Connettiti a NewsCinema!

Interviste

Silvio Muccino presenta a Roma Le leggi del desiderio: “Ecco il mio grande show”

Pubblicato

:

usa-muccino

É stato presentato questa mattina al cinema Adriano di Roma il nuovo film scritto e diretto da Silvio Muccino: Le leggi del desiderio. Interpretato da Silvio Muccino, Nicole Grimaudo, Carla Signoris e Maurizio Mattioli Le leggi del desiderio racconta la storia del carismatico trainer motivazionale Giovanni Canton (Silvio Muccino), considerato da alcuni un profeta e da altri un cialtrone. Deciso a convincere tutti delle sue abilità Canton organizza un concorso per la selezione di persone che verranno portate da lui in sei mesi al raggiungimento dei loro più sfrenati desideri. Ma il rapporto che si stabilirà tra il life coach e il terzetto produrrà effetti inaspettati nella vita di tutti loro. Potete trovare qui sotto le dichiarazioni rilasciate dal produttore Marco Belardi, dal vice-presidente di Medusa Giampaolo Letta, dal regista ed interprete Silvio Muccino e dagli altri interpreti Nicole Grimaudo, Carla Signoris e Maurizio Mattioli:

silvio-muccino-le-leggi-del-desiderio-4645

Come siete arrivati a dirigere, produrre e distribuire Le leggi del desiderio?

Silvio Muccino: Stavo sviluppando una storia romantica ma mi mancava un radicamento con la realtà di oggi. Un giorno Carla Vangelista è venuta da me e mi ha detto di aver trovato il mio nuovo personaggio, il life coach. Così ho cercato su youtube e ho trovato Anthony Robbins e ho capito il ruolo del life coach. In un momento di smarrimento in cui molti non sanno come arrivare a fine mese i life coach si propongono come coloro che hanno la risposta.

Marco Belardi: Silvio mi è sempre piaciuto come regista. I suoi agenti mi hanno presentato la storia e mi sono innamorato subito del progetto e dell’incredibile energia e positività di Silvio.

Giampaolo Letta: Anche noi ci siamo fatti contagiare dalla grande energia di Silvio e abbiamo realizzato questo film con immenso piacere. Lo riteniamo un film ben riuscito. E proprio per questo abbiamo deciso di dargli una bella spinta promozionale facendolo uscire in 400 copie.

Chi è il life coach?

Silvio Muccino: Il fenomeno del life coach è americano e noi italiani da esterofili lo abbiamo importato. Alcuni sono famosi come Roberto Re ma ce ne sono tanti. Il coaching poi è diventato una moda assoluta che prescinde dal life. La gente ha bisogno che qualcuno gli indichi la strada. Un tempo li chiamavano sciamani, ora life coach.

Carla Signoris: Facciamo corsi per cucinare ma a volte quello che ci serve è proprio un corso per vivere.

Quale è il suo desiderio più grande?

Silvio Muccino: Il mio desiderio più grande è quello che sto vivendo in questo istante. L’idea di ritornare al cinema con un film in cui credo così tanto e circondato da talenti straordinari come i protagonisti di questa storia è un sogno che si avvera. Non ho mai fatto un film in cui non credevo. Dopo Un altro mondo sentivo il bisogno di cambiare e di tornare con una storia diversa, volevo giocare un po’. A volte bisogna aspettare la storia giusta e poi è sempre importante trovare il giusto compagno di squadra. E senza Belardi e Medusa non sarei mai riuscito a realizzare questo film.

muccino

Come è stato lavorare in questo film?

Nicole Grimaudo: Ho vissuto su questo set una esperienza straordinaria e non ringrazierò mai Silvio abbastanza. É impossibile non amare la mia Matilde, un ruolo raro che si trasforma nel corso del film. La vita sul set era spettacolare, Silvio ci ha guidato tantissimo, mi sono veramente sentita triste quando sono finite le riprese. E poi ho sperimentato il mio lato comico e ho riscoperto la bellezza di recitare.

Maurizio Mattioli: Sono quaranta anni che faccio commedie. Ma forse questa è quella che va più sotto pelle. Una commedia che mi ha permesso di abbandonare la superficialità della battuta. E Silvio essendo anche un bravissimo attore mi ha dato ottime indicazioni su come interpretare il mio personaggio.

Carla Signoris: Su questo set mi sono sentita molto amata. Il film poi lancia un messaggio importante. L’importanza di amare noi stessi.

Luca Ward: Non ho mai fatto un ruolo comico ma sempre parti da cattivo. Quindi quando ho fatto il provino non ci credevo più di tanto. Ma quando Silvio mi ha chiamato dicendomi di credere veramente nel ruolo abbiamo fatto un secondo provino e il suo entusiasmo mi ha permesso di uscire dagli schemi classici dei miei vecchi personaggi.

Il life coach è più un cialtrone o un profeta?

Silvio Muccino: É ingiusto condannare persone che hanno qualcosa da dire ed è ingiusto farne un monumento. Tutto dipende da come ci rapportiamo ad esso.

Come sceglie i suoi ruoli?

Silvio Muccino: Scegliere è l’unico lusso che mi concedo. Scelgo ruoli in cui sento di poter fare qualcosa anche se non sempre capita il ruolo giusto. La scrittura poi è qualcosa di incredibilmente stimolante. Adoro farmi nutrire dal talento dei protagonisti. Amo tutto del set ma soprattutto amo i bravi attori perché quando gli attori sono bravi fanno brillare il film. Ed il mio obiettivo era realizzare un grande show. Volevo abbagliare il pubblico.

Il film ammicca a Cinquanta sfumature di grigio?

Silvio Muccino: L’idea di prendere il personaggio di Luciana e di andare a vedere il suo lato oscuro è stato fantastico. Cinquanta sfumature di grigio è sicuramente un fenomeno di costume molto divertente. Quindi si, l’ammiccamento c’è stato.

Quale è il messaggio di questo film?

Silvio Muccino: Dobbiamo accettare, capire e amare i nostri punti deboli. Le nostre imperfezioni rappresentano il nostro aspetto più bello.

Le leggi del desiderio verrà distribuito da Medusa in tutti i cinema italiani il 26 febbraio 2015.

Classe 1988, nato con l'idea del cinema come momento magico, cresciuto con la prassi di vedere (almeno) un film a sera, abituato a digerire qualsiasi tipo di opera (commedia, splatter, dramma, horror) sin dai primissimi anni di età, propenso a scavare nei meandri più nascosti per trovare sconosciute opere horror da torcersi le budella... appassionato, commerciale, anti-commerciale, romantico, seriofilo, burtoniano...disponibile davanti e dietro le quinte e disposto per tutti voi ad intervistare le più grandi celebrità italiane e internazionali... questo è Carlo Andriani ovvero: IO.

Cinema

X-Men: Dark Phoenix, intervista a Michael Fassbender e Nicholas Hoult

Pubblicato

:

x men dark phoenix quando spoiler non problema v4 42931

X-Men: Dark Phoenix (puoi leggere qui la nostra recensione) l’ultimo capitolo della saga dedicata ai celebri mutanti che hanno popolato i fumetti Marvel, arriva al cinema il 6 giugno distribuito da 20thCentury Fox. Scritto e diretto da Simon Kinberg, il nuovo episodio è interpretato da Sophie Turner, James McAvoy, Michael Fassbender, Jennifer Lawrence, Nicholas Hoult, Tye Sheridan, Alexandra Shipp e Jessica Chastain. In occasione dell’uscita nelle sale cinematografiche italiane a partire da domani, potete scoprire di più su alcuni dei personaggi principali del film sui mutanti.

Nella prima intervista l’attore Michael Fassbender parlerà del suo ruolo nei panni di Magneto.

Questo atteso episodio è la storia di uno dei personaggi più amati della saga degli X-Men, Jean Grey, che si evolve nell’iconica Dark Phoenix. Nel corso di una pericolosa missione nello spazio, Jean viene colpita da una potente forza cosmica che la trasforma in uno dei più potenti mutanti di tutti i tempi. Lottando con questo potere sempre più instabile e con i suoi demoni personali, Jean perde il controllo e strappa qualsiasi legame con la famiglia degli X-Men, minacciando di distruggere il pianeta.

La seconda intervista riguarda l’attore Nicholas Hoult nel ruolo della Bestia.

Il film è il più intenso ed emozionante della saga, mai realizzato prima. È il culmine di vent’anni di film dedicati agli X-Men, la famiglia di mutanti che abbiamo amato e conosciuto deve affrontare il nemico più devastante: uno di loro. Ed infine la terza intervista vede come protagonista proprio Jean Grey, la Dark Phoenix, interpretata da Sophie Turner, reduce dal successo de Il Trono di Spade.

Continua a leggere

Cinema

X Men: Dark Phoenix, l’attrice Sophie Turner racconta la sua fenice oscura (video)

Pubblicato

:

X Men Dark Phoenix

Manca sempre meno all’uscita nelle sale cinematografiche del film X-Men: Dark Phoenix, l’ultimo capitolo della saga dedicata ai celebri mutanti che hanno popolato i fumetti Marvel. Il film arriva al cinema il 6 giugno distribuito da 20th Century Fox. Scritto e diretto da Simon Kinberg, il nuovo episodio è interpretato da Sophie Turner, James McAvoy, Michael Fassbender, Jennifer Lawrence, Nicholas Hoult, Tye Sheridan, Alexandra Shipp e Jessica Chastain.

Questo atteso episodio è la storia di uno dei personaggi più amati della saga degli X-Men, Jean Grey, che si evolve nell’iconica Dark Phoenix. Nel corso di una pericolosa missione nello spazio, Jean viene colpita da una potente forza cosmica che la trasforma in uno dei più potenti mutanti di tutti i tempi. Lottando con questo potere sempre più instabile e con i suoi demoni personali, Jean perde il controllo e strappa qualsiasi legame con la famiglia degli X-Men, minacciando di distruggere il pianeta.

Il film è il più intenso ed emozionante della saga, mai realizzato prima. È il culmine di vent’anni di film dedicati agli X-Men, la famiglia di mutanti che abbiamo amato e conosciuto deve affrontare il nemico più devastante: uno di loro.

Continua a leggere

Cinema

Attacco a Mumbai – Una vera storia di coraggio, le video interviste al regista e all’eroe Oberai

Pubblicato

:

attacco a mumbai

Il film Attacco a Mumbai – Una vera storia di coraggio  uscito nelle sale il 30 aprile 2019, distribuito da ITALIAN INTERNATIONAL FILM – società controllata da Lucisano Media Group – e M2 Pictures il thriller drammatico Attacco a Mumbai – Una vera storia di coraggio, diretto da Anthony Maras e interpretato da Dev Patel, attore inglese già nominato ai Premi Oscar per Lion, Armie Hammer (Chiamami col tuo nome; Mine), Jason Isaacs (saga di Harry Potter) e Nazanin Boniadi (Counterpart; Homeland).

Il film ricostruisce gli attacchi terroristici che hanno scosso Mumbai nel 2008, gettando nel caos la città più popolosa dell’India. Oltre a luoghi di ritrovo e alle stazioni, i terroristi hanno colpito anche il leggendario Taj Mahal Palace Hotel, preso di mira in quanto simbolo del progresso e dell’apertura dell’India moderna. In occasione dell’uscita nei cinema italiani, sono state rilasciate due interviste esclusive al regista Anthony Maras e allo chef Hemant Oberai, l’eroe degli attacchi terroristici del 2008. Per poter ascoltare i racconti di questi due uomini strettamente legati a questa pellicola emozionante e da vedere tutta d’un fiato, cliccate play.

Leggi anche: Chi è Armie Hammer, il nuovo sex symbol di Hollywood?

La prima clip riguarda l’intervista allo chef Oberai.

La seconda clip invece è l’intervista al regista Maras:

Nel novembre del 2008 un gruppo di terroristi mette in atto una serie di devastanti attentati in tutta Mumbai. Per tre giorni gli attentatori assediano anche il Taj Mahal Palace Hotel tenendo in ostaggio oltre 500 persone tra ospiti e dipendenti. Mentre il mondo è testimone impotente dell’attacco attraverso i media, il rinomato chef dell’hotel e un umile cameriere rischiano la vita per portare in salvo gli ospiti della struttura, una giovane coppia tenta disperatamente di proteggere il proprio bambino, mentre un freddo miliardario sembra essere interessato solo a salvare se stesso.

Attacco a Mumbai – Una vera storia di coraggio è un thriller avvincente e pieno di suspense basato su storie vere di umanità, eroismo e sopravvivenza, che porta il pubblico nel cuore degli eventi. Storie di persone comuni e di ogni estrazione sociale, che hanno trovato il coraggio di far prevalere la propria umanità sulla violenza.

Continua a leggere

Iscriviti al nostro canale!

Film in uscita

Settembre, 2019

Nessun Film

Film in uscita Mese Prossimo

Ottobre

Nessun Film

Pubblicità

Facebook

Recensioni

Nuvola dei Tag

Pubblicità

Popolari

X