Connettiti a NewsCinema!

Interviste

Il Sud è Niente, intervista al regista Fabio Mollo

Pubblicato

:

Schermata-2013-12-03-alle-17.46.34

Dopo essere stato presentato in anteprima al Torino Film Festival, il 5 Dicembre arriva nelle sale l’opera prima di Fabio Mollo, Il Sud è Niente, con Vinicio Marchioni, Valentina Lodovini, Miriam Karikvist, Alessandra Costanzo e Andrea Bellisario. Grazia, un’adolescente introversa non riesce ad avere un rapporto vero con il padre Cristiano, venditore di pesce nella periferia di Reggio Calabria. Durante un bagno turco, la ragazza crede di vedere Pietro, il fratello morto anni prima in circostanze misteriose, mentre esce dall’acqua e si avvia verso la città. Sarà un’allucinazione? Sarà la realtà? NewsCinema ha incontrato il regista Fabio Mollo, che ha parlato di questo film indipendente, prodotto dai francesi Jean-Denis Le Dinahet e Sebastien Msika e sospeso tra realismo e magia.

Ci puoi raccontare innanzitutto come mai la scelta di questo titolo?

È una provocazione a quella mentalità di omertà e rassegnazione alla quale sono state educate intere generazione. È una storia di rabbia giovane e di rottura nei confronti di quella mentalità.

Come ti è venuta l’idea di raccontare questa storia? Le fonti di ispirazione?

Più che una ispirazione è stata una necessità. E’ importante provare a raccontare la realtà che ci circonda, soprattutto quella che riguarda direttamente la nuove generazioni.

il-sud-è-niente

Secondo te la rabbia generazionale è la stessa tra i ragazzi del sud e quelli del nord? I rapporti familiari sono sentiti diversamente?

Credo che il film, anche se ambientato al sud, parli di una generazione in difficoltà, arrabbiata e alla ricerca di risposte, e questa generazione è la stessa in tutto il paese. La ricerca della verità può essere un gesto semplicissimo che racchiude l’inizio di una piccola rivoluzione.

Come hai scelto il cast? Conoscevi già Vinicio Marchioni e Valentina Lodovini? Avevi pensato a loro fin da subito per i personaggi del tuo film?

Mi sarebbe piaciuto da tempo lavorare con loro, ma il nostro è un film low budget e quindi non avrei mai sperato in una loro collaborazione. Invece hanno letto la sceneggiatura e si sono innamorati della storia e hanno voluto contribuire a raccontarla.

Cosa hai provato a presentare il tuo film qui a Torino, nella sezione TorinoFilmLab?

Mi sono sentito un po’ come tornare a casa. A Torino avevo vinto con il mio cortometraggio “Giganti” nel 2007, corto da cui è nata l’idea del film. E poi sono tornato nel 2010 al TorinoFilm Lab con la sceneggiatura de Il sud è niente, vincendo il production award, che mi ha dato la vera e prima opportunità materiale di girare il film.

Che consigli ti senti di dare ai giovani che vogliono intraprendere la tua stessa professione?

Di prepararsi il più possibile, lavorare il più possibile e continuare a cercare sempre.

Al TFF c’era in concorso il film La Mafia Uccide solo d’estate di Pif che parla sempre del sud in un’ altra chiave. Lo hai visto? Cosa ne pensi?

Mi spiace non l’ho visto.

Prima di Torino il tuo film è stato accolto da altri festival. In particolare a Toronto cosa pensi che abbia colpito il pubblico internazionale? Ti è sembrato un pubblico consapevole di quello che stava guardando e pensi abbiano compreso il tuo messaggio?

Penso che Il sud è niente sia una storia molto “locale”, ma allo stesso tempo universale, e questo lo prova il fatto che il primo pubblico ad accoglierlo è stato dall’altra parte del mondo. Sono contento perché era l’ambizione stessa del film.

sud21E’ stato difficile reperire i fondi per questo film?

Beh si, difficilissimo. E’ un film difficile da finanziare oggi in italia ed è stato solo al duro lavoro di un giovane produttore francese che si chiama Jean-Denis le Dinahet che ha dato anima e corpo per il progetto.

Ti sei subito sentito a tuo agio nella veste di regista? Qualche fatto interessante o curioso accaduto sul set?

Io ho lavorato a lungo come assistente alla regia prima di debuttare. Questo mi ha permesso di vivere sul set per diversi anni, amandolo in ogni singolo momento, anche in quelli più disperati. La lavorazione de Il sud è niente è stat a molto faticosa, perché abbiamo girato tutto in quattro settimane e con sole due di preparazione. Quindi di aneddoti ne accadevano tantissimi ogni giorno.

Pensi che presentare al cinema alcune tematiche scomode possa aiutare a cambiare qualcosa in quelle zone d’Italia?

Penso che possa aiutare a cambiare qualcosa in Italia in generale. Il sud è solo un pretesto per raccontare un intero paese e le sue difficoltà nell’esserlo veramente.

Quali registi italiani o stranieri consideri come tuoi modelli?

Tantissimi, guardo tanto cinema e serie tv.

I tuoi progetti futuri?

Tornare a lavorare su un’altra storia che abbia la stessa necessità.

Il cinema e la scrittura sono le compagne di viaggio di cui non posso fare a meno. Quando sono in sala, si spengono le luci e il proiettore inizia a girare, sono nella mia dimensione :)! Discepola dell' indimenticabile Nora Ephron, tra i miei registi preferiti posso menzionare Steven Spielberg, Tim Burton, Ferzan Ozpetek, Quentin Tarantino, Hitchcock e Robert Zemeckis. Oltre il cinema, l'altra mia droga? Le serie tv, lo ammetto!

Clicca per commentare

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cinema

X-Men: Dark Phoenix, intervista a Michael Fassbender e Nicholas Hoult

Pubblicato

:

x men dark phoenix quando spoiler non problema v4 42931

X-Men: Dark Phoenix (puoi leggere qui la nostra recensione) l’ultimo capitolo della saga dedicata ai celebri mutanti che hanno popolato i fumetti Marvel, arriva al cinema il 6 giugno distribuito da 20thCentury Fox. Scritto e diretto da Simon Kinberg, il nuovo episodio è interpretato da Sophie Turner, James McAvoy, Michael Fassbender, Jennifer Lawrence, Nicholas Hoult, Tye Sheridan, Alexandra Shipp e Jessica Chastain. In occasione dell’uscita nelle sale cinematografiche italiane a partire da domani, potete scoprire di più su alcuni dei personaggi principali del film sui mutanti.

Nella prima intervista l’attore Michael Fassbender parlerà del suo ruolo nei panni di Magneto.

Questo atteso episodio è la storia di uno dei personaggi più amati della saga degli X-Men, Jean Grey, che si evolve nell’iconica Dark Phoenix. Nel corso di una pericolosa missione nello spazio, Jean viene colpita da una potente forza cosmica che la trasforma in uno dei più potenti mutanti di tutti i tempi. Lottando con questo potere sempre più instabile e con i suoi demoni personali, Jean perde il controllo e strappa qualsiasi legame con la famiglia degli X-Men, minacciando di distruggere il pianeta.

La seconda intervista riguarda l’attore Nicholas Hoult nel ruolo della Bestia.

Il film è il più intenso ed emozionante della saga, mai realizzato prima. È il culmine di vent’anni di film dedicati agli X-Men, la famiglia di mutanti che abbiamo amato e conosciuto deve affrontare il nemico più devastante: uno di loro. Ed infine la terza intervista vede come protagonista proprio Jean Grey, la Dark Phoenix, interpretata da Sophie Turner, reduce dal successo de Il Trono di Spade.

Continua a leggere

Cinema

X Men: Dark Phoenix, l’attrice Sophie Turner racconta la sua fenice oscura (video)

Pubblicato

:

X Men Dark Phoenix

Manca sempre meno all’uscita nelle sale cinematografiche del film X-Men: Dark Phoenix, l’ultimo capitolo della saga dedicata ai celebri mutanti che hanno popolato i fumetti Marvel. Il film arriva al cinema il 6 giugno distribuito da 20th Century Fox. Scritto e diretto da Simon Kinberg, il nuovo episodio è interpretato da Sophie Turner, James McAvoy, Michael Fassbender, Jennifer Lawrence, Nicholas Hoult, Tye Sheridan, Alexandra Shipp e Jessica Chastain.

Questo atteso episodio è la storia di uno dei personaggi più amati della saga degli X-Men, Jean Grey, che si evolve nell’iconica Dark Phoenix. Nel corso di una pericolosa missione nello spazio, Jean viene colpita da una potente forza cosmica che la trasforma in uno dei più potenti mutanti di tutti i tempi. Lottando con questo potere sempre più instabile e con i suoi demoni personali, Jean perde il controllo e strappa qualsiasi legame con la famiglia degli X-Men, minacciando di distruggere il pianeta.

Il film è il più intenso ed emozionante della saga, mai realizzato prima. È il culmine di vent’anni di film dedicati agli X-Men, la famiglia di mutanti che abbiamo amato e conosciuto deve affrontare il nemico più devastante: uno di loro.

Continua a leggere

Cinema

Attacco a Mumbai – Una vera storia di coraggio, le video interviste al regista e all’eroe Oberai

Pubblicato

:

attacco a mumbai

Il film Attacco a Mumbai – Una vera storia di coraggio  uscito nelle sale il 30 aprile 2019, distribuito da ITALIAN INTERNATIONAL FILM – società controllata da Lucisano Media Group – e M2 Pictures il thriller drammatico Attacco a Mumbai – Una vera storia di coraggio, diretto da Anthony Maras e interpretato da Dev Patel, attore inglese già nominato ai Premi Oscar per Lion, Armie Hammer (Chiamami col tuo nome; Mine), Jason Isaacs (saga di Harry Potter) e Nazanin Boniadi (Counterpart; Homeland).

Il film ricostruisce gli attacchi terroristici che hanno scosso Mumbai nel 2008, gettando nel caos la città più popolosa dell’India. Oltre a luoghi di ritrovo e alle stazioni, i terroristi hanno colpito anche il leggendario Taj Mahal Palace Hotel, preso di mira in quanto simbolo del progresso e dell’apertura dell’India moderna. In occasione dell’uscita nei cinema italiani, sono state rilasciate due interviste esclusive al regista Anthony Maras e allo chef Hemant Oberai, l’eroe degli attacchi terroristici del 2008. Per poter ascoltare i racconti di questi due uomini strettamente legati a questa pellicola emozionante e da vedere tutta d’un fiato, cliccate play.

Leggi anche: Chi è Armie Hammer, il nuovo sex symbol di Hollywood?

La prima clip riguarda l’intervista allo chef Oberai.

La seconda clip invece è l’intervista al regista Maras:

Nel novembre del 2008 un gruppo di terroristi mette in atto una serie di devastanti attentati in tutta Mumbai. Per tre giorni gli attentatori assediano anche il Taj Mahal Palace Hotel tenendo in ostaggio oltre 500 persone tra ospiti e dipendenti. Mentre il mondo è testimone impotente dell’attacco attraverso i media, il rinomato chef dell’hotel e un umile cameriere rischiano la vita per portare in salvo gli ospiti della struttura, una giovane coppia tenta disperatamente di proteggere il proprio bambino, mentre un freddo miliardario sembra essere interessato solo a salvare se stesso.

Attacco a Mumbai – Una vera storia di coraggio è un thriller avvincente e pieno di suspense basato su storie vere di umanità, eroismo e sopravvivenza, che porta il pubblico nel cuore degli eventi. Storie di persone comuni e di ogni estrazione sociale, che hanno trovato il coraggio di far prevalere la propria umanità sulla violenza.

Continua a leggere

Iscriviti al nostro canale!

Film in uscita

Settembre, 2019

Nessun Film

Film in uscita Mese Prossimo

Ottobre

Nessun Film

Pubblicità

Facebook

Recensioni

Nuvola dei Tag

Pubblicità

Popolari

X