, finalmente sono arrivate le tanto attese conferme. Attraverso le storie pubblicate nei profili social dei diretti interessati, i fan delle serie turche hanno potuto gioire in attesa di saperne di più.

Demet Özdemir e Burak Deniz

Gli attori più amati delle dizi turche su Disney+

A far brillare gli occhi dei futuri abbonati alla piattaforma di Disney+, sono stati i nomi degli attori e delle attrici che hanno chiuso gli accordi con la famosa casa di produzione. Stiamo parlando di volti molto amati al pubblico delle serie tv turche: Halit Ergenç, Cansu Dere, Yılmaz Erdoğan, Şahan Gökbakar, Ata Demirer, Pınar Deniz, Aras Bulut İynemli, Can Yaman, Demet Özdemir, Hande Erçel e Burak Deniz.

A partire dalla serie Daydreamer – Le ali del sogno (Can Yaman – Demet Özdemir), passando per la rom-com Love is in the air (Hande Erçel). Fino ad arrivare al film Rosso Istanbul (Halit Ergenç) e Le Fate Ignoranti – la serie (Burak Deniz) entrambi diretti da Ferzan Ozpetek, non c’è da stupirsi se le prossime produzioni spopoleranno anche su Disney+.

Leggi anche: Le Fate Ignoranti | l’attore turco Burak Deniz nel cast della serie di Ozpetek

Can Yaman e il romanzo El Turco per Disney+

Disney + | Can Yaman protagonista della serie El Turco

Tra le tante serie che presto prenderanno il via, soprattutto nei mesi estivi, in attesa del primo ciak, c’è la serie con Can Yaman. Proprio lui, dopo aver confermato il suo coinvolgimento in un progetto per Disney+, ha visto balzare nelle liste Trend Topic di Twitter l’hashtag #CanYamanDisneyPlusTR.

Nelle ultime settimane, proprio lui era stato protagonista di alcune notizie che lo vedrebbero protagonista della serie . Come riportato dalla giornalista turca Birsen Altuntas, Yaman vestirà il ruolo di protagonista, nella serie ispirata all’omonimo romanzo storico El Turco di Orhan Yeniaras. Scritto da Kerem Deren e diretto da Ulug Bayraktar, al momento non si hanno ulteriori informazioni riguardanti la sua partner.

Ambientata nel 1683, la storia narra l’assedio che avvenne a Vienna da parte dell’Impero Ottomano. Il protagonista fu un soldato turco, abile a tal punto da essere riuscito a salvarsi dall’attacco dell’esercito austriaco. In gravi condizioni, il soldato arrivò a Moena, piccola cittadina nella quale trovò delle persone che lo aiutarono a guarire e a rimettersi in sesto. Colpito dall’affetto dimostrato nei suoi confronti, il Turco decise di trasferirsi nel piccolo borgo, precisamente nel rione che venne chiamato Turchia.
Ancora oggi, ad agosto si svolge una cerimonia nella quale sventolano le bandiere turche e gli abitanti del luogo indossano i tipici costumi ottomani.

Leggi anche: Can Yaman sarà Sandokan nel progetto internazionale della Lux Vide

Engin Akyürek in Escape su Disney+

Escape | la prima serie è con Engin Akyürek

Ad aprire le danze il 14 giugno, ci penserà la serie Escape con protagonista l’attore Engin Akyürek, coinvolto anche in veste di sceneggiatore. Diretta da Yağız Alp Akaydın, nel cast compaiono Irem Helvacıoğlu, Aziz Çapkurt, Onur Bay, Leyla Tanlar, Aras Aydın e Levent Ülgen.

La storia si svolge nel villaggio yazida, nel quale vivono un gruppo di indigeni, appartenenti all’Asia occidentale, comprendendo Iraq, Siria, Turchia e Iran. Mehmet è un fotografo di guerra e insieme a un gruppo di giornalisti provenienti da altri Paesi, dovranno attraversare di nascosto il confine. Purtroppo le cose per loro non vanno come preventivato e finiscono nelle mani di un’organizzazione terroristica, dopo un raid. Riusciranno a scappare dopo essere stati catturati?

Continue Reading
Advertisement

Iscriviti al canale Youtube MADROG CINEMA

Facebook

Recensioni

Popolari