Connettiti a NewsCinema!

News

La Truffa del Secolo, la recensione del film di Olivier Marchal

Pubblicato

:

L’imprenditore Antoine Roca versa in grossi problemi finanziari e si vede costretto a dichiarare il fallimento dell’azienda di trasporti ereditata dal padre. Lasciato anche dalla moglie e ripetutamente umiliato dal facoltoso padre di lei (Gérard Depardieu) che non perde occasione per rinfacciargli lo scarso fiuto per gli affari, Antoine vivrà un momento di profonda crisi che lo porterà però a lavorare su un’idea di riscatto. Messe insieme alcune informazioni e ragionato su alcuni possibili sviluppi, l’uomo escogiterà infine un piano per truffare il fisco francese: una soluzione apparentemente semplice per fare cifre enormi in breve tempo, sfruttando le differenze d’iva nelle vendite internazionali di quote inquinanti non ‘generate’ di CO2.

La Truffa del Secolo

Coinvolti nel piano due suoi – ammanicati ma non troppo svegli – amici del poker, Antoine inizierà a ottenere in breve tempo i risultati sperati, dando vita a quella che apparirà agli occhi di tutti come “la truffa del secolo”. Ma l’intemperanza di uno dei due fratelli unita al pericolo di un ‘gioco d’azzardo’ molto più ingestibile e pericoloso del previsto, e che farà entrare in partita gli esponenti meno raccomandabili del giro di soldi e potere locale, mostrerà poco alla volta tutti i limiti del progetto.

Una truffa pericolosa

Dalla Francia Olivier Marchal, ex poliziotto e regista che si muove per vocazione sul perimetro del polar, dirige un film teso e angosciante sviluppato attorno all’idea di una truffa che si trasforma in graduale gioco al massacro. Fautore di un progetto più grande di lui, e spinto come quasi sempre accade da quella voglia viscerale di rivalsa e riscatto, nonché dallo spauracchio di esser additati come ‘falliti’, il protagonista Antoine (un sempre ottimo Benoît Magimel) si fa presto re di una partita di scacchi a ogni mossa più insidiosa, sottile, estenuante, e destinata a tirare in ballo parecchie, anzi troppe ‘pedine’ della sua vita affettiva. Il giro d’affari messo in piedi attirerà infatti su Antoine e compagni gli occhi più indiscreti della malavita, della polizia, insieme a quelli del suocero, sempre più determinato a ristabilire la propria supremazia.

Il denaro è inutile quando dobbiamo morire e… la morte sembra meno terribile quando si è stanchi”, sono i due concetti chiave che incarnano alla perfezione la crescente frustrazione emotiva sperimentata dal protagonista Antoine, e che più in generale identificano quei momenti della vita in cui si perde terreno, la terra trema sotto i piedi, e non si è più in grado di riportare lo stato di cose a un momento x, ovvero il momento precedente alla decisione che ha determinato quella deriva. La catena innescata di eventi, narrata con ritmo e coerenza in tutte le varie dinamiche di corruzione, tradimenti, ricatti e omicidi, getterà infatti il protagonista in una spirale da cui sarà sempre più difficile districarsi.

La Truffa del Secolo ha ritmo e carisma

Olivier Marchal gioca bene le sue carte per realizzare un prodotto canonico ma funzionale, in generale ben scritto e ben diretto. Nota di merito però al protagonista Benoît Magimel che, anche nel confronto appassionato con il suocero antagonista Gerard Depardieu, sostiene con brio e carisma la suspense di una vicenda che trae spunto da fatti reali e che disegna – nel suo insieme – il profilo di un mondo pericoloso e vendicativo dove chi non ha il giusto ‘sprezzo’ del prossimo e la giusta noncuranza nei confronti delle proprie ‘cattive’ azioni spesso ed inevitabilmente finisce per soccombere.

La Truffa del Secolo TRAILER

Continua a leggere
Clicca per commentare

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cinema

Un piccolo favore, il trailer del film con Blake Lively e Anna Kendrick

Pubblicato

:

un piccolo favore trailer
Dopo il grande successo al box office americano e l’entusiasmo di critica e pubblico, arriva anche in Italia il thriller sorpresa dell’anno, Un piccolo favore, scritto e diretto da Paul Feig. Il regista di commedie cult – come Le amiche della sposa, Spy e Ghostbusters – confeziona un mystery imprevedibile sulla scia de L’amore Bugiardo – Gone Girl e La ragazza del treno, un noir contemporaneo che indaga sulla fiducia all’interno delle relazioni, sui confini dell’ambiguità e sulla spasmodica ricerca della perfezione.
Adattamento dell’omonimo romanzo, scritto da Darcey Bell e edito in Italia da Rizzoli, Un piccolo favore vede due amiche al centro di un intreccio di segreti inconfessabili e fatali bugie: Blake Lively, icona internazionale e attrice di talento (Adeline, Café Society) e la candidata agli Oscar® Anna Kendrick (Tra le nuvole, Pitch Perfect). Nel cast anche Henry Golding (Crazy Rich Asians) e Rupert Friend (Homeland, The Young Victoria). Il film è un’esclusiva per l’Italia di Leone Film Group in collaborazione con Rai Cinema e sarà distribuito da 01 Distribution a partire dal 13 dicembre.

Un piccolo favore, la trama del film

Stephanie (Anna Kendrick) è una mamma vlogger che cerca di scoprire la verità dietro la scomparsa della sua migliore amica, Emily (Blake Lively). Stephanie è affiancata dal marito di Emily, Sean (Henry Golding), in questa ricerca che darà vita a colpi di scena, tradimenti, segreti e rivelazioni, amori, omicidi e vendette.
Continua a leggere

Cinema

Morto Stan Lee a 95 anni: le reazioni di Hollywood

Pubblicato

:

stan lee

Tutto il mondo dei fumetti e del cinema si è rattristato alla notizia che la leggenda della Marvel Comics Stan Lee fosse morto all’età di 95 anni. Ora tutta Hollywood gli rende omaggio sui social e dal vivo, come potete vedere qui sotto.

Nato con il nome di Stanley Martin Lieber nel 1922, è conosciuto come co-creatore della maggior parte dei personaggi principali della genesi dell’Universo Marvel, tra cui The Incredible Hulk, The Mighty Thor, The Invincible Iron Man, The Astonishing Ant-Man e The Uncanny X-Men al fianco di Jack Kirby. Con Steve Ditko ha co-creato Doctor Strange e Spider-Man (probabilmente il personaggio più iconico della compagnia), così come Daredevil con Bill Everett. Ha anche rianimato i vecchi eroi di Timely degli anni ’40 tra cui Sub-Mariner e Joe Simon e Jack Kirby’s Captain America. Il gruppo di team The Avengers seguì nel 1963. Mentre altri personaggi iconici seguirono tra cui The Inhumans, Silver Surfer, Black Panther (il primo supereroe nero nei fumetti mainstream) e The Falcon, i principali contributi creativi di Lee nei primi anni 60 formarono il nucleo di Marvel Comics.

 

Continua a leggere

CineKids

Toy Story 4, il trailer ufficiale del film d’animazione

Pubblicato

:

toy story 4

Disney • Pixar ha realizzato il primo trailer ufficiale di Toy Story 4 che puoi vedere nel player qui sopra. Woody e il resto dei giocattoli sono tornati per un’avventura completamente nuova in Toy Story 4, accogliendo nuovi amici nella stanza di Bonnie, tra cui un riluttante nuovo giocattolo chiamato Forky.

“Come molte persone ho pensato che Toy Story 3 fosse la fine della storia” ha dichiarato il regista Josh Cooley. “Ed è stata la fine della storia di Woody con Andy. Ma proprio come nella vita, ogni fine è un nuovo inizio. Woody ora è in una nuova stanza, con nuovi giocattoli e un nuovo ragazzo…qualcosa che non avevamo mai visto prima. E’ divertente esplorare una nuova storia“. Forky insiste sul fatto che non è un giocattolo! Come un vero e proprio progetto artigianale, Forky è abbastanza sicuro di non appartenere alla stanza di Bonnie. Sfortunatamente, ogni volta che tenta di andarsene, qualcuno lo riporta in un’avventura che preferirebbe saltare.

Il mondo di Toy Story è basato sull’idea che tutto nel mondo ha uno scopo” ha detto Cooley. “Lo scopo di un giocattolo è essere lì per il suo bambino. Ma per quanto riguarda i giocattoli realizzati con altri oggetti? Forky è un giocattolo che Bonnie ha realizzato con un oggetto usa e getta, quindi sta affrontando una crisi“. I registi hanno chiesto al comico Tony Hale di fornire la voce a Forky. “È una grande emozione far parte della famiglia Toy Story” ha detto. “Ma ci vorrà un po’ prima che io entri davvero nel profondo“. Ha detto Cooley, “Quando abbiamo ideato questo personaggio, Tony è stato il primo attore a venirmi in mente e sono entusiasta che abbia accettato. La performance di Tony come Forky è un mix di confidenza, confusione ed empatia…servita da spagnoli esilaranti“. In che modo i cineasti sono riusciti a convincere Hale a dare voce a Forky? “La crisi esistenziale di un utensile?” Chiese. “Sono dentro!

Entrando a far parte di Tony Hale nel film in uscita, sono tornati i membri del cast Tim Allen, Tom Hanks, Annie Potts, Patricia Arquette e Joan Cusack. Toy Story 4 si avventura nei cinema degli Stati Uniti il ​​21 giugno 2019.

Continua a leggere
Pubblicità

Facebook

Film in uscita

Novembre, 2018

Nessun Film

Film in uscita Mese Prossimo

Dicembre

Nessun Film

Recensioni

Nuvola dei Tag

Pubblicità

Popolari

X