Connect with us

News

I mille volti di Stanley Tucci

Published

on

tucci

Tu hai un disperato bisogno di Chanel!” come dimenticare il simpatico e fashionist Nigel ne Il Diavolo veste Prada? Stanley Tucci, classe 1960, ha sempre ricoperto ruoli secondari nei vari film  della sua carriera, ma il suo personaggio diventa sempre indispensabile per il successo del film e colpisce il pubblico e la critica, conquistandoli completamente. Nonostante un’apparenza ordinaria e tranquilla, l’attore di New York mostra spesso un inguaribile humour e un talento comico innato, ma anche una grande capacità nel calarsi nei panni di qualche villain o in un ruolo estremamente drammatico. Di origini italiane con il nonno originario della provincia di Cosenza, Tucci ha sempre vissuto negli Stati Uniti e il suo debutto al cinema è arrivato con L’Onore dei Prizzi, un film del 1985 a cui sono seguite una serie di partecipazioni in televisione, per poi tornare sul grande schermo.

Dal 16 luglio lo vedremo nell’atteso blockbuster Transformers 4 – L’Era dell’Estinzione di Michael Bay, nei panni di Joshua Joyce, un uomo di affari e un potente scienziato che realizza il complotto segreto del Governo e, dopo una prima parte del film in cui sembra far parte dei cattivi, si allea con gli Autobot e con Cade Yeager, interpretato da Mark Wahlberg. Il nuovo film riprende tre anni dopo gli scontri distruttivi di Chicago, con gli esseri umani che stanno cercando di ricrearsi una vita tranquilla e normale, ma un semplice meccanico aspirante inventore, ritrova nella sua officina un camion ridotto ad un rottame, che si rivela essere il celebre Optimus Prime. Una nuova minaccia punta verso la Terra e la guerra non tarda ad arrivare. Gli Autobot devono riunirsi per salvare ancora una volta il mondo e la loro specie. Il personaggio di Stanley Tucci sembra essere una sostituzione di John Turturro dei precedenti film della saga, ma convince e risulta originale, frizzante ed interessante, necessario al ritmo della storia, con il suo mix di humour e carattere.
Di seguito una clip in cui si ritrova nel bel mezzo della guerra per le strade di Chicago.

Il prossimo inverno poi lo vedremo sempre nel ruolo del colorato ed eccentrico Caesar Flickerman in Hunger Games: Il Canto della Rivolta. Il suo personaggio è il presentatore ufficiale dei celebri Hunger Games, una sorta di conduttore televisivo iper moderno, con i denti di un bianco brillante, vestiti all’ultima moda con colori sgargianti e una pettinatura fantascientifica. Nella clip che rivediamo intervista il protagonista Peeta, interpretato da Josh Hutcherson.

Tornando indietro nel tempo vogliamo ricordare alcuni dei ruoli indimenticabili di Stanley Tucci, rivedendo alcune scene, dalle più esilaranti alle più impegnate. Partiamo con Big Night, il film del 1996 di cui l’attore è interprete e regista insieme a Scott Campbell. Vincitore del Sundance Film Festival, questo racconta la storia di due fratelli calabresi emigrati in America, che aprono un ristorante nel New Jersey negli anni ’50. Devono preparare una cena di gala al famoso cantante Louis Prima e, tra ricette e fornelli, si costruisce una commedia agrodolce che merita un posto d’onore nella storia del cinema da mangiare, in cui il cibo è uno dei protagonisti più importanti. Nella scena che vi proponiamo Tucci e Joseph Tropiano sono alle prese con il timballo.

Sempre alle prese con i fornelli, ma non in prima persona nel film Julie & Julia, Tucci interpreta il marito della celebre cuoca inglese Julia Child, interpretata da Meryl Streep. Nel film del 2009 diretto da Nora Ephron, si racconta l’affascinante e simpatica storia della passione della Child per la cucina e per il buon cibo. La donna è l’idolo della giovane Julie Powell (Amy Adams) che nel Queens dei giorni nostri, lancia una sfida stravagante sul suo blog: realizzare le 524 ricette del libro di cucina di Julia Child in soli 365 giorni.

Nel 1997 l’attore è diretto da Woody Allen nella commedia Harry a Pezzi, insieme a Judy Davis, Billy Cristal e altre star di un certo livello. Il protagonista Harry, interpretato dallo stesso Allen, ha scritto un libro autobiografico, mettendo in crisi tutti i suoi amici e conoscenti, che si rendono conto di non avere più segreti. La loro privacy è stata violata e ora tutto il mondo conosce i loro tradimenti, le relazioni ambigue, gli amori e gli odi. Nella scena seguente potete vedere vari spezzoni del film, divertente ma anche surreale e drammatico a tratti, come i migliori lavori di Woody Allen.

In Amabili Resti di Peter Jackson del 2010, vediamo invece una versione ambigua ed inquietante di Tucci, nel ruolo del Signor Harvey, un vicino di casa solitario e apparentemente cordiale, con un grande segreto alle spalle. Una giovane ragazzina scompare da un giorno all’altro nella campagna della Pennsylvania, e i genitori cominciano a cercarla ovunque senza successo. Non immaginano per niente che il tranquillo ometto di mezza età ha ucciso la loro figlia nel suo sotterraneo, ma lo spirito di Susie sembra farsi avanti con ricordi e fantasie per aiutare la mamma e il papà a trovare la verità.

Come accennavamo in apertura di articolo, come dimenticare Stanley Tucci nei panni di Nigel ne Il Diavolo Veste Prada del 2006. Una parentesi glamour per l’attore che lavora in una redazione di una importante rivista di moda, e diventa il sostegno morale della protagonista, la giovane Anne Hathaway, che sogna di diventare una giornalista di cronaca, ma si ritrova a fare la gavetta da Runway, sotto la direzione spietata e attenta di Miranda Presley (Meryl Streep). Di seguito una clip indimenticabile dell’attore nel film.

Fondamentale ed intrigante il ruolo di Stanley Tucci nel thriller di J.C. Chandor, Margin Call, accanto a Paul Bettany, Kevin Spacey, Zachary Quinto e Jeremy Irons. Le storie incrociate di otto persone che lavorano presso una banca di investimenti di grandi dimensioni, quando la crisi finanziaria ha colpito gli Stati Uniti. Tucci interpreta Eric Dale, uno dei capi settore che viene licenziato all’improvviso, ma nel frettoloso abbandono del suo posto di lavoro, lascia una chiavetta usb al giovane analista Peter Sullivan, avvertendolo di tenere gli occhi aperti. Nella scena che abbiamo scelto, il confronto finale tra Tucci e Bettany, con due visioni diverse del mondo e del loro futuro.

Un po’ invecchiato lo ritroviamo poi in Captain America: Il Primo Vendicatore di Joe Johnston, al fianco di Chris Evans, nei panni del Dottor Abraham Erskine che deve reclutare un ragazzo semplice e non particolarmente dotato, per una sperimentazione di un siero che lo renderà il super soldato dell’esercito americano.

Stanley Tucci è uno degli attori più talentassi di Hollywood in questo momento e lo vedremo a breve in tanti altri progetti interessanti, ma facciamo il tifo per lui, perchè possa avere un ruolo da protagonista un giorno o l’altro.

Il cinema e la scrittura sono le compagne di viaggio di cui non posso fare a meno. Quando sono in sala, si spengono le luci e il proiettore inizia a girare, sono nella mia dimensione :)! Discepola dell' indimenticabile Nora Ephron, tra i miei registi preferiti posso menzionare Steven Spielberg, Tim Burton, Ferzan Ozpetek, Quentin Tarantino, Hitchcock e Robert Zemeckis. Oltre il cinema, l'altra mia droga? Le serie tv, lo ammetto!

Cinema

Cinema | quali sale riaprono da oggi in Italia?

Published

on

Saranno circa 120 su 1.400 i cinema italiani che il 26 aprile riapriranno al grande pubblico. I numeri, pari al 15 per cento delle strutture in zona gialla (in quelle arancioni e rosse gli schermi resteranno spenti) li comunica Simone Gialdini, direttore generale dell’Anec, l’associazione nazionale esercenti cinema. Un numero non scontato considerando le difficoltà che comunque si presenteranno. «Le condizioni di riapertura sono insostenibili», afferma Gialdini, citando il coprifuoco alle 22 che impone l’ultimo spettacolo alle 19.30, il divieto di vendere bevande e, soprattutto, il fatto che, con la decisione di riaprire annunciata solo una decina di giorni fa, «non ci sono molti film da proiettare, visto che la programmazione delle uscite richiede circa quattro/cinque settimane».

Ma quali cinema riapriranno? E con quali film?

Quali film vedere

Il menù dei film proposti al pubblico che torna in sala dopo mesi di astinenza e di piattaforme offrirà pellicole da Oscar, come Minari, Collective e Mank. Insieme a questi, anche i film italiani che sono stati pochi giorni in sala prima della chiusura di ottobre. Tra questi I Predatori di Pietro Castellitto e titoli approdati direttamente sulle piattaforme di streaming che adesso tentano la strada delle sale: Cosa sarà, il film di Francesco Bruni con Kim Rossi Stuart presentato alla Festa del cinema di Roma, e Lei mi parla ancora di Pupi Avati, pensato per il cinema ma dirottato su Sky. Torneranno nelle sale, per un doppio giro, anche i film già usciti che saranno premiati ai prossimi David di Donatello dell’11 maggio.

In programmazione in alcune sale anche Nuevo Orden, presentato in concorso alla 77esima Mostra internazionale di arte cinematografica di Venezia, e la versione restaurata in 4K del capolavoro In the Mood for Love.

La lista dei cinema (in aggiornamento)

Ecco un elenco (in continuo aggiornamento) delle sale nuovamente operativo sul territorio italiano.

EMILIA-ROMAGNA

Provincia di Bologna:

POP UP CINEMA JOLLY 

NUOVO CINE MANDRIOLI

Provincia di Ferrara:

APOLLO MULTISALA 

Provincia di Forlì-Cesena:

MULTISALA ALADDIN

Provincia di Modena:

CINEMA EDEN

CINEMA SALA TRUFFAUT

Provincia di Piacenza:

CINEMA NUOVO JOLLY

CORSO MULTISALA

Provincia di Reggio Emilia

CINEMA ROSEBUD

CINEMA EDEN

FRIULI VENEZIA GIULIA

Provincia di Pordenone:

CINEMAZERO

Provincia di Trieste:

CINEMA NAZIONALE

CINEMA GIOTTO

CINEMA ARSTON

Provincia di Udine:

CINEMA VISIONARIO

CINEMA CENTRALE

CINECITY

CINEMA SOCIALE

LAZIO

Provincia di Roma:

GREENWICH

NUOVO SACHER

QUATTROFONTANE

LIGURIA

Provincia di Genova:

CIRCUITO SIVORI

CIRCUITO ODEON

CIRCUITO FILMCLUB

Provincia di La Spezia:
CINEMA IL NUOVO

CAMPANIA

Provincia di Napoli:

MODERNISSIMO

Provincia di Salerno:

TEATRO DELLE ARTI

LOMBARDIA

Provincia di Bergamo:

CAPITOL MULTISALA 

CONCA VERDE

CINETEATRO GAVAZZENI

TREVIGLIO ANTEO SPAZIOCINEMA

Provincia di Cremona:

CREMONA ANTEOSPAZIO CINEMA

Provincia di Mantova:

CINEMA CARBONE

Provincia di Milano:

ANTEO PALAZZO DEL CINEMA

BELTRADE

CINEMA CENTRALE

CITYLIFE ANTEO

IL CINEMINO 

CINEMA MEXICO

PALESTRINA

WANTED CLAN

CINEMA RONDINELLA

Provincia di Pavia:

CINEMA ARLECCHINO

MARCHE

Provincia di Ancona:

CINEMA AZZURRO

PIEMONTE

Provincia di Torino:

CINEMA CENTRALE

TOSCANA

Provincia di Firenze:

CINEMA LA COMPAGNIA

Provincia di Pisa:

CINEMA ARSENALE

VENETO

Provincia di Vicenza:

CINEMA PASUBIO

Continue Reading

Cinema

Festival di Cannes | Annette di Leos Carax aprirà la prossima edizione

Published

on

La prossima edizione del Festival di Cannes è ufficialmente ancora confermata per luglio (nonostante si rincorrano le voci di un possibile rinvio). Il direttore Thierry Fremaux continua quindi come se niente fosse la preparazione della 74esima edizione, che si aprirà con Annette di Leos Carax, attesissimo film con protagonisti Adam Driver e Marion Cotillard. Si tratta del primo film inglese del regista di culto, che nel 2012 sconvolse la platea del festival francese con il suo Holy Motors

Annette apre il Festival di Cannes

Il film di Carax, che sarà in concorso, era uno di quei titoli già pronti lo scorso anno che hanno deciso di aspettare il 2021 (l’anno scorso, infatti, il Festival di Cannes è stato cancellato). Sarà distribuito in contemporanea nelle sale cinematografiche francesi, che puntano proprio sulla passione dei loro spettatori per questo tipo di cinema d’autore per rilanciare la stagione. La selezione ufficiale di Cannes 2021 verrà annunciata a fine maggio. La giuria internazionale di questa edizione, la 74esima, sarà presieduta dal regista Spike Lee.

Annette è un “musical romantico” con canzoni originali composte dagli Sparks, la rock band alternativa fondata nel 1971 da Ron e Russell Mael, a cui recentemente Edgar Wright ha dedicato un documentario presentato al Sundance. Vi proponiamo qui sotto il trailer originale, con sottotitoli in francese.

Annette – il trailer

Continue Reading

News

La serie ispirata alla vita di Audrey Hepburn sarà scritta da Jaqueline Hyot

Published

on

Nel corso degli anni se c’è una diva del cinema che è riuscita a influenzare con la sua eleganza, vari mondi come quello della moda, è sicuramente Audrey Hepburn. Il suo tubino nero e la pettinatura elegante mentre si trova a fare colazione di fronte la vetrina del negozio di Tiffany è entrata nella storia. Una storia che presto rivivrà in una serie che verrà scritta dalla sceneggiatrice Jaqueline Hoyt.

Cosa sappiamo sulla serie dedicata a Audrey Hepburn?

La sceneggiatrice di serie di successo come The Good Wife, The Leftovers, CSI e di The Underground Railroad e la nuova serie di Barry Jenkins si occuperà della sceneggiatura incentrata sulla vita dell’iconica attrice Audrey Hepburn. La penna di Jacqueline Hoyt avrà come riferimento il soggetto scritto da figlio di Audrey, Luca Dotti, con Luigi Spinola della Wildside, società del gruppo Fremantle, sta sviluppando.

Ad aver ispirato questo progetto, il bestseller Audrey At Home firmato da Luca e Luigi nel quale hanno parlato di vari aspetti inediti della personalità e della vita della grande attrice andando oltre l’interprete, madre e filantropa.

Leggi anche: Ciak, but Where: la New York di Colazione da Tiffany

Leggi anche: Emily in Paris | la recensione della serie glamour con Lily Collins su Netflix

Chi produrrà la serie?

I produttori esecutivi della serie dedicata a Audrey Hepburn sono Mario Gianani, CEO di Wildside, del gruppo Fremantle; Lorenzo Gangarossa con Ludovica Damiani; Luca Dotti e Luigi Spinola. A tal proposito, Andrea Scrosati, COO di Fremantle ha dichiarato: “Per Audrey il nostro obiettivo sarà ancora una volta quello di produrre un contenuto nato a livello locale ma rivolto a una platea mondiale. Credo che il team creativo riunito dalla Wildside e il progetto stesso abbiano le caratteristiche ideali perché questo accada”.

Continue Reading
Advertisement

Facebook

Advertisement

Popolari