Connettiti a NewsCinema!

News

La Terra dell’Abbastanza: il convincente esordio dei fratelli D’Innocenzo

Pubblicato

:

L’opera prima dei fratelli D’Innocenzo, gemelli romani, racconta una storia dì microcriminalità non particolarmente originale: due ragazzi investono per sbaglio con la macchina una persona già presa di mira dal clan della zona e decidono di sfruttare questo increscioso episodio a loro vantaggio, come pretesto per entrare nel mondo delle organizzazioni criminali e da lì “svoltare” una vita fatta di tristezza e miseria. Quello che però differenzia La Terra dell’Abbastanza da altre opere simili è lo sguardo inedito dei due registi: asciutto e realista come quello di Caligari, eppure più interessato alle vicende umane e non ai fenomeni sociali, ai drammi personali piuttosto che a quelli di una collettività o di una generazione (come invece in Amore Tossico).

La Terra dell’Abbastanza: la recensione di un film che ne contiene due

È come se l’opera prima del duo romano contenesse in sé due film diversi: uno è quello che emerge dalle immagini, dove regna pulizia ed equilibrio e che ci vorrebbe far credere che i due ragazzi siano in grado di compiere i crimini più indicibili senza mai farsi scalfire nell’animo, ed un secondo film, quello che invece emerge dalla narrazione e dalle espressioni dei personaggi, che invece ci suggerisce drammi e dubbi che la messinscena non sembra invece voler evidenziare. Così anche i luoghi del film, quelle periferie di abbandono e degrado, non vengono ripresi sempre nella loro grottesca decadenza, ma spesso vivono di colori che generalmente non associamo a quelle zone urbane: cabine da spiaggia sgargianti, palazzoni dai colori accesi e feste di compleanno per bambini con gli ombrellini azzurri.

Andrea Carpenzano e Matteo Olivetti nel film La Terra dell’Abbastanza

Sono scelte che mettono in risalto il dualismo su cui si regge il film, una separazione insanabile fra ciò che chi ci viene fatto capire dalla trama e ciò che invece vediamo su schermo: c’è ordine e sicurezza lì dove non ci dovrebbero essere, come non c’è per forza degrado su schermo anche quando la sceneggiatura logicamente imporrebbe di mostrarlo. Si tratta di un’operazione molto complessa che ha del sorprendente per due registi molto giovani, che riprendono un genere ormai codificato all’interno del cinema italiano e lo stravolgono, eliminando l’epica con cui spesso vengono raccontate queste storie di crimini ed osservando il tutto con distacco. Eppure questa freddezza, che ci vorrebbe mostrare due giovani ragazzi, interpretati da Matteo Olivetti e Andrea Carpenzano, nati per compiere questo tipo di operazioni criminali, viene messa costantemente in discussione proprio dalla recitazione dei due attori, che trasmettono con efficacia la loro difficoltà nell’accettare la dimensione di violenza nella quale vivono.

La Terra dell’Abbastanza: una narrazione asciutta con attori in parte

Così La Terra Dell’Abbastanza, pur non avendo il coraggio di sovvertire davvero le regole del genere, ma seguendo tutti gli snodi narrativi che ci si aspetterebbe da una storia di questo tenore, riesce a convincere per uno sguardo profondamente diverso sul mondo della criminalità, per cui chi compie la violenza non è meno “umano” di chi la subisce. E per quanto sia difficile stare dalla parte di chi uccide e spaccia, è anche impossibile non provare almeno un pizzico di empatia nei confronti di questi ragazzi coinvolti in una spirale di violenza che per forza di cose finirà per soffocarli.

Una scena romantica del film La Terra dell’abbastanza

La grande forza dei fratelli D’Innocenzo sta nel saper comunicare tutto ciò con una invidiabile parsimonia ed asciuttezza (che poi è anche uno dei punti di forza del cinema di Garrone, a cui i due per ovvie ragioni si ispirano). Anche i personaggi secondari, quelli che compaiono per pochi secondi, riescono a svolgere un ruolo preciso nella narrazione senza occupare lo schermo più di quanto sia necessario.

La Terra dell’Abbastanza sembra seguire i canoni che hanno reso grande il cinema americano (che su queste storie di criminalità ha costruito una eredità enorme) pur mantenendo una forte identità “nazionale”. Essendo comunque un’opera prima, non tutto funziona come dovrebbe. Ma quello che funziona è certamente “abbastanza”.

La Terra dell’Abbastanza – TRAILER

Studente presso la facoltà di Medicina e chirurgia dell'Università degli Studi di Bari Aldo Moro. Autore di diversi articoli pubblicati su mensili locali quali Bisceglie in Diretta e Il Biscegliese e siti d’informazione online locali e non. Ha collaborato con siti di informazione videoludica, come GameBack, GamesArmy e gamempire.it. Attualmente è redattore di Bisceglie24 e gestisce il blog cinematografico Strangerthancinema.it.

Continua a leggere
Clicca per commentare

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cinema

Brightburn, il trailer del Superman horror di James Gunn

Pubblicato

:

brightburn

Per molti mesi abbiamo sentito parlare del casting di un nuovo film horror di James Gunn ancora senza titolo, prodotto da Sony Pictures e Screen Gems. Ora lo studio ha rivelato il primo trailer del film ufficialmente intitolato BrightBurn. Se un bambino di un altro mondo si fosse schiantato sulla Terra, ma invece di diventare un eroe per l’umanità, avesse dimostrato di essere qualcosa di molto più sinistro? Con Brightburn, il filmmaker visionario di Guardians of the Galaxy e Slither presenta una sorprendente e sovversiva interpretazione di un genere radicalmente nuovo: il supereroe horror.

BrightBurn è diretto da David Yarovesky (The Hive) e scritto da Mark Gunn e Brian Gunn. Elizabeth Banks è al fianco di David Denman, Jackson A. Dunn (Shameless), Matt Jones e Meredith Hagner (Younger, Set it Up). James Gunn produce, con i produttori esecutivi Mark Gunn, Brian Gunn, Dan Clifton, Simon Hatt e Nic Crawley. All’inizio di quest’anno, The H Collective ha stipulato un accordo con la Sony Pictures Worldwide Acquisitions (SPWA) per distribuire e commercializzare film a livello globale. “Siamo orgogliosi di presentare questo trailer prima ai fan! È ancora più emozionante perchè celebriamo anche il primo anniversario di The H Collective“, ha dichiarato il CEO di The H Collective, Nic Crawley.

The H Collective, lanciato a ottobre 2017, è una società globale di finanza, produzione, marketing e distribuzione cinematografica che produce e finanzia una gamma diversificata di film di alta qualità tra cui horror, action comedy e franchise IP. La H Collective ha recentemente acquisito la franchigia xXx con One Race Films di Vin Diesel e è in pre-produzione nella quarta puntata del franchise.

Continua a leggere

CineComics

Avengers Endgame, il trailer ufficiale del nuovo film Marvel

Pubblicato

:

avengers endgame

Il primo trailer del nuovo, attesissimo film Marvel Studios dedicato agli Avengers è ora disponibile e potete vederlo nel player qui sopra. Il film arriverà nelle sale italiane il 24 aprile 2019.

Dopo il successo mondiale del film Avengers: Infinity War, Anthony e Joe Russo tornano alla regia per dirigere il quarto capitolo dell’epica saga dedicata ai supereroi più potenti della Terra.

Continua a leggere

Backstage e Curiosità

Il ritorno di Mary Poppins, una nuova featurette per saperne di più

Pubblicato

:

Il ritorno di Mary Poppins

La Walt Disney Pictures ha rilasciato una nuovissima featurette dell’atteso Il Ritorno di Mary Poppins, con un’intervista a Emily Blunt che parla del perché ama interpretare il personaggio iconico. L’attesissimo sequel del classico del 1964 arriverà al cinema il 19 dicembre.

Il cast de Il Ritorno di Mary Poppins include Emily Blunt (Into the Woods), Lin-Manuel Miranda (Hamilton, Moana), Ben Whishaw, Emily Mortimer e Julie Walters, con Colin Firth e Meryl Streep. Inoltre, Dick Van Dyke interpreta il signor Dawes Jr., presidente della Fidelity Fiduciary Bank, che ora è gestita da William Weatherall Wilkins, e Angela Lansbury interpreterà la Balloon Lady, un personaggio dei libri per bambini originali di PL Travers. Diretto e prodotto dal candidato all’Oscar, Emmy e vincitore del premio DGA Rob Marshall (Into the Woods, Chicago), Il Ritorno di Mary Poppins presenta anche tre nuovi figli di Banks, interpretati da Pixie Davies (Miss Peregrine’s Home for Peculiar Children), Nathanael Saleh (Game of Thrones) e il nuovo arrivato Joel Dawson.

Ambientato negli anni ’30 della depressione dell’epoca londinese (il periodo storico dei romanzi originali), questo film è tratto dalla ricchezza di materiale degli altri sette libri di PL Travers. Nella storia Michael e Jane sono ormai cresciuti, con Michael, i suoi tre figli e la loro governante, Ellen , che vivono a Cherry Tree Lane. Dopo che Michael subisce una perdita personale, l’enigmatica tata Mary Poppins rientra nella vita della famiglia Banks, e, insieme all’ottimista Jack, usa le sue abilità magiche per aiutare la famiglia a riscoprire la gioia. Mary Poppins introduce anche i bambini a un nuovo assortimento di personaggi colorati e stravaganti, tra cui l’eccentrica cugina Topsy.

Continua a leggere
Pubblicità

Facebook

Recensioni

Nuvola dei Tag

Film in uscita

Dicembre, 2018

13Dic00:00Un Piccolo FavoreTitolo originale: A Simple Favor

13Dic00:00Il Testimone Invisibile

13Dic00:00Macchine MortaliTitolo originale: Mortal Engines

13Dic00:00Lontano da QuiTitolo originale: The Kindergarten Teacher

13Dic00:00L'uomo che rubò Banksy

13Dic00:00La donna elettricaTitolo originale: Woman at War

20Dic00:00Il ritorno di Mary PoppinsTitolo originale: Mary Poppins Returns

20Dic00:00Cold War

20Dic00:00Ben is Back

20Dic00:00Bumblebee

20Dic00:00The Old Man & the Gun

20Dic00:007 uomini a molloTitolo originale: Le Grand Bain

20Dic00:00Amici come prima

Film in uscita Mese Prossimo

Gennaio

Nessun Film

Pubblicità

Popolari

X