Monica Bellucci è stata scelta per interpretare la rivoluzionaria femminista Tina Modotti in una miniserie ambientata in Messico, a Los Angeles e in Italia e diretta dal premiato regista italiano Edoardo de Angelis (Indivisibili).

Il ruolo è quello che la Bellucci ha voluto fare per anni. Tina Modotti era una italiana che emigrò negli Stati Uniti nel 1913, recitò brevemente nei film muti di Hollywood, poi divenne nota negli anni ’30 in Europa e in Messico per le sue fotografie e il suo fervore rivoluzionario di sinistra. Si è unita a un gruppo di importanti artisti contemporanei in Messico ed è considerata una proto-femminista che ha sostenuto nuove libertà per le donne all’inizio del 20° secolo.

La serie è divisa in sei parti ed è in fase di sviluppo avanzato. Intitolata “Radical Eye: The Life and Times of Tina Modotti” la serie tv viene prodotta dalla coppia di marito e moglie, Paula Vaccaro e Aaron Brookner, che ha scritto la sceneggiatura. Produrranno tramite la loro società Pinball London. Sono presenti anche la produttrice spagnola Elena Manrique e gli AG Studios in Messico, fondati da Alex Garcia, che sarà produttore esecutivo.

Le principali lingue saranno inglese e spagnolo, con alcuni dialoghi italiani. Il progetto farà il suo debutto sul mercato a settembre presso l’Independent Forummaker Project di New York. Vaccaro ha detto che, anche se ci sono stati diversi tentativi in ​​passato per realizzare un film sulla Modotti – tra cui un progetto con Madonna – nessuno ha avuto successo. Tina Modotti appare come personaggio in “Frida” di Julie Taymor“Questo perché la sua vita è così intensa e così varia” ha detto Vaccaro, “che è il motivo per cui la serie tv è il formato narrativo congeniale” per raccontare la sua storia.

Vaccaro, che ha contribuito alla produzione di “On the Milky Road” di Emir Kusturica, in cui recita Bellucci, ha detto che la collaborazione su “Modotti” è nata dalla passione dell’attrice per il ruolo. “Quando abbiamo finito ‘Milky Road’, le ho detto: ‘Cosa ti piacerebbe davvero fare dopo?‘”.  “Siamo stati a casa sua e lei è tornata con un libro di Tina Modotti. ‘Questo è il ruolo che mi piacerebbe davvero fare…È il ruolo del mio cuore“. “Monica è famosa in tutto il mondo, compresa la Cina e la Russia” ha detto Vaccaro. “Con Monica il gruppo di sceneggiatori che abbiamo, oltre a Edoardo, penso che abbiamo un progetto premium che può arrivare in lungo e in largo“.

Fonte: Variety