Il titolo del film è stato rivelato all’inizio di questo mese, I Miserabili 8, e doveva essere il western diretto da Quentin Tarantino, ma il regista ha cancellato il film poiché la sceneggiatura è stata resa pubblica. Un Tarantino decisamente sconvolto oggi dice a Deadline che lui andrà avanti con un’altra sceneggiatura e che la sceneggiatura de i Miserabili 8 per il momento, sarà pubblicata.

Sono molto, molto depresso. Avevo finito la prima bozza di uno script e non volevo girarlo prima del prossimo inverno, tra un anno. L’avevo consegnato solo a sei persone, e apparentemente oggi è trapelato. L’avevo dato a uno dei produttori di Django Unchained, Reggie Hudin, e lui ha permesso a un agente di venire a casa sua e di leggerlo. Questo per quanto mi riguarda è un tradimento, ma non gravissimo perché l’agente non ha tenuto lo script. Purtroppo a quel punto è successo qualcosa di molto brutto. Ho dato lo script a tre attori: Michael Madsen, Bruce Dern e Tim Roth. Quello che so che non fa queste cose è Tim Roth. Uno degli altri due ha permesso al proprio agente di leggerlo, e quell’agente lo ha passato a chiunque a Hollywood. Non so come cavolo lavorano questi agenti, ma a questo punto ho deciso di non fare più questo film. Pubblicherò questa storia, e basta. Ho dato la sceneggiatura a sei persone, e se non posso fidarmi di loro perdo la voglia di fare questo film. Pubblicherò la storia, ho finito. Passerò a un altro progetto. Ho altre 10 storie come quella“.

In realtà, Tarantino sembra sapere già che posto prenderà I Miserabili 8 nel suo piano di lavoro. “La mia idea era quella di scrivere due sceneggiature. Non avrei girato il western prima del prossimo inverno, ed ero gasatissimo per l’altra storia. Quindi a questo punto mi dedicherò a quel secondo script”. Forse quando passerà l’arrabbiatura e la delusione Tarantino potrebbe ripensarci, intanto questo è quanto.